Home / News / VISA assume specialisti per la blockchain: criptovaluta in arrivo?
VISA

VISA assume specialisti per la blockchain: criptovaluta in arrivo?

VISA, uno dei leader internazionali nel settore dei servizi di pagamento, ha pubblicato alcuni annunci di lavoro legati all’ecosistema della blockchain e delle criptovalute, fornendo così ai mercati un’indicazione piuttosto chiara che intende perseguire uno sviluppo coerente in questo ambito.

Naturalmente, quanto sopra non significa che la società sia in procinto di lanciare una vera e propria criptovaluta, ma che magari stia valutando il desiderio di operare alcuni progetti di fruibilità con la “catena a blocchi”, in maniera non dissimile rispetto a quanto hanno fatto alcuni competitor.

L’annuncio di lavoro

Stando a quanto rileva il post su SmartRecruiters, la compagnia americana è alla ricerca di un product manager che possa occuparsi di “gestire le strategie di prodotto e di sviluppo delle opportunità legate alle criptovalute”.

Sempre nello stesso annuncio, VISA comunica che sta pianificando la predisposizione di un VISA Crypto Team, che sarà proprio supervisionato dal product manager che ambisce ad assumere.

Le mosse dei concorrenti

Come abbiamo già avuto modo di rammentare, le mosse di VISA non sono affatto “sorprendenti”, considerato che molti dei concorrenti si sono organizzati da tempo per poter esplorare le opportunità di questo settore… non sempre con la stessa convinzione.

Il nostro principale riferimento – almeno, nei termini più recenti – è quello di JP Morgan Chase, che a metà febbraio aveva annunciato il lancio di JPM Coin, una stable coin con funzioni simili a quelle di XRP sulla piattaforma Ripple. VISA non ha ancora dato un annuncio ufficiale in tal senso, ma il job posting  che abbiamo avuto modo di apprezzare nelle ultime ore fornisce l’impressione effettiva che la società stia cercando di organizzarsi con una soluzione di pagamento retail, basata su blockchain e crittografia.

Non possiamo dunque che cercare di rimanere in vigile attesa. È probabile che, in virtù proprio di questa “uscita allo scoperto”, il CEO di VISA Al Kelly possa presto fornire ulteriori spiegazioni (immaginiamo, sollecitate) su tali progetti.

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *