Home / News / Ethereum Classic va oltre il +30%, una giornata da record
logo di ethereum classic

Ethereum Classic va oltre il +30%, una giornata da record

Sembra proprio che non ci sia freno all’ondata di rialzi delle criptovalute, ed in questi giorni stiamo osservando movimenti davvero importanti. Oggi, in particolare, il protagonista della giornata è sicuramente Ethereum Classic. Questa criptovaluta, nata da un team di sviluppatori di Ethereum che hanno deciso di staccarsi dal progetto principale, fa segnare un notevole +30%. Ci sono, come sempre, delle motivazioni alla base di questo movimento che vogliamo approfondire. Inoltre, per chi non dovesse conoscere questa moneta virtuale, faremo anche un po’di chiarezza descrivendone le caratteristiche.

Le motivazioni del rialzo

Incominciamo subito dicendo che le motivazioni del notevole aumento della quotazione sono da ricercarsi all’interno della community di ETC. Oggi, infatti, è stato annunciato un referendum al quale potranno prendere parte tutti i possessori di Ethereum Classic, e che riguarda molto da vicino l’infrastruttura tecnologica su cui poggia l’intero sistema.

Dopo un anno passato nella totale penombra del suo fratello maggiore, finalmente Ethereum Classic ed il suo team sembrano decisi a fare un salto di qualità. Se il referendum dovesse ricevere un riscontro positivo, infatti, si andrà incontro ad un hard fork. Gli hard fork di criptovalute sono momenti in cui la blockchain viene biforcata: il ramo nuovo, quello con il codice aggiornato, diventa il ramo principale. Quello “vecchio”, invece, viene lasciato morire oppure diventa un progetto a parte su cui potranno continuare a lavorare altri sviluppatori.

Su GitHub sono stati rilasciati maggiori dettagli sul contenuto di questo aggiornamento. La blockchain di Ethereum Classic adotterebbe il nuovo aggiornamento  ECIP-1054. Questo, a sua volta, permetterebbe di implementare sulla blockchain di ETC i protocolli Spurious Dragon Byzantium. Sembra tutto molto complesso, ma si tratta di due soluzioni piuttosto utili e dall’impatto immediato:

  • Spurious Dragon è un aggiornamento che rende decisamente più difficile attaccare la blockchain con attacchi esterni mirati a sovraccaricare le capacità della rete.
  • Byzantium è un altro aggiornamento, che permette di fare due cose. La prima è quella di implementare delle blockchain parallele su quella principale, come avviene nel Lightning Network di Bitcoin. In questo modo, pagando una commissione leggermente maggiore, si può garantire ad una transazione di avvenire in modo pressoché immediato. La seconda, invece, è fare in modo che i blocchi possano contenere più informazioni sulle transazioni ma elaborandole in modo più rapido, così da migliorare in generale la velocità di esecuzione degli scambi.

Entrambi questi aggiornamenti sono già stati adottati da Ethereum, che poi li ha messi gratuitamente a disposizione di tutti gli sviluppatori negli archivi della Ethereum Foundation. Riconoscendo il buon lavoro fatto dal team di ETH, ora anche gli sviluppatori della versione Classic hanno intenzione di fare questo importante salto in avanti.

Cos’è Ethereum Classic?

Per chi non dovesse conoscere ETC, si tratta di un progetto nato nel 2016 dopo un attacco molto importante alla rete di Ethereum. Alcuni sviluppatori del progetto, convinti che questo non fosse destinato ad essere sicuro e di valore, hanno così deciso di staccarsi e di creare una realtà parallela. Fino al blocco 1.920.000 entrambe le blockchain sono identiche, ma da quel momento in poi -sebbene con grandi analogie tecnologiche- le due reti decentralizzate hanno preso strade diverse. Il fine, il meccanismo di funzionamento e le possibilità offerte agli utenti rimangono comunque identiche, anche se Ethereum risulta oggi una realtà decisamente più strutturata ed avanzata.

Info su Alessandro Calvo

Web editor dall'età di 16, non manca occasione di cavalcare i trend dell'innovazione. Nella vita studia Economia e, privatamente, approfondisce i meccanismi blockchain in cui crede molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *