Home / Bitfinex ci ha nascosto 850 milioni USD di perdite?

bitfinex

Bitfinex ci ha nascosto 850 milioni USD di perdite?

Le autorità di polizia di New York sostengono che Bitfinex, uno dei più noti exchange del mondo, potrebbe aver nascosto una perdita di 850 milioni di dollari da fondi aziendali e di clienti.

Le accuse lanciate contro iFinex Inc., la società che gestisce la piattaforma di trading Bitfinex, sembrano essere piuttosto mirate, e portano nuovamente al centro delle attenzioni il token Tether, emesso dalla stessa compagnia, rilanciando in ambito internazionale il quesito che da qualche tempo si aggira costante nelle menti degli analisti: siamo davvero sicuri che ogni Tether sia realmente supportato da un dollaro USA, come sostiene l’azienda?

La risposta ha ovviamente grandi implicazioni per l’intero mercato, perché i trader utilizzano spesso il Tether come sostituto dei dollari, contando proprio sulla fungibilità tra Tether e USD, garantita dal rapporto di garanzia 1:1.

Scandalo in vista?

Mentre le indagini proseguono, e mentre iFinex è stata invitata a una collaborazione più o meno cordiale, i trader di criptovalute si domandano che implicazioni possa avere tutto ciò sui propri investimenti, considerando – per esempio – quanto avvenuto nelle ultime ore, con le valutazioni delle crypto in deciso calo.

Per il momento Kasper Rasmussen, portavoce di Bitfinex, non ha ritenuto opportuno rispondere a tali accuse, ma è probabile che un riscontro possa arrivare nelle prossime ore, visto e considerato che l’accusa di aver nascosto una perdita di più di 850 milioni di dollari è semplicemente troppo grande per poter essere celata…

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *