Home / Bitcoin arriverà a 100.000 dollari e ucciderà le altre criptovalute

prezzo bitcoin

Bitcoin arriverà a 100.000 dollari e ucciderà le altre criptovalute

No, la previsione riportata nel titolo del nostro odierno post non è nostra. È invece di una più autorevole fonte, una delle più grandi società di venture capital già operante nel settore delle criptovalute, e che ha deciso di puntare con grande decisione su Bitcoin. Heisenberg Capital afferma infatti di aver raddoppiato le posizioni di Bitcoin con nuovo capitale e, contemporaneamente, afferma che il destino per le altre crypto è tutt’altro che confortante.

Nello stesso tweet con cui esprimeva delle opinioni entusiastiche su BTC, con un target price di 100.000 dollari (e premio potenziale del 1.664%), Heisenberg Capital affermava anche tutte le coin, tranne BTC, saranno destinate a morire nell’ecosistema criptovalutario.

Ricordiamo che il fondo ha finanziato alcune delle più grandi startup crypto, come Kraken, Bitfinex e ShapeShift, e stima che non ci saranno altcoin futuri in grado di minacciare l’attuale panorama delle cryptocoin principali, come Ethereum e XRP.

Ma in che modo Bitcoin potrebbe arrivare a 100.000 dollari?

Secondo il fondo, l’impennata rialzista a 100.000 dollari sarà determinata da uno shock di approvvigionamento per i BTC, considerato che l’offerta limitata di 21 milioni di token non potrà che innescare una “corsa all’oro” man mano che l’offerta sul mercato diminuisce.

Sempre secondo il fondo, questa teoria sarà oggetto di un momento della verità nel corso del mese di maggio del prossimo anno, quando la produzione di BTC subirà un dimezzamento, come da piani quadriennali. Storicamente, cita il fondo, questo “dimezzamento” innesca un’enorme corsa dei prezzi che inizia con un anno di anticipo. Dunque, se il fondo dovesse avere ragione, questo significherebbe un guadagno del 1.664% rispetto ai prezzi odierni.

Evidentemente, non tutti sono d’accordo e, se Heisenberg afferma di essere fortemente rialzista su BTC, tanti sono coloro che non sono d’accordo. Peraltro, i più critici non mancano di sottolineare come la previsione del fondo contrasti con quanto ha realizzato negli ultimi tempi: uno dei suoi maggiori investimenti è infatti ShapeShift, un exchange nato proprio per favorire lo scambio tra Bitcoin e altcoin. Ad ogni modo, anche questo potrebbe essere poco significativo, visto e considerato che non è escluso che Heisenberg si allontani da qualsiasi investimento altcoin in futuro, per concentrarsi solo su BTC…

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *