martedì , 27 Settembre 2022

Home / Cosa c’è dietro il boom di EOS | Ecco perché il progetto potrebbe… rinascere!

EOS BOOM

Cosa c’è dietro il boom di EOS | Ecco perché il progetto potrebbe… rinascere!

Alla fine ci siamo. Il protocollo blockchain Eosio forka, si rinomina e spinge in alto il valore del token, il migliore di una giornata non entusiasmante per tutto il mercato delle criptovalute e di Bitcoin.

Una situazione della quale in realtà si parlava ormai da tempo e che oggi giunge alla sua conclusione naturale. Conclusione che in realtà sarà anche un importante punto di partenza, anche per il tentativo di recupero della centralità da parte di uno dei progetti più risalenti nel mondo delle criptovalute e che ha cambiato obiettivi e strada più di una volta.

Possiamo continuare ad investire su EOS anche tramite eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il meglio degli strumenti di TRADING OPERATIVO – intermediario che ci offre nel complesso oltre 75+ cripto già disponibili a listino, con strumenti davvero unici per investirci.

Abbiamo infatti solo qui il CopyTrader, sistema che propone trading automatico in un solo click, potendo copiare nel giro di pochi minuti i migliori trader che utilizzano questa piattaforma. E potremo anche fare trading su portafogli in stile ETF, ma che non prevedono il pagamento di commissioni aggiuntive. Con 50$ possiamo accedere, cmoe investimento minimo, anche al conto reale di trading.

Benvenuta Antelope: e EOS schizza in alto sui mercati

In una giornata che sicuramente non passerà alla storia come una delle migliori per il comparto Bitcoin e cripto, c’è EOS a fare da guida morale e materiale per il settore. E lo fa con una crescita in doppia cifra, che in alcune parti della giornata ha superato anche il 20%. Una crescita che però non è frutto di mera speculazione di breve, ma dell’arrivo di un’importante notiiza.

EOS annuncio antelope
È bastato un annuncio per far tornare EOS a volare

Fork della codebase di EOSIO 2.0, che è partita da quattro protocolli basati proprio su questa blockchain e che ha visto una partecipazione fattiva della community. Quanto di meglio ci si potesse aspettare da EOS, con una separazione da Block.One che i mercati hanno salutato, come è visibile a tutti, con grande entusiasmo.

Vincono dunque quelli della fondazione, che si riprendono in mano lo sviluppo di ciò che conta nel mondo di EOS e liberando l’intero protocollo da quello che in molti ritenevano essere un abbraccio mortale di Block.one. Con la possibilità che ora si torni a fare sul serio anche per cercare di colmare il gap con le altre blockchain, che negli ultimi mesi e anni sono andate avanti in modo decisamente più concreto.

Gli obiettivi più importanti

Sono stati già pubblicati via Twitter da Yves La Rose e potrebbero rendere effettivamente il network uno dei più interessanti del suo comparto di riferimento.

Dalla finalità più rapida elle SDK per i wallet, passando per call sincrone e librerie per gli smart contract. In realtà di carne al fuoco ce n’è tanta, compresa la compatibilità con EVM. Ora starà alla fondazione, che ha confermato di aver fatto incetta di specialisti sul mercato, mantenere le promesse. Promesse che se mantenute potrebbero riaprire la partita anche per EOS, protocollo che in molti tra i nostri lettori avevano forse dimenticato.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.
Criptovaluta.it è su Google News !
Resta aggiornato sulle ultime news elaborate dal centro studi di Criptovaluta.it per Google News - clicca su questo link e poi sulla stellina ⭐ in alto a destra.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *