Home / MicroStrategy ingorda di Bitcoin prepara altri acquisti | 500 milioni di dollari in arrivo

MICROSTRATEGY BITCOIN

MicroStrategy ingorda di Bitcoin prepara altri acquisti | 500 milioni di dollari in arrivo

I soliti detrattori di Bitcoin guardano da qualche settimana proprio in questa direzione, ricordando al mondo intero, non senza una certa soddisfazione, che di MicroStrategy si sentiva parlare effettivamente da poco. Cosa ne sarebbe stato dei gloriosi piani di iper-bitcoinizzazione del suo leader Michael Saylor? L’accumulo sarebbe continuato ora che è stato “declassato” a mero presidente?

La risposta arriva con un filing per SEC dell’impresa suddetta, che ha annunciato la messa in vendita di 500 milioni di dollari di azioni proprie, al fine di raccogliere ulteriore capitale. Una raccolta che, neanche a dirlo, riguarderà appunto Bitcoin.

Un segnale forte in un momento di forza relativa di Bitcoin, sul quale anche noi nel nostro piccolo possiamo comunque orientarci con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il TOP del TRADING – intermediario che ci offre la possibilità di investire su 78+ cripto e ovviamente anche su Bitcoin, con strumenti all’avanguardia e unici nel loro genere.

Abbiamo qui infatti il CopyTrader, sistema che ci permette di investire con la copia dei più bravi trader e investitori presenti sulla piattaforma. C’è anche la possibilità di investire con gli Smart Portfolios, strumenti di trading su paniere ma senza costi di gestione. Chi vuole passare poi al conto reale non dovrà fare altro che investire un minimo di 50$.

MicroStrategy vuole altri Bitcoin

E come biasimarla, potrebbe dire qualcuno. Nonostante il gruppo sia in perdita anche tenendo conto del prezzo di acquisto complessivo, non si fermerà qui e proverà ad accumulare altri Bitcoin. La prossima mossa del gruppo che fa capo a Michael Saylor riguarda l’emissione di un controvalore di 500 milioni di dollari in azioni, i cui ricavati finiranno per essere spesi, almeno in parte, in $BTC.

Bitcoin MSTR - cosa investe
Ancora acquisti

Una mossa interessante, che mette anche a tacere il solito strascico di polemiche e di battute che puntualmente inizia a popolare i social network ogniqualvolta i piani di acquisto di $BTC da parte di MicroStrategy subiscono un rallentamento.

Il gruppo dunque cercherà di mettere le mani su altro capitale, venendo azioni di una società che è già piena zeppa di Bitcoin, comportandosi di fatto come un ETF su Bitcoin a replica fisica, proprio quello strumento che gli americani chiedono a gran voce e che invece Gary Gensler, in ossequio ad una dottrina che in molti fanno fatica a capire, continua a negare.

Le azioni Class A saranno vendute attraverso Cowen & Co e BTIG LLC e per il momento non è stata indicata una data precisa o un intervallo all’interno del quale questa vendita dovrebbe avvenire.

Michael Saylor punta tutto su Bitcoin

Anche chi non ha grande simpatia per il personaggio, diventato preponderante nello spazio Enterprise dedicato a Bitcoin, dovrà quantomeno riconoscergli l’onore delle armi. Nonostante le sofferenze almeno in termini di opinione pubblica dovute al forte ribasso rispetto ai minimi che ha colpito il re del mercato cripto, almeno rispetto ai picchi.

Anche con il cambio al vertice, con Saylor che ora è “soltanto” presidente, $MSTR sembrerebbe avere intenzione di aumentare la propria esposizione verso Bitcoin. Per qualcuno un’ottima notizia, per altri un segnale di top rispetto alla ripresa che si è innescata ieri, seguendo quel meme che vuole gli acquisti di MicroStrategy scandire i massimi locali.

Prese in giro a parte, continua la marcia di una società che ormai del suo business originario ha poco o nulla. O forse no, perché soltanto qualche giorno fa il gruppo ha annunciato importanti sviluppi su Lightning, proprio per avvicinare più imprese possibili anche al mondo dei pagamenti in BTC.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.
Criptovaluta.it è su Google News !
Resta aggiornato sulle ultime news elaborate dal centro studi di Criptovaluta.it per Google News - clicca su questo link e poi sulla stellina ⭐ in alto a destra.

Iscriviti alla newsletter

5 commenti

  1. Sinceramente avrei preferito leggere che 120 milioni di persone nel mondo avessero comprato uno 0,1 bitcoin, che a conti fatti, 120 milioni/10 = 12 milioni di bitcoin.
    Quello sarebbe un colpaccio da capogiro e se ne avessero comprato uno 0,2?
    Hopss non ce ne abbastanza!
    Perché è stato minato il 90% dei btc e anche se fossero stati minati tutti ce ne sarebbero comunque 21x 10 alla sesta e non 24…….
    Mi sbaglio??
    Quindi calcolatrice alla mano se 120 milioni di persone oggi comprassero circa l’equivalente di 4000€ a testa in btc non ci sarebbero btc a sufficienza per tutti?
    Ditemi se sbaglio i conti?

  2. Buongiorno a tutto il gruppo. Grande Giorgio hai fatto lo stesso ragionamento che all’epoca fece il presidente di Coca-Cola “preferisco avere 200 persone che consumano una lattina di Coca al giorno piuttosto che avere una che ne consuma 200” con la differenza che il prezzo di ogni singola lattina sarebbe rimasto immutato. Ma arriverà anche quel momento per Bitcoin, il mercato è ancora giovane e immaturo ed è per questo che Saylor si sta preparando, e noi facciamo quello che sappiamo fare meglio, acquistiamo e aspettiamo. Buona giornata. Un saluto al mitico Gianluca.

  3. Ragazzi guardate che qui non si caricano i commenti, giusto per dirvelo👍

  4. Grazie Giorgio, non sono un mito ma solo un appassionato di investimenti mobiliari da oltre 30 anni e prima di internet mi informavo con le riviste dell’epoca e vari libri per cercare di gestire al meglio il capitale. Ora ho la sensazione che ci sarà un cambiamento importante e dovremo fare attenzione ai movimenti del mercato e agire di conseguenza. Coloro che ci vogliono imporre un nuovo ordine mondiale ci saranno sempre ma non potranno più tenerci allo scuro di tutto. Forza guerrieri, forza BTC.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *