Home / News / Previsioni Bitcoin, come cavalcare il prossimo trend rialzista: ecco quando comprare
Bitcoin

Previsioni Bitcoin, come cavalcare il prossimo trend rialzista: ecco quando comprare

Il mercato criptovalutario apre la settimana con uno scenario piuttosto “misto”, contraddistinto da un tentativo di recupero di Bitcoin sopra la soglia dei 10 mila dollari. Ma c’è da fidarsi? Dovete comprare Bitcoin ora cavalcando un trend rialzista? O è meglio attendere?

Valore delle criptovalute in aumento

Iniziamo con uno sguardo al mercato complessivo delle valute digitali, con Bitcoin e le principali altcoin che stanno provando un’accelerazione (timida), dopo una lieve crescita durante le ore di fine domenica. La capitalizzazione di mercato totale è così salita di 4 miliardi di dollari, a 252 miliardi, nella giornata di domenica, ma il volume medio giornaliero degli scambi è rimasto invariato a 40 miliardi di dollari. La quota di mercato di Bitcoin è quasi del 70%, a conferma che, nonostante i nuovi progetti si facciano sempre più rilevanti, nessuno sembra poter fare a meno del “perno” rappresentato dalla più nota criptovaluta.

Conviene comprare Bitcoin? I segnali rialzisti

Il trading su Bitcoin sembra tingersi per un modesto ottimismo rialzista, con BTC in grado di ergersi sopra le principali medie mobili semplici di riferimento, ma senza sostenere una spinta superiore al livello di ritracciamento di Fibonacci al 50%. Il picco toccato nel weekend, a 9.840 dollari, ha poi ricondotto un ritracciamento che si è interrotto poco fa, con BTC che, al cambio con il dollaro e al momento in cui scriviamo, quota 9.765 dollari, sostenuto peraltro da un leggero miglioramento dei livelli tecnici.

Segnali incoraggianti, in termini rialzisti, sembrano giungere anche dall’analisi del Moving Average Convergence Divergence (MACD), in area positiva, segnalando così che gli acquirenti potrebbero avere ancora la meglio.

Bitcoin
Range laterale per BTC, ma i segnali sembrano indicare una possibile ripartenza rialzista.
Fonte: CoinMarketCap

Riteniamo tuttavia di convenienza temporeggiare ancora un po’, e verificare se Bitcoin sarà o meno in grado di rimanere sopra i 9.700 dollari: una soglia molto importante per poter dare a BTC la giusta spinta per concentrarsi sull’arrivo a 10.000 dollari. Se invece dovesse prevalere una tendenza ribassista, e il supporto dei 9.700 dovesse essere sfondato, allora val la pena porre la focalizzazione sulle altre aree di supporto, a 9.600, 9.400 e 9.300 dollari.

Previsione BTC rialzista, ma attenzione alla volatilità di mercato

Dunque, al giorno d’oggi, il nostro suggerimento è quello di guardare con fiducia al trend rialzista su Bitcoin, con una previsione BTC che invita a guardare verso l’alto. Attenzione però alla difficoltà di gestire quello che è in buona sostanza un contesto di crescente volatilità, con una fase laterale che non fornisce ancora indicazioni molto chiare, ma in una situazione che potrebbe cambiare drasticamente oggi, a seconda di come si comporteranno i mercati finanziari globali.

Anche se la correlazione di Bitcoin con altre asset class rimane piuttosto bassa, riteniamo infatti che gli sviluppi sul mercato finanziario internazionale finiranno in maniera indiretta con l’influenzare il sentimento dei trader sulle criptovalute.

In sintesi, riteniamo che vi siano indicazioni tecniche di supporto per la strada rialzista di Bitcoin, ma che l’ingresso con una posizione long debba attendere ancora dei suggerimenti più concreti. Meglio pertanto dare uno sguardo a quel che avverrà oggi sull’ambito criptovalutario, con ovvio riferimento esplicito a Bitcoin, oggetto del nostro attuale approfondimento, e verificare se il test a 9.700 dollari sarà o meno rispettato. In caso di trend rialzista, aggiornare le proprie valutazioni in vista di un possibile raggiungimento di quota 10.000 dollari, una soglia psicologica che i tori potrebbero avere piacere a sfondare. ent 5

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *