Home / News / Previsioni criptovalute, Fed taglia tassi e manda in ribasso Bitcoin & co.: ora è meglio comprare!
criptovalute

Previsioni criptovalute, Fed taglia tassi e manda in ribasso Bitcoin & co.: ora è meglio comprare!

La Federal Reserve taglia i tassi di interesse e, nonostante la mossa fosse attesa dal mercato e in parte già prezzata, le criptovalute rispondono negativamente: Bitcoin intraprende il trend ribassista dopo qualche giorno di assenza di direzionalità, spendendo la propria quotazione sotto quota 10.000 dollari: mentre scriviamo il cambio BTC/USD sta cercando di rimbalzare tiepidamente dopo aver toccato un nuovo minimo di sessione a 9.585.86 dollari.

In perdita anche le altre principali criptovalute, con i prezzi di Ethereum (- 1,73%) e XRP (- 6,46%) in netta contrazione. E ora? Quali sono le previsioni criptovalute per i prossimi giorni, da sfruttare con i migliori broker come 24option e eToro?

Previsioni Bitcoin: doccia fredda per BTC

Quanto accaduto nelle ultime ore ci fornisce diversi spunti di analisi, che di seguito vogliamo brevemente riassumere.

Innanzitutto, si tenga conto come il movimento di discesa dei prezzi della criptovaluta si sia verificato nonostante la presenza di qualche spunto rialzista, come quelli forniti dai recenti attacchi dei droni agli impianti di produzione petrolifera dell’Arabia Saudita, che hanno pregiudicato il 5% dell’offerta mondiale di petrolio. L’ultimo annuncio del taglio dei tassi Fed e il suo impatto immediato sul prezzo di Bitcoin ha probabilmente segnalato ai trader che è bene non trattare BTC come un safe haven, in tempi di crisi macroeconomica e geopolitica.

Bitcoin, brutto calo ma il supporto sembra reggere.
Fonte: CoinMarketCap.com

Il nostro consiglio: comprare Bitcoin!

Ad ogni modo, il mercato sta cercando già di testare qualche rimbalzo. E non sono pochi i bulls che ritengono che in realtà BTC si stia preparando per toccare nuovi massimi nel corso del prossimo futuro: Arthur Hayes, CEO e co-fondatore di BitMEX, punta a un Bitcoin a 20.000 dollari nei prossimi mesi, mentre Nigel Green, fondatore e CEO di deVere Group, suggerisce che in realtà la mossa della Fed nel medio termine potrebbe favorire proprio BTC, perché un minor costo del denaro ridurrebbe l’incentivo a mantenere la valuta fiat nel proprio portafoglio.

Il problema è, semmai, che la Fed non sembra aver fornito alcun segnale per ridurre ulteriormente il tasso di interesse, considerato che a margine del suo meeting il FOMC ha fatto intendere di aver conservato il proprio sentimento di equilibrio.

Al di là di ciò, riteniamo che possa essere conveniente, su queste soglie di prezzo (ca. 9.800 USD) intervenire a comprare Bitcoin, con una prospettiva rialzista.

Come fare trading su Bitcoin

Come ogni giorno, riportiamo di seguito la nostra mini guida per fare trading su Bitcoin ricorrendo ai servizi dei migliori broker attualmente in circolazione, come eToro 24option. Pochi passi per poter entrare in posizione su BTC o sulle altre criptovalute, senza rischi e con ghiotte opportunità!

Iniziamo rammentando che, se ad esempio vuoi scegliere eToro (sito ufficiale) come tuo nuovo broker di riferimento, sarà sufficiente:

  • aprire qui un conto di trading gratis;
  • effettuare un primo versamento di capitale scegliendo lo strumento di pagamento preferito;
  • accedere con le proprie credenziali al proprio account su eToro;
  • aprire posizione long (buy) per comprare Bitcoin e assumere una posizione rialzista, ricordandosi di fissare gli stop loss in prossimità dei livelli di supporto sopra indicati, e i take profit in prossimità dei livelli di resistenza sopra indicati.

Se invece scegli 24option (sito ufficiale), la procedura non cambia. Devi infatti:

  • aprire qui un conto di trading gratis;
  • effettuare un primo versamento di capitale scegliendo lo strumento di pagamento preferito;
  • accedere con le proprie credenziali al proprio account su 24option;
  • aprire posizione long (buy) per comprare Bitcoin e assumere una posizione rialzista, ricordandosi di fissare gli stop loss in prossimità dei livelli di supporto sopra indicati, e i take profit in prossimità dei livelli di resistenza sopra indicati.

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *