Home / News / Bitcoin, ecco come i prezzi BTC reagiscono ai tweet di Trump

Bitcoin, ecco come i prezzi BTC reagiscono ai tweet di Trump

Quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump twitta, generalmente si tende a fare grande attenzione alle sue affermazioni. Ma potrebbe esserci una qualche correlazione tra i recenti tweet di Trump e le turbolenze dei prezzi di Bitcoin?

In particolare, uno dei tweet più recenti di Trump potrebbe essere responsabile del calo dei prezzi di Bitcoin? Oppure quelle che sembrano essere delle relazioni potenziali non sono nient’altro che una pura coincidenza?

Trump fa precipitare Bitcoin?

Come più volte abbiamo sottolineato in queste pagine, il prezzo di Bitcoin si è reso protagonista di un vero e proprio rally da quando è arrivata la notizia che gli Stati Uniti hanno lanciato un attacco aereo con un drone, uccidendo il generale iraniano Qasem Soleimani.

Il principale asset criptovalutario per capitalizzazione di mercato ha “beneficiato” di questa situazione così tesa, e ha assunto un possibile ruolo di saffe haven digitale.

Ricostruendo quanto accaduto, rileviamo come il boom sia iniziato il 2 gennaio, per poi accelerare nel momento in cui le tensioni tra i due Paesi sono cresciute, ma ritracciando nel momento in cui Trump ha twittato che gli Stati Uniti si sarebbero vendicati, qualora provocati.

È interessante notare come la notizia iniziale del conflitto abbia causato un incremento delle quotazioni di Bitcoin, ma l’escalation di Trump e dei suoi tweet abbia poi determinato un calo.

Esaurito l’effetto del tweet, l’incremento del prezzo di Bitcoin è poi proseguito, salvo poi arrestarsi proprio quando Trump ha twittato ancora una volta.

È rilevante evidenziare come, in tale occasione, il tweet di Trump è stato in realtà un tentativo di allentare le tensioni, che ha prontamente fatto sì che Bitcoin invertisse la tendenza.

Ad ogni modo, non è questa la prima volta che un tweet del presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha “causato” (forse!) un turbamento nell’evoluzione di Bitcoin.

All’inizio di luglio, per esempio, Bitcoin era nel bel mezzo di un altro tentativo di ritestare i 14.000 dollari. All’epoca Trump fece una serie di tweet su Facebook Libra, Bitcoin e il mondo criptovalutario in generale, parlando in particolar modo della sua avversione verso la classe degli asset emergenti e di come questa venga utilizzata per attività criminali illecite.

L’evoluzione dei prezzi BTC negli ultimi 6 mesi.

Con l’occasione Trump ebbe altresì modo di invitare le autorità di regolamentazione statunitensi a guardare più da vicino il mercato criptovalutario e ad applicare regole più severe.

Non è un caso che da allora, il progetto Libra di Facebook è stato pesantemente demonizzato e potrebbe non vedere mai la luce del giorno. Da quel fatidico giorno, peraltro, anche Bitcoin ha avviato una tendenza al ribasso.

Insomma, la prossima volta che Trump twitta qualcosa che ha anche a fare anche indirettamente con il mercato criptovalutario, potrebbe forse essere il momento giusto per aprire una posizione short!

Fare trading di Bitcoin con Investous

Naturalmente, sarebbe eccessivamente superficiale programmare le proprie posizioni sulle criptovaluta sulla base di questa sola relazione ma… è per lo meno curioso che più volte nel recente passato sia stato possibile determinare questo tipo di collegamento.

Se comunque vuoi sapere come aprire una posizione short, il nostro suggerimento è quello di farlo con un broker al top del mercato come Investous (clicca qui per il sito ufficiale), un operatore che ti permetterà di fare investimenti nei mercati criptovalutari con la massima efficacia.

Una volta che hai aperto qui un conto di trading, dovrai alimentare il tuo account con un versamento di fondi utilizzando lo strumento di pagamento che preferisci e, successivamente, entrare nella piattaforma di trading con le tue credenziali.

A quel punto, usa le maschere di ricerca per poter trovare l’asset su cui vuoi investire (in questa ipotesi, Bitcoin) e clicca sul pulsante rosso, di vendita, per aprire una posizione short.

Indica il capitale, l’eventuale leva finanziaria e fissa sempre gli stop loss e i take profit per poter contenere il rischio e… conferma l’operazione!

Se vuoi avere una visione ancora più approfondita di quel che devi fare per poter investire in Bitcoin con Investous, ti ricordiamo che qui puoi leggere la nostra guida ufficiale!

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *