Home / Ethereum Classic vola sulle ali del merge | Ecco perché potrebbe salire sopra…

Il merge aiuta ETC

Ethereum Classic vola sulle ali del merge | Ecco perché potrebbe salire sopra…

Le buone notizie che arrivano dal merge di Ethereum hanno dei riflessi anche sul progetto se vogliamo gemello, Ethereum Classic, quello che potrebbe giovarsi del grande numero di miner che si troveranno “disoccupati” e saranno in cerca di un sistema verso il quale ridirigere le loro macchine e le loro schede grafiche.

$ETC corre facendo segnare una crescita in doppia cifra sulle 24 ore, una crescita che segnala come probabilmente ci sarà poco spazio anche per chi, successivamente al merge, cercherà di effettuare un ulteriore fork per rimanere in Proof of Work. E i 15 giorni circa che mancano al passaggio del progetto principale alla Proof of Stake potrebbero essere ulteriormente dense di sorprese.

Possiamo investire su Ethereum Classic anche con la piattaforma sicura Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con CAPITALE DI PROVA SENZA LIMITI – intermediario che ci permette di investire al top su 476+ cripto asset, con un listino in costante espansione al fine di coprire anche gli ultimi progetti rilevanti.

E abbiamo sempre tramite questo intermediario la possibilità di investire con MetaTrader 4 e TradingView, le due piattaforme principali utilizzate dai professionisti del mondo del trading, anche su asset diversi dalle cripto. E con 20€ possiamo passare anche al conto reale, nel quale troveremo il WebTrader dotato di intelligenza artificiale per l’analisi dei nostri acquisti e correzioni del portafoglio.

Ethereum Classic sfrutta il passaggio alla Proof of Stake del “fratello gemello”

Era qualcosa che in molti avevano previsto, ma che in pochi forse avrebbero immaginato in queste proporzioni. Siamo ancora a parlare del merge di Ethereum, per il quale la timeline ora è più che fissata e definita. Gli effetti sul prezzo però si hanno su Ethereum Classic, che potrà fare da albergo per tutti quei miner che non potranno più dedicare la loro potenza di calcolo a Ethereum in senso proprio.

Ethereum Classic volo merge
Difficile stabilirlo adesso

Questo, insieme a diversi investimenti da parte di gruppi di miner, potrebbero dare nuova linfa vitale ad Ethereum Classic, nonostante manchi il supporto dei progetti più importanti e nonostante l’enorme distanza di $ETC da $ETH anche in termini di volumi di scambio e di capitalizzazione di mercato.

Il tutto da prendere con le pinze almeno in termini di movimenti di breve periodo: perché i movimenti che sono stati fatti registrare in queste ore sono anche frutto di una speculazione quasi pura. E qualcuno potrebbe anche pensare di realizzare i guadagni ottenuti innescando qualche piccolo sell off.

Ethereum Classic potrà essere davvero un’alternativa?

Dipende dai punti di vista. Forse qualche importante progetto che tiene particolarmente a rimanere in Proof of Work deciderà di ridirigersi qui. Ci sarà però anche la concorrenza del nuovo fork quasi finalizzato, con a capo uno dei miner più importanti del circondario.

La situazione è dunque complesso e di grande difficoltà per chi vuole provare a leggerla in anticipo. Il nostro consiglio non può che essere quello di prestare attenzione a qualunque movimento di breve, cercando di proteggersi anche con stop loss e eventualmente con take profit, dato anche lo stato di nervosismo assoluto dei mercati, anche all’interno di una giornata generalmente verde per tutto il comparto.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.
Criptovaluta.it è su Google News !
Resta aggiornato sulle ultime news elaborate dal centro studi di Criptovaluta.it per Google News - clicca su questo link e poi sulla stellina ⭐ in alto a destra.

Iscriviti alla newsletter

4 commenti

  1. c’è spazio per una sola PoW nel mondo crypto, se vogliamo parlare di PoW sicure… e sappiamo tutti che questa è Bitcoin. Ethereum Classic se ricordo bene è già stato attaccato più volte, proprio per la debolezza della sua PoW. Certo chi aveva scommesso contro il merge di Ethereum (o solo su un suo ulteriore spostamento in avanti) si ritrova con schede grafiche o asic dedicati che probabilmente non sono convertibili per minare con profitto BTC, quindi ha 3 prospettive: 1) iniziare a minare eth classic 2) sperare che il 15 settembre ethereum venga di nuovo forkato e minare la “nuova” versione pow 3) vendere le schede grafiche e raggranellare tutti i soldi che può.
    Se notate proprio ieri Ark Invest ha venduto milioni di quote di Nvidia, prima produttrice al mondo di schede grafiche… e un pa di settimane fa Nancy Pelosi pure (anche se qui la motivazione potrebbe essere il rischio di insider trading, che è ancora peggio, ma vabbè)… curioso, eh? 🙂
    Personalmente ritengo MOLTO rischioso comprare ora ethereum classic: si sta puntando su un cavallo che non vincerà mai, sarà sempre dietro a BTC come PoW e potrebbe infastidire il “vero” ethereum pos solo se il merge si rivelasse un disastro… ma un disastro non correggibile (cosa che è praticament eimpossibile avvenga). Certo forse per qualche tempo crescerà, con il trasferimento dei miner, ma sul lungo periodo… non vedo prospettive.
    Come sempre, ognuno faccia quello che vuole 😀

  2. Cips sgnaps pops… pow o superpow?

  3. Salve a tutti mi chiedo se chi scrive e chi risponde in realtà abbia fatto mining nella sua vita .
    ETC progetto senza use case facile da attaccare con un Sybil Attack …
    Andandosi a documentare su siti appositi come ad esempio what to mine si scopre che ci sono altri progetti POW migliori di ETC e che molto probabilmente faranno strada come ad esempio FLUX che oltre ad essere POW ha anche i nodi POS a protezione della rete e che inoltre svolgono un real use case nel mondo web2 e nel web3 .
    Saluti gente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *