Home / Ethereum: Guida completa ad Eth coin

Ethereum: Guida completa ad Eth coin

Ethereum, la possiamo definire come la rivale dei Bitcoin visto e considerato che è la seconda criptovaluta più diffusa al mondo.

Per il momento è ancora lontana dallo scardinare il trono della regina, ma potrebbe anche succedere che questo avvenga perché nel solo ultimo anno, la criptovaluta ha galoppato molto più rispetto al bitcoin.

Essa è stata sviluppata nel 2014 per opera del programmatore russo Vitalik Buterin ed oggi è arrivata ad avere oltre 100 miliardi di capitalizzazione (contro i 60 dei bitcoin) per un circolante vicino ai 100 milioni di eth in circolazione ( dati aggiornati a gennaio 2018 – fonte coinmarketcap ).

ethereum cos'è come funziona
Ethereum è la seconda criptovaluta più capitalizzata al mondo, ma come funziona? Scoprilo in questa guida

Criptovaluta Ethereum: definizione

Ethereum è definita come la piattaforma decentralizzata del Web 3.0 utile alla creazione di pubblicazione peer-to-peer di contratti intelligenti (smart contracts) che sono creati in un linguaggio di programmazione Turing-completo.

La possiamo ancora definire come una piattaforma decentralizzata la quale gestisce i contratti in maniera intelligente, dove le applicazioni vengono eseguite esattamente in base a quanto programmato, senza alcuna possibilità di inattività, censura, frode o interferenze di terzi.

Queste applicazioni nella maggior parte dei casi sono eseguite su un blockchain creato su misura, che altro non è se non una enorme e potente infrastruttura globale condivisa.

In breve questo consente agli sviluppatori di creare:

  • mercati;
  • registri;
  • spostare i fondi in conformità con le istruzioni fornite in passato (come un contratto a termine);
  • ecc.

In breve è possibile anche eseguire delle diverse attività comprendenti anche quelle che ancora oggi non sono state inventate.

La caratteristica essenziale è che tutto avviene senza un intermediario o il rischio di una controparte.

Il progetto è considerato dunque come una realtà “crowdfunded” che ha preso il via nel mese di agosto 2014, da fan presenti in tutto il mondo. Questo come vedremo anche in seguito meglio, è stato sviluppato dalla Fondazione Ethereum, ovvero un’organizzazione no-profit svizzera, con il contributo di grandi menti di tutto il mondo.

>>> Lettura d’approfondimento consigliata: Che cosa sono gli Ethereum ?

Prezzo Ethereum: quotazione in tempo reale

Grafico valore Ethereum oggi

Di seguito il grafico con l’ultimo valore aggiornato in tempo reale – prezzi riferiti alla compravendita di prodotti CFDs offerti dal broker Plus500. *Servizio CFD”. L’80,6% perde denaro “.

Ethereum: caratteristiche

Caratteristiche: Al fine di girare sulla rete peer-to-peer, i contratti di Ethereum “pagano” un utilizzo della potenza computazionale tramite una unità di conto, che viene detta Ether, che funge quindi da criptovaluta che da carburante.

In breve, contrariamente a quanto accade per le altre criptovalute, Ethereum non è solo un network per lo scambio di valore monetario ma anche una rete al cui interno girano contratti basati su Ethereum.

Tutto questi contratti possono essere utilizzati anche in maniera sicura al fine di eseguire un vasto numero di operazioni:

  1. sistemi elettorali;
  2. registrazione di nomi dominio;
  3. mercati finanziari;
  4. piattaforme di crowdfunding;
  5. proprietà intellettuale, ecc…

Il rilascio della prima versione “live” della piattaforma (cosiddetta, versione Frontier) è avvenuto il 30 luglio 2015.

Ethereum oggi fa parte di un gruppo di piattaforme blockchain detto di “nuova generazione” (“2.0”).

Sviluppo

Lo sviluppo di Ethereum ha preso il via nel dicembre 2013, e le prime versioni del software in linguaggio Go e in linguaggio C++ sono state rilasciate agli inizi del febbraio 2014.

Sono ormai circa 3 anni che da allora si parla di diverse versioni successive, che hanno incluso lo sviluppo di tre linguaggi di programmazione appositamente creati per scrivere smart contracts:

  1. Serpent (ispirato al linguaggio Python);
  2. Mutan (ispirato al linguaggio Go);
  3. LLL (ispirato al linguaggio di programmazione Lisp).

Al fine di finanziare il lavoro di sviluppo, Ethereum ha lanciato un’offerta pubblica di pre-vendita di Ether.

L’offerta pubblica è durata ben 42 giorni tanto che ha totalizzato ben 31.591 Bitcoin, pari a 18,4 milioni di dollari statunitensi.

logo ethereum
Ethereum ha una storia recente ma di grande successo

La Proof of Concept numero 5, è stata distribuita su GitHub il 22 luglio 2014, nello stesso momento in cui venne lanciata la prevendita di Ether, e comprendeva numerosi cambiamenti rispetto alla Proof of Concept precedente.

In sostanza per la prima volta i due clients, uno scritto in C++ ed un altro in Go, hanno iniziato ad interagire alla perfezione e lavorare sulla stessa Blockchain.

Sono nell’Agosto 2014, un client scritto in Python è stato aggiunto alla lista delle piattaforme disponibili.

Con la Proof of Concept numero 7 è stato lanciato poi Solidity, ovvero un linguaggio di programmazione ibrido, ispirato a JavaScript/C++, il qaule conteneva numerosi arricchimenti sintattici in modo da poter essere compatibile e versatile per la compilazione degli smart contracts su Ethereum.

Anche i tempi dei blocchi sono stati ridotti da appena 60 secondi a 12 secondi, utilizzando un nuovo protocollo basato su GHOST.

Ethereum mining

Per chi è nuovo del trading con le cripotvalute ma non del trading online, deve conoscere anche il processo del mining.

Questo processo funziona allo steso modo, come funziona il Bitcoin, ovvero permette di accedere a degli ETH (l’ether, la valuta Ethereum) in cambio di mantenere in sicurezza la rete.

Anche se oggi il sistema sembra essere ancora in fase beta, sembra essere considerato un sistema che funziona molto bene con qualunque processore Linux, Mac o Windows.

Il mining dunque lo definiamo come la modalità con cui puoi generare Ether solo e soltanto utilizzando la potenza di calcolo del tuo PC.

Se sei intenzionato a fare mining con la piattaforma Ethereum è necessario che tu possieda un computer dotato di più schede video, visto e considerata che la potenza di calcolo da utilizzare è quella della GPU e non del microprocessore principale del computer.

Per la guida al mining di ethereum, visita: Mining Ethereum

Caratteristiche

Al momento possiamo consigliarti di utilizzare una delle migliori schede video (utili a fare mininig di Ethereum):  AMD Radeon RX 400 e RX 500. Al fine poi di calcolare quanti Erher puoi generare con il tuo hardware devi prendere in considerazione anche in l’hashrate misurato in MH/S.

Per calcolare il possibile profitto è fondamentale che tu prenda in considerazione anche le spese di acquisto dell’hardware necessario, comprese anche le diverse schede video che ti servono proprio per lavorare in parallelo.

Il guadagno che potresti ottenere è quello derivante dalla quantità quantità di Ether che riesci a generare con il tuo hardware, al netto del costo dell’elettricità e dalla quotazione dell’Ether.

E’ molto importante che tu prenda in esame queste variabili prima ancora di iniziare il mining di Ethereum al fien anche di valutare i profitti.

In questo caso devi possedere:

  • Geth: un programma che mette in comunicazione il tuo PC con la piattaforma di Ethereum;
  • Ethminer: il software che gestisce la scheda grafica;
  • Ethereum Wallet: ovvero il portafoglio di Ether al cui interno contiene le informazioni relative ai tuoi soldi digitali e tramite il quale puoi inviare e ricevere la moneta elettronica.

Una volta intallati e configurati correttamente questi 3 software puoi anche tu iniziare a fare mining con il tuo PC.

mining ethereum
La tipica attrezzatura per fare mining di Ethereum, che può essere fatto tramite CPU o scheda video

Ricordati però che devi anche iscriverti ad un servizio di mining cooperativo dove potrai monitorare la tua attività in termini di MH/s, come anche i tuoi guadagni e nel caso settare i pagamenti automatici.

Mining Pool

I Mining Pool le possiamo definire come delle piattaforme che a fronte del pagamento di una fee, ti permettono di condividere la potenza di calcolo del tuo PC con altre persone.

In gergo questa pratica la si identifica come tecnologia del Calcolo Distribuito, che altro non fa che aumentare la potenza e migliorerete le performance. Tra i mining pool più famosi per Ethereum ci sono EthereumPool (non richiede la registrazione) e Coinotron (richiede la registrazione).

Il mondo delle criptovalute è in continua evoluzione. Prima di iniziare qualsiasi attività sui Mining Pool ti consigliamo di raccogliere una maggiore mole di informazioni al riguardo.

Considera che Affidabilità, costi e performance nell’estrazione delle monete variano continuamente.

Cosa si può fare con Ethereum?

E’ chiaro che, come abbiamo visto e vedremo, con Ethereum si possono fare tante cose come anche creare i cosiddetti contratti “smart”.

Questi in sostanza possono rappresentare qualsiasi cosa.

Considera anche che per girare sulla piattaforma p2p, “pagano” l’utilizzo tramite l’unità di valuta, chiamata Ether, che è quindi una criptovaluta, il “carburante” della piattaforma.

Attenzione dunque a non considerare Ethereum solo una piattaforma per lo scambio monetaria, ma la si deve anche considerare come un mezzo utile a far girare i contratti basati su Ethereum.

smart contracts cosa sono
Gli smart contracts sono contratti eseguiti automaticamente attraverso la verifica eseguita da un algoritmo

Ecco dunque che con Ethereum puoi iniziare a costruire quello che hai sempre sognato di fare, visto e considerato che potrebbe anche essere intesa come il denaro per il tuo business, che potrebbe essere potenziato in quanto opera su una rete decentralizzata, e crittograficamente sicura, completamente inespugnabile.

Oggi ti possiamo dire con tuta franchezza che molti programmatori stanno già lavorando allo sviluppo di applicazioni completamente decentralizzate, sfruttando al massimo i vantaggi di Ethereum, in quanto questa rappresenta un elemento necessario per il funzionamento della piattaforma applicativa distribuita.

In sostanza si potrebbe trattare di una forma di pagamento che avviene da parte dei clienti della piattaforma per le macchine che eseguono le operazioni da loro richieste.

Definiamo quindi Ether un incentivo! Un modo attraverso cui gli sviluppatori possono scrivere applicazioni di qualità mantenendo sana la rete.

Per approfondimenti ti consigliamo la lettura: Come funziona Ethereum

Ethereum: quotazione in tempo reale

La sua quotazione attuale la rende la seconda criptovaluta più diffusa al mondo con un valore di 245 dollari.

Quello che maggiormente ha colpito è stato però il boom che la vista protagonista da Gennaio ad oggi.

Nel gennaio infatti valeva appena 10 dollari, mentre la sua portata arriva a toccare 400 ad agosto. Nell’ultimo mese ha ripiegato, poi come anche tutte le altre cripto valute, principalmente a causa della stretta cinese.

Invece, negli ultimi giorni abbiamo notato che è tornata a rialzare la testa e molti analisti scommettono che sia dell’Ethereum, piuttosto che del Bitcoin, il futuro scettro del settore.

Difficile dirlo, ma non ci resta che attendere visto e considerato anche l’altissima volatilità e la totale assenza di regole del mondo delle valute virtuali.

Altra cosa che possiamo dirti riguarda le possibilità di investimenti con Ethereum: infinite.

Questo lo si deve a dei fattori molto semplici.

Innanzitutto la piattaforma è distribuita sul meccanismo della blockchain come per i bitcoin e dash e tutte le altre criptovalute.

Queste non consente solo scambi di valore monetario, ma anche la creazione di smart contract, ovvero di contratti intelligenti.

La criptomoneta, in questione realmente si chiama Ether, e con il termine Ethereum spesso indichiamo la valuta virtuale.

Per ulteriori approfondimenti sulla quotazione Eth, clicca: Quotazione Ethereum e grafico in tempo reale

Cambio Ethereum / Euro: quotazione in tempo reale

Dall’Aprile 2017, Ethereum è stato oggetto di interesse da parte dei trader speculatori, comprese anche banche e investitori privati.

Questo ha portato il prezzo a salire rapidamente, tanto che ha toccato i massimi oltre i 1.300 € per unità di criptovaluta.

Successivamente, si sono registrati dei piccoli cali anche molto importanti, che altro non hanno fatto se non assestare il valore di Ethereum nei confronti della valuta unica europea; nonstante questi ribasso, sembra un prezzo abbastanza aperto alle fluttuazioni del mercato.

Come in tutti i mercati a determinarne il valore sono infatti le forze della domanda e dell’offerta, che sono guidate non solo dalla quantità di utilizzatori puri della moneta, ma anche dall’interesse e dalla quantità di patrimoni investiti.

Da qui ne deriva che il grosso delle quotazioni Ethereum, come anche delle criptovalute, è particolarmente volatile tanto che potrebbe cambiare sostanzialmente anche nell’arco di poche ore.

Tutti color che hanno deciso di investire in questa particolarissima piattaforma dovranno seguire l’andamento dei principali nodi di scambio costantemente, proprio come se si trattasse di un investimento sul mercato Forex.

Di seguito puoi vedere il valore di ethereum in Euro oggi con valori di scambi in eth nelle ultime 24 ore e valore di capitalizzazione complessivo aggiornato.

Che cosa sono gli smart contract?

Li possiamo definire come dei Software che facilitano, verificano e fanno rispettare la negoziazione e la validità dei contratti stipulati al fine di scambiare:

  • Denaro;
  • Azioni;
  • Contenuti, ecc.

Una volta che lo smart contract viene avviato, questo viene eseguito direttamente sulla blockchain come è stato programmato, anche senza la possibilità di interferenza di terzi (frodi) o degli stessi contraenti.

Anche in questo casso, non esistono autorità che la gestiscono e la controllo, in quanto il tutto viene gestito e lasciato in mano agli utilizzatori.

Una caratteristica al momento comune per tutte le criptovalute potremmo dire.

Uno dei meccanismo degli smart contract che si utilizza, permette di lasciare traccia di tutti i risultati ottenuti nella blockchai della valuta. Quindi possiamo dire che questo strumento è molto più trasparente rispetto a Bitcoin ma allo stesso tempo, consente di portare avanti degli accordi che esulano dalle legislazioni di qualsiasi Paese.

Attenzione:

Ethereum come molte altre criptovalute non è immune dalla diffusione di scambi e commerci illegali.

Proprio a seguito dell’applicazione ad ambiti potenzialmente infiniti,  Ethereum è la criptovaluta preferita delle big corporation.

Microsoft, Mastercard, Cisco, Jp Morgan sono solo alcune delle decine  e decine di aziende che stanno aderendo a Enterprise Ethereum Alliance: ovvero all’iniziativa non-profit che intende promuovere lo sviluppo di soluzioni tecnologiche basate su Ethereum in modo trasparente e legale.

Etereum VS BitCoin: somiglianze e differenze

ethereum bitcoin differenza analogie
Ethereum e Bitcoin non vanno confusi, essendo due progetti molto diversi

Oggi possiamo affermare che ci sono delle somiglianze tra le 2 criptovalute.

Bitcoin ed l’Ethereum sono definite come criptovalute, che possono solo ed esclusivamente essere comprare e vendute sul web.

Tutte e 2 in effetti sono fuori dalla supervisione delle banche centrali o di qualunque altra istituzione nazionali la quale controlla il mercato dei cambi.

Anche in merito alla tecnologia si cui si basa Ethereum non discosta molto da quella della rivale e tutto si basa su blockchain, ovvero un protocollo di comunicazione che identifica una tecnologia basata sulla logica del “database distribuito”, il quale non si trova fisicamente solo su un server (computer), ma si trova su più computer nello stesso momento.

Possiamo anche dire che nonostante tutto Ethereum è stata pensata come uno strumento per le transazioni tra imprese.

In pratica, Buterin ha messo a punto un protocollo di fiducia su cui costruire contratti tra 2 parti, che si possono applicare in settori completamente differenti tra loro, dalla finanza all’energia, passando dall’istruzione, senza la necessità di intermediari.

Questa idea sembra essere oggi l’unica in grado di riscuotere un grande successo, visto e considerato che non è un caso quest’anno sia nato Ethereum Enterprise Alliance, ovvero un enorme consorzio che mette insieme tutte le imprese che lavorano all’integrazione di questa tecnologia nelle loro infrastrutture.

Ethereum, potrebbe veramente sostituire il Bitcoin?

Il monopolio del Bitcoin inerente al mercato delle criptovalute è arrivato al capolinea? Sono in tanti che se lo chiedono, ma se questo si dovesse venire a verificare vorrebbe dire anche vi è un’altra entità che potrebbe prendere il suo posto.

Oggi possiamo affermare con certezza che la protagonista indiscussa delle monete digitali, dovrà vedersela con Ethereum, che altro non è se non la sua rivale diretta che dal’inizio dell’anno gli sta rubando la scena mettendo a segno performance di crescita da capogiro: +3.000% contro il +140%.

Ma perché?

Che cos’è esattamente Ethereum?

In che cosa si differenzia dalla rivale Bitcoin?

Se fino a questo moemtn,o, abbiamo potuto affermare che i Bitcoin erano al criptovaluta per eccellenza oggi possiamo invece fare appello a Ethereum le cui origini sono relativamente recenti.

La criptovaluta ha infatti solo 2 anni di vita contro gli 8 del Bitcoin ma gli sta dando già del filo da torcere. Copme abbiamo già visto è stata creata nel 2014 da Vitalik Buterin, che altro non è se non un programmatore russo che oggi ha appena 23 anni ed è considerato da molti un vero genio matematico, che a seguito dell’abbandono degli studi universitari si è dedicato per un paio d’anni allo sviluppo della moneta concorrente del Bitcoin.

Ethereum: previsioni a lungo termine

Le ultime settimane sono state presa d’assalto dalle vendite, in linea con quanto è successo alla rivale Bitcoin.

Abbiamo potuto notare che Etherum si è poi ripresa in quanto è risalita fino a 260 dollari, anche se ancora sotto rispetto a i massimi toccati il 13 giugno (393,75 dollari), a fronte dei poco più di 7 dollari di inizio anno.

La capitalizzazione di mercato invece è di 29 miliardi di dollari contro i 42 miliardi di dollari del Bitcoin.

Nessuno fino a pochi mesi fa avrebbe mai potuto scommettere che la neonata Ethereum si sarebbe spinta fin qui.

Ma per molti questo è solo l’inizio. Infatti l’hedge fund Polychain Capital è specializzato in criptovalute, e mette in conto che già nel 2018, con il bene stare dei sostenitori del Bitcoin, Ethereum supererà la rivale in dimensioni.

ethereum come acquistare
Ethereum, al pari delle altre criptovalute, è fortemente volatile nel suo valore ma ha grandi potenzialità

Come acquistare ETHEREUM

Come abbiamo visto in precedenza considerando i costi dell’hardware e dell’elettricità potrebbe essere conveniente non mettersi a fare mining di Ether, ma acquistarne alcuni come investimento.

In questo caso puoi scegliere o di fare trading sui CFD delle criptovalute con le migliori piattaforme di trading online o anche acquistarle direttamente.

Oggi ti possiamo dire che esistono diverse piattaforme anche abbastanza conosciuta ed affidabili che ti permettono di acquistare e vendere criptovalute tra cui Ethereum ma anche Bitcoin e altre.

Come acquistare Ethereum sui migliori exchanges

Oggi puoi acquistare Ehtereum in diversi modo, anche se noi consigliamo almeno per il momento di fare trading sulle criptovalute in generale e su ethereum in particolare visto e considerato che si tratta di una cripotvaluta abbastanza volatile.

Al di la di tutto, cercheremo di approfondire questo argomento, parlando del modo più semplice per acquistare Ethereum, comrese anche quelle che sono le regole base per iniziare a investire in ethereum.

Puoi scegliere di acquistare ethereum come anche altre criptovaute tramite diversi exchange che potremo definire come delle piattaforme adatte a tutti i trader anche i principianti. CoinBase potrebbe essere una di queste, molto adatta sopratutto per chi non mastica le criptovalute molto bene.

Grazie a Coinbase, potrai acquistare Ethereum in pochi minuti anche con una semplice carta prepagata come ad esempio Postepay, o altro tipo.

Puoi anche scegliere in alternativa di acquistare ethereum su altre piattaforme ehchange ma per farlo devi effettuare prima di tutto la registrazione su quello da te prescelto.
Vediamo dunque come  fare.

Adesso che sai come funziona la blockchain, vorrai sapere come comprare Ethereum. Ebbene, per farlo, devi convertire la moneta fiat, ovvero l’euro o il dollaro, in moneta digitale. Questa conversione, puoi farla con gli Exchange. Gli exchange, non sono altro che mercati digitali di criptovalute che consentono di acquistarle o scambiarle in pochi istanti.

Come comprare Ethereum registrazione Kraken

ethereum exchange dove acquistare
Kraken è una delle piattaforme più sicure per l’acquisto di Ethereum

Al fine di acquistare ethereum abbiamo detto che si deve effettuare la registrazione presso uno dei migliori Exchanges per criptovalute.

Questo è molto importante perché ti permette di convertire la moneta fiat, che noi identifichiamo con l’euro o il dollaro, in moneta digitale.

E’ chiaro che come ben saprai questo sistema vale per tutte le critpovaluite e non solo per eehtereum e quindi questa conversione, puoi farla con gli Exchange.

Gli exchange, non sono altro che dei mercati digitali di cripto valute che ti permettono di acquistare e scambiarli in pochi istanti.

Noi al momento abbiamo riscontrato che i migliori sono:

Tutti gli Exchange funzionano in modo molto simile tra di loro e sono delle soluzioni ideali per acquistare e vendere Ethereum.

Noi li abbiamo testati e ti possiamo dire che sono tutti molto affidabili anche se utilizzano strumenti di deposito e prelievo differente tra di loro.

Ad esempio, se vuoi scegliere di acquistare con Kraken ethereum devi sapere che questo accetta solo e soltanto bonifico bancario.

Nel caso invece vuoi pagare con PayPal, carta di credito o altri metodi, puoi utilizzare un altro exchange.

Puoi quindi scegliere di comprare Ethereum su Kraken, collegati prima di tutto sul sito e registrarti con la tua email.

Solo dopo puoi scegliere di entrare nel portale ad esso collegato e quindi procedere alla verifica dell’identità con’inserimento di:

  • numero di telefono;
  • indirizzo di residenza;
  • altre informazioni.

A questo punto, una volta che hai verificato l’account, devi selezionare Deposit e scegliere la valuta Euro (EUR).

Scegli dunque Deposit Method il Fidor Bank AG (SEPA).

Ora, visualizzerai una sezione dedicata al bonifico SEPA.

Come noterai, in fondo ci sono le coordinate per fare il bonifico a “Kraken, Payward Ltd.“.

Devi Annotare l’IBAN e cosa più importante, anche il codice Reference.

Solo dopo, ti puoi collegare al tuo Home banking ed effettua il bonifico della somma che intendi depositare.

Al fine di evitare inconvenienti, scegli sempre di inserire nella causale il codice Reference comprensivo di kraken.com finale.

A questo punto, una volta che effettui il bonifico, devi attendere qualche giorno.

Solo dopo che la somma versata sarà disponibile, ti arriverà una email  di conferma da “Deposit credited” da Kraken.

A questo punto puoi iniziare a comprare Ethereum.

Come comprare Ethereum acquisto Kraken

A questo punto, non ti resta che collegarti al tuo account effettuando il login e seguire i seguenti passaggi:

  • Trade > Overview

Questo ti mostrerà l’importo depositato in Euro (EUR). Una vota fatto questo, clicca su:

  • New order e Advanced.

All’interno di questa sezione inserisci Order su Buy e scegli ETH/EUR come cambio. Infine, clicca su Simple.

A questo punto non ti resta che regolare la transazione impostando su Market il prezzo per il quale sei disposto a comprare Ethereum.

Questo è il metodo più veloce per acquistare ethereum al valore di mercato.

Infine, compila l’Amount di ETH inserendo la quantità di moneta digitale che vuoi acquistare.

Solo dopo che sarai sicuro della scelta che hai fatto, clicca su Buy ETH with EUR.

Attenzione:

Prima di confermare il tutto, è consigliabile rivedere le transazioni e confermare.

Se l’ordine è andato a buon fine riesci anche a vedere la quantità di ethereum che sei riuscito a comprare.

Per farlo, ti basta tornare nella sezione Trade e cliccare su Overview.

Adesso, il bilancio del portafoglio dovrebbe contenere, oltre ad eventuali Euro rimasti, anche gli Ethereum.

Ethereum Wallet

miglior wallet ethereum
Il wallet è fondamentale per custodire i propri Ether al sicuro

Ethereum Wallet, lo possiamo considerare come il portafoglio Ethereum, che altro non è se non un gateway per applicazioni decentralizzate sul blockchain Ethereum.

Esso consente di tenere e proteggere ether cripto-attivi e altri asset creati su Ethereum, allo stesso modo di come offre la possibilità di scrivere, distribuire e utilizzare i contratti intelligenti.

Per approfondimenti sui wallet Ethereum, consulta: Ethereum wallet

Come creare un wallet ethereum

Come creare un Ethereum wallet

Prima di procedere alla creazione del tuo Ethereum Wallet devi ben considerare alcuni concetti chiave.

Solo se hai seguito i consigli che ti abbiamo riportato fino a questo momento, su come acquistare i tuoi primi Ether, è facile comprendere quanto di seguito abbiamo da dirti.

Coinbase come tanti altri è un wallet online, da moltoi è anche considerato come il migliore, della sua categoria in quanto è molto semplice da utilizzare soprattutto se si tratta di trader alle prime armi.

Come tutti i wallet online però ci sono 2 aspetti per i quali, una volta che è stata presa confidenza a seguito delle operazioni da effettuare come ad esepmio il tipo di operazione, è consigliabile spostare i propri fondi su altre tipologie di portafoglio e continuare a utilizzare invece Coinbase o altri solo per i tuoi acquisti/vendite di valuta.

I Servizi Online per altro ti garantiscono solo la proprietà delle tue monete, ma non il possesso.

Questo vuol dire che sono gestiti da società private le quali possono incorrere in situazioni che non ti garantirebbero di avere il totale controllo delle tue monete.

Soft & Hard Fork, che non sono altro se non degli aggiornamenti, programmati o non, della Blockchain della tua moneta da parte degli Exchange non sono sempre da considerare come garanzia del supporto post aggiornamento dei software.

Meglio quindi evitare le incognite, no?

E’ chiaro che se invece si ha la completa responsabilità delle criptovalute in possesso è sempre meglio.

Questo vuol dire che sarai sempre tu l’unico ad avere le chiavi di accesso per inviare gli Ether, i Bitcoin o qualsiasi altra moneta supportata dal servizio.

Attenzione:

tutto questo vuol dire che devi conservare con cura le chiavi di accesso, diversamente potrai dire addio alle tue criptomonete!

A questo punto vediamo come creare un Ethereum wallet con  Password, Address, Private Key e KeyStore.

Ricordiamo che tutto questo, è molto semplice, basta seguire quello che di seguito ti diremo.

Non dovrai far altro che inserire una password che sia abbastanza lunga e complessa e cliccare su “Generate Wallet“.

La schermata successiva poi ti mostrerà tutti i riferimenti del tuo Ethereum Wallet come:

  • Ovvero l’indirizzo al quale inviare le tue cripto valute definito anche come Public Key;
  • Private Key. Rappresenta la chiave per avere accedere al tuo wallet e per approvare qualsiasi transazione.
  • E’ un file js che se combinato con la password, ti permetterà di avere accedere al tuo wallet. Esso è anche considerato come un file di Backup della Private Key.

Attenzione dunque a conservare tutti i riferimenti con cura. Noi ti consigliamo di stampare e conservare il Paper Wallet.

Questo lo puoi anche salvare sul tuo computer ma attenzione a non aver un computer infetto che ne deriva da un utilizzo giornaliero e dove si sono annidati malware che potrebbero rubarti i dati.

Se hai la possibilità, salva i dati su un dispositivo non connesso a internet.

Infine, un ultima ipotesi al fine di aumentare maggiormente il livello di protezione delle informazioni, potrebbe essere quella di considerare l’acquisto di una Ledger Nano S – Cryptocurrency hardware wallet.

A questo punto, segui le istruzioni appena sotto riportate per comprendere specificatamente come creare il tuo Ethereum wallet.

Ora è tutto pronto! Ricorda però anche di fare dei test con delle piccolissime somme prima di spostare tutte le tue criptovalute su un wallet al fine di constatarne il corretto funzionamento.

Come comprare Ethereum Wallet

A questo punto, na volta che hai ben compreso come comprare Ethereum e dopo averlo fatto, non fermarti.

E’ chador che gli exchange ti offrono un loro portafoglio digitale e volendo potresti anche lasciare gli Ethereum su di essi.

Noi però non te lo consigliamo visto e considerato che gli exchange sono l’obiettivo preferito degli hacker.

Al di la di quanto possono essere considerati sicuri, anche se attivi la 2FA, che sarebbe l’autenticazione a due fattori, è meglio non lasciare gli ETH là sopra.

Sfruttali soltanto per comprare Ethereum.

Quindi una volta che avrai acquistato ethereum, devi trasferire gli Ethereum su un Wallet, ovvero su di un portafoglio digitale.

Oggi ve ne sono diversi come ad esempio MyEtherWallet (MEW), che possiamo definire uno dei migliori portafogli multi-criptovaluta gratuiti.

Su questo puoi trasferire Ethereum e d altre cripotvalute come Bitcoin, Dash e altre monete digitali ed il suo sistema è compatibile con Windows, Linux e Mac.

Nel momento in cui scarichi il programma per sicurezza, controlla sempre il checksum del dmg o dell’exe al fine di evitare attacchi man-in-the-middle (MITM).

Tuttavia, nel caso in cui invece intendi custodire ingenti quantità di ETH, solo dopo che avrai provveduto a comprare Ethereum, puoi optare per un hardware wallet.

Questo altro non è se non un portafoglio digitale offline (cold storage), molto simile a una chiavetta USB. Al momento ve ne sono diversi e tutti di ottima qualità  che puoi acquistarli tranquillamente anche a prezzi inferiori ai 100€.

Come comprare Ethereum trasferimento da Kraken a wallet

A questo punto, una volta che hai provveduto a comprare Ethereum, una volta che ahi terminato la procedura di istallazione Exodus o Ledger, puoi effettuare il trasferimento.

Attenzione a non essere frettoloso, perché se sbagli non avrai modo di recuperare i soldi.

Al fine di procedere, collegati a Kraken, e da qui segui la sezione Funding.

  • clicca Withdraw;
    • Ether (ETH);
      • Add address;
        • scrivi un nome in Description, tipo “Exodus ETH“.

A questo punto, non ti resta che aprire Exodus o Ethereum Ledger Wallet, e spostati nella sezione Ethereum (ETH). Qui clicca su Ricevi.

Sarà qui che potrai visualizzare il tuo Indirizzo di ricezione.

Questo lo puoi copiare e incollare su Kraken, nella sezione Ether address.

Se vuoi un consiglio, fallo direttamente da computer, non metterti a scriverlo perché è facile sbagliarlo!

Solo dopo, conferma l’inserimento cliccando Save address. In questo modo, ti comparirà un messaggio di avviso che ti dice di verificare l’indirizzo di rimborso per email.

Quello che tu dovrai fare è  andare nella tua emai e cliccare sul link che ti è stato inviato.

Quindi terminato questo processo, torna su Kraken, nella sezione:

  • Funding;
    • Withdraw ;
      • Ethereum (ETH).

Qui clicca su Address e seleziona quello che hai appena inserito.

Ricontrolla bene tutto e per ultimo, inserisci l’Amount di 0.01 ETH e conferma.

Ovviamente, ti verranno addebitate delle tasse di trasferimento (Fee).

A questo punto, non ti resta che attenere quasi 5 minuti per poi tornare su Exodus o Ledger Wallet.

Adesso, nel saldo del portafoglio digitale dovresti visualizzare 0.01 ETH.

Se questo non ci fosse, attendi fino a 24 ore e solo dopo se ancora non vedessi l’importo trasferito, controlla l’indirizzo di ricezione e riprova.

Nel caso invece di transazioni ok, torna su Kraken e fai un Withdraw per l’intero Balance allo stesso indirizzo. Questo processo ti consentirebbe di comprare Ethereum, e trasferire le criptovalute in un posto sicuro.

Consigli per fare trading online con Ethereum

Ether è la criptovaluta che al momento fa registrare la miglior volatilità del mercato, visto e considerato anche che Ether non ha limiti di circolazione come invece lo è per i Bitcoin. Da qui ne deriva appunto che la criptomoneta Ethereum è adatta a tutti i trader che vogliono fare day-trading, ma anche a coloro che agiscono sul lungo periodo.

Un solo limite è legato al trading con Ether: il fatto che sia traslato ancora su poche piattaforme di trading online.

Visto e considerato tutte le caratteristiche che essa possiede, ti consigliamo di affidarti a piattaforme di trading online regolamentate le quali riducono il rischio di incorrere in possibile truffe e che ti offrono la possibilità di investire e fare trading online su ethereum senza possederla grazie al trading CFD.

Per la guida al trading di Ethereum, clicca: Trading Ethereum, guida completa su come iniziare

Quali strategie utilizzare per investire con Ethereum?

Non vi sono particolari differenze di strategie per coloro che investono sull’Ethereum rispetto a coloro che investono con i CFD o sul mercato forex.

Questo vuol dire che tu sappia reagire prontamente alle notizie che possono modificare il valore di una o dell’altra valuta della coppia. Nel caso potremmo fare un esempio con  Euro e Ethereum.

In questo caso dobbiamo applicare strumenti di analisi che tengano conto dei volumi scambiati come anche dell’interesse della comunità di riferimento compreso anche le valute stesse.

Devi però considerare che Ethereum ha delle particolarità che la rendono una valuta molto diversa da quelle tradizionali in quanto:

  • non ci sono agenti nazionali e sovranazionali che siano in grado di stabilizzarne il prezzo;
  • non ci sono banche centrali a cui fare riferimento;
  • non ci sono economie di riferimento che possono acquistare e vendere valuta per garantire la stabilità del prezzo;

Trading CFD con ethereum: Occhio alle commissioni

Prima di procedere oltre, ti volevamo consigliare di non investire direttamente su Ethereum, ma di fare tarding tramite i CFD speculando su di un elevato aumento di valore della criptovaluta.

Ecco che i CFD si prestano meglio di altre situazioni a orientarsi verso forme di investimento che sono più convenienti per i trader visto e considerato che non pagano per ogni eventuale incremento di valore commissioni di conversione Ethereum / Euro che invece sono pagate sui mercati liberi.

Questo vuol dire puoi investire in modo puramente speculativo sugli Ethereum, risparmiando delle percentuali molto importanti e pagando anche delle commissioni che sono una razione di quanto si spenderebbe invece acquistando o vendendo Ethereum sui principali circuiti mondiali.

Di seguito i migliori brokers recensiti e consigliati da Criptovaluta.it per fare trading in CFDs su Ethereum.

PIATTAFORME CRIPTOVALUTE CONSIGLIATE DA CRIPTOVALUTA.IT

Deposito: €200
Spreads: Bassi
Licenza: CySEC
Commissioni: zero
Conto demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione eToro

APRI UN CONTO
Visita il sito ufficiale
Il tuo capitale è a rischio.
Deposito: €10
Spreads: Onesti
Licenza: CySEC
Commissioni: zero
Conto demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione IQ Option
APRI UN CONTO
Visita il sito ufficiale
Il tuo capitale è a rischio.
Deposito: €100
Spreads: Stretti
Licenza: CySEC
Commissioni: zero
Conto demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione Plus500
APRI UN CONTO
Visita il sito ufficiale
Il tuo capitale è a rischio.
Deposito: €100
Spreads: Onesti
Licenza: CySEC
Commissioni: zero
Conto demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione Markets.com
APRI UN CONTO
Visita il sito ufficiale
Il tuo capitale è a rischio.

Strategia di trading intraday che di lungo periodo

Ethereum infine, è un sistema che permette, di investire sia investendo sull’intraday, ovvero compiendo più operazioni al giorno, sia mantenendo la valuta per un periodo di tempo abbastanza lungo.

Le 2 strategie sono molto diverse e richiedono degli impegni in termini di tempo che sono fortemente sbilanciati verso la prima delle opzioni. A qesto si aggiunge anche il fatto che si deve inoltre tenere conto del fatto che un’alta volatilità rende l’investimento di lungo periodo relativamente rischioso.

Ethereum Crash: volatilità

come più volte detto Ethereum è una moneta estremamente volatile. Per comprenderne la sua potenza, basta considerare quello che è successo il 22 giugno, quando il prezzo di Ether è letteralmente crollato, passando da quasi 300 dollari a 13 dollari.

Tutto questo in un periodo di temo veramente breve: pochi secondi.

Un autentico Ethereum Crash. Non è però colpa della volatilità visto e considerato che il crash verificatosi intorno alle ore 21 ha portato ad un crollo del valore pari al 96% rispetto al prezzo più alto raggiunto nelle precedenti 24 ore.

Ma cosa è successo?

In pratica, è successo che un trader ha venduto l’equivalente di 30 milioni di dollari in Ether in un sol colpo.

Questo ha annientato così il book degli ordini.

Nello specifico si conta: 39300 Ether (12,896,688.00 dollari) venduti alle 20.59 del 22 giugno. Bisogna poi vedere se qualche trader ha poi comprato il token intorno ai 13 dollari.

2 giorni dopo, la quotazione, dopo un altalenante costante tra i 13 e i 14 dollari, ha subito praticamente un dimezzamento, arrivando a toccare i 6,11 dollari.

Un altro crollo dunque. Ma la spiegazione e la soluzione a questi crolli è endogena.

Infatti, gli sviluppatori di Ethereum hanno deciso di effettuare ben tre hard fork in soli quattro mesi.

In questo modo si è esposta la piattaforma a dubbi e incertezze, tanto che di riflesso hanno interessato i trader. Sancendo un crollo del prezzo.

Ecco perché con Ethereum è consigliabile investire a lungo termine.

Anche Putin strizza l’occhio all’Ethereum?

Ethereum non piace solo alle imprese.

Sono tanti i governi e le istituzioni che vorrebbero adottarla ma ancora oggi nessuno la adottata.
Anche Vladimir Putin, sembra essere interessato considerandola come potenziale strumento per diversificare l’economia di Mosca.

Proprio su questo si è pronunciata la Banca centrale russa la quale si è mossa da tempo con un progetto pilota che utilizza la blockchain di Ethereum per elaborare pagamenti, come anche la banca statale russa Vnesheconombank, la quale fornisce finanziamenti per progetti finalizzati allo sviluppo, ha utilizzato la criptovaluta per alcune funzioni amministrative.

Ethereum: considerazioni finali

Oggi possiamo affermare che Ethereum sta utilizzando la raccolta di fondi inerente la pre-vendita per espandere le proprie operazioni a partire dalla fondazione con base a Zugo, in Svizzera e grazie anche ad un team di sviluppo a Londra, Berlino e Amsterdam.

criptovalute ethereum opinioni
Ethereum è senza dubbio uno dei progetti più interessanti nati dal mondo blockchain

La versione beta che possiede una rete funzionante e in cui il mining dà ricompensa in vero ether, detta Frontier, è stata distribuita il 30 luglio 2015.

Oggi è stato lanciato anche un programma di ricerca di bugs (errori di programmazione) aperto alla comunità degli sviluppatori.

In sostanza sulla base d quanto detto in questo approfondimento, Ethereum lo possiamo definire come un progetto open source, ed ogni sviluppatore è in grado di contribuire al codice sorgente.

L’unità di conto della valuta di Ethereum si chiama Ether ed è abbrieviata dal simbolo ETH.

L’ether è possibile oggi suddividerla anche in sotto unità di conto chiamate:

  • Finney;
  • szabo;
  • shannon;
  • babbage;
  • lovelace;
  • wei.

Questo lo si deve a Hal Finney, Nick Szabo, Claude Shannon, Charles Babbage, Ada Lovelace e Wei Dai, che rappresentano delle personalità più o meno note nel mondo della crittografia, programmazione e criptovalute.

Ecco che per i prossimi 12 mesi ti potresti aspettare un’esplosione di progetti costruiti sopra la blockchain di Eteherum. Ognuno di questi progetti richiederà l’utilizzo della blockchain di Ethereum e di conseguenza anche degli ether che dunque saranno sempre più scarsi e preziosi.

Noi ti possiamo dire anche che ci aspettiamo uno sviluppo esponenziale dell’ecosistema al fine di utilizzare Etehreum come valuta corrente anche se la strada è ancora molto lunga.

Se prendi infine in considerazione il fatto che in termini di utilizzo Etehreum è superiore rispetto a Bitcoin (e l’orientamento al mercato dei suoi sviluppatori) vuol dire prendere coscienza della potenza di questa nuova valuta digitale anche se noi consigliamo sempre di rimanere abbastanza cauti, considerando che si tratta dii una valuta digitale nata da poco e quindi che si tratta solo di progetti giovani.

Per approfondimenti visita: Ethereum opinioni

È conveniente investire in Ethereum?

Non possiamo dirtelo con certezza, ma possiamo affermare che oggi c’è una leggera convenienza ad investire con Ethereum visto e considerato che gli investimenti possono essere fatti anche in maniera privata.

Ci sono però degli svantaggi anche in questo caso, visto e considerato che questi investimenti non sono controllati da un organo centrale i quali si assume le responsabilità in caso di problemi.

Questo perchE, se il sistema dovesse andare in crash o ci fosse un’inflazione così elevata di valuta da farle perdere completamente di valore succederebbe che non essendoci organi preposti alla vigilanza, amministratori delegati o presidenti a cui fare riferimento, come anche non esistono riserve auree che coprono la criptovaluta, tutti i trader che investono e acquistano un capitale di criptovaluta, potrebbero rimanere a secco.

Ecco dunque che investire con le criptovalute in generale potrebbe essere rischioso per i veri speculatori! Figuriamoci per investitori alle prime armi.

Letture d’approfondimento su Ethereum consigliate da Criptovaluta.it

Ethereum Truffa: Guida su come difendersi

Free Ethereum

Guadagnare Ethereum

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *