Home / Exchanges di criptovalute: guida completa ai migliori / Binance: Guida completa all’utilizzo

Binance: Guida completa all’utilizzo

Binance è ormai diventato l’exchange di criptovalute più conosciuto ed utilizzato al mondo, riuscendo ad emergere in un mercato molto difficile e ad affermarsi grazie alla qualità del servizio. Qui vogliamo farne una guida ed una recensione completa, analizzando la piattaforma e tutti i suoi servizi: oltre che un exchange, infatti, Binance è anche un wallet di criptovalute, un servizio di trading, un’accademia di formazione, una fondazione di beneficenza e molto altro ancora.

Le risorse disponibili per gli investitori e gli utenti sono davvero tante, ed in questa sede vogliamo prenderle tutte in considerazione. Inoltre andremo a confrontare questo servizio con i suoi principali concorrenti, così se in questo momento stai cercando una piattaforma a cui affidare l’intermediazione dei tuoi investimenti in criptovalute potrai fare le tue considerazioni con efficacia.

Breve storia di Binance

Incredibilmente, la storia di Binance ( clicca quì per scoprirlo ) incomincia nel 2017. Al tempo esistevano già tanti exchange, anche già molto conosciuti, tra i quali Coinbase, Kraken ed OKCoin. Il fondatore del servizio, Changpeng Zhao, ha però saputo differenziarsi da tutti gli altri ed entrare sul mercato con incredibile rapidità. La sua esperienza pregressa lo ha sicuramente aiutato, ma la sua storia rimane comunque una delle più stupefacenti nel mondo crypto.

Zhao ha fondato nel 2013 un’azienda dedita alla creazione di software per la gestione degli ordini dei broker finanziari. Si è poi unito alla rivoluzione dell’economia decentralizzata lavorando prima per Blockchain.info, poi per OKCoin. In tutte queste occasioni si è distinto come un innovatore brillante e capace, guidando il reparto dedito all’innovazione tecnologica.

storia di binance
La storia dell’exchange è molto legata a quella del suo fondatore Changpeng Zhao

Dopo aver maturato queste esperienze di alto profilo, Zhao ha fondato Binance per superare i limiti degli exchange preesistenti e creare una sua realtà nel mondo crypto. A distanza di due anni, questa è sicuramente stata la scelta giusta: il suo exchange è tra le aziende che hanno raggiunto più in fretta una valore stimato di 1 miliardo di dollari, ed ora il celebre imprenditore cinese è noto come il “Mark Zuckerberg” delle criptovalute.

Vai sul sito di Binance, clicca su questo link quì.

Cos’è Binance?

Binance è una piattaforma di scambio tra criptovalute, in gergo tecnico un exchange. A differenza di molti concorrenti che basano la loro attività sullo scambio di denaro tradizionale in crypto e viceversa, Binance si concentra sullo scambio tra crypto e crypto. Questa scelta permette all’exchange di cambiare molti aspetti della sua operatività rispetto ai diretti rivali, ed è tutt’altro che un limite per la crescita dell’azienda.

logo binance
Binance, la nostra guida completa

Nel tempo, Binance ha gradualmente espanso la sua offerta di servizi per permettere agli utenti di fare più cose direttamente sul suo sito. Cose come formarsi in merito alle criptovalute, fare trading speculativo, conservare le monete e scoprire startup interessanti. Gli stessi fondatori delle startup possono capitalizzare i loro progetti creando delle criptovalute per gli investitori interessati e offrendole su Binance (processo noto come ICO). Lo stesso exchange talvolta decide di premiare qualche startup particolarmente meritevole inserendola nel suo programma di incubazione, in cui vengono offerti un grande supporto tecnologico e i fondi necessari a far decollare il progetto.

Non solo criptovalute di terzi

Esiste anche una criptovaluta, Binance Coin (BNB), lanciata dallo stesso exchange. Gli utenti possono utilizzare questo token per pagare i servizi della piattaforma, ottenendo così uno sconto ed un’ulteriore possibilità di investimento. BNB, infatti, ha riscosso un grande successo dal momento del lancio ed oggi è tra le 10 criptovalute con la maggiore capitalizzazione di mercato.

Per il prossimo futuro ci sono già delle indicazioni chiare su quello che Binance diventerà. In parte continuerà la sua espansione globale, specialmente in Asia ed in Sud America. Soprattutto, però, lancerà una nuova criptovaluta non più legata esclusivamente al suo brand: sarà una stablecoin (una criptovaluta il cui controvalore in dollari americani non cambia nel tempo) ed il progetto è già in fase avanzata.

Binance: l’exchange di criptovalute

Cominciamo ad entrare nel dettaglio analizzando la funzione principale di Binance, quella di essere una piattaforma per scambiare criptovalute in altre criptovalute. Questo è sicuramente il business più importante per l’azienda al momento, ed è quello che l’ha resa famosa in tutto il mondo. Per ora è possibile scambiare tra loro più di 500 crypto, per molte delle quali il volume di scambi generato da questa piattaforma rappresenta la quasi totalità del volume complessivo.

Changpeng Zhao è stato visionario nel concentrarsi molto sulle altcoin, ovvero tutti quei token che non sono Bitcoin. Nel tempo hanno finito per essere al centro dell’attenzione e per guadagnare terreno sulla regina delle crypto. Binance ha sempre favorito i piccoli progetti, per i quali è difficile trovare un’altra piattaforma di scambio: nel tempo alcuni di questi diventavano più grandi, attirando anche altri exchange, ma ormai i loro utenti erano abituati ad utilizzare questo Binance per le loro operazioni. Così nel tempo si è allargata sempre di più una base stabile di utenti, fino a che l’exchange ha incominciato a fare stabilmente il suo ingresso nella classifica quotidiana dei top 5 per volume di scambi.

Vai sul sito di Binance, clicca su questo link quì.

Commissioni di Binance

Le commissioni applicate sugli scambi non sono le più basse in assoluto, ma sono comunque piuttosto competitive. Non dovendo fare un’intermediazione in denaro tradizionale, infatti, l’exchange evita di coinvolgere strumenti esterni per processare i pagamenti ed in questo modo evita anche le loro commissioni aggiunte.

Sia comprando che vendendo si paga una fee dello 0,1%, quindi sul totale di un’operazione si finisce per riconoscere al servizio lo 0,2% del volume transato. Siamo ben al di sotto di quello che normalmente gli operatori chiedono per questo tipo di operazione, quindi la convenienza è un fattore a favore del servizio. Si può ulteriormente risparmiare scegliendo di utilizzare i Binance Coin per condurre le operazioni, riducendo la spesa del 25%.

Sicurezza su Binance

Il grande valore aggiunto, oltre al fatto di poter investire su molti progetti ancora ai loro albori (quindi con alto potenziale) è la sicurezza. Quotidianamente si legge di qualche exchange hackerato e nascono sempre più scandali relativi alla sicurezza informatica di queste piattaforme, ma queste notizie non hanno mai Binance come protagonista. E non è un caso, ovviamente: il team lavora duramente sotto la supervisione di Zhao per garantire agli utenti la massima protezione contro gli attacchi informatici.

Criptovalute negoziabili su Binance

Delle oltre 500 monete che si possono scambiare tra loro, molte hanno una capitalizzazione inferiore ai 10 milioni di dollari. Davvero quasi ogni progetto decentralizzato minimamente degno di nota che abbia un token disponibile viene offerto sulla piattaforma di scambi. Oltre ai noti Bitcoin, Ethereum, Ripple e Litecoin fanno la loro comparsa alcuni nomi davvero poco conosciuti: tra questi Chainlink, Everex, Zilliqa e molti altri.

Ovviamente da una parte questo apre frontiere piuttosto innovative per i trader, ma dall’altra è necessario fare attenzione ad alcuni progetti che non hanno ancora dimostrato di essere realmente in grado di costruire valore. Insomma, per gli investitori si tratta di una miniera ma non sempre d’oro.

Compatibilità Binance

Si possono utilizzare i servizi di exchange di Binance con tutti i principali dispositivi e sistemi operativi. Anche da mobile esistono delle applicazioni apposite per Android e iPhone, che offrono tutte le funzionalità necessarie per negoziare anche in movimento ed anche in condizione di scarse prestazioni della rete internet.

Per aprire un conto su Binance, clicca su questo link quì.

Le altre funzionalità di Binance

In questa prima parte della guida vogliamo concentrarci su tutti gli altri aspetti diversi dall’exchange crypto-to-crypto. Come accennavamo in partenza, infatti, questo brand ha ormai creato una sua galassia di servizi che vanno ben oltre il semplice scambio di criptovalute. Si può ormai parlare di un vero punto di riferimento per tutte le operazioni che possono essere utili ad un investitore o ad un utente interessato a fare transazioni in monete elettroniche, ed è giusto approfondire anche questi aspetti.

Wallet di criptovalute

Come tutti i grandi exchange, anche Binance offre un servizio apposito per la conservazione delle criptovalute. Anziché svilupparlo in proprio, però, ha stretto una partnership con la startup Trust Wallet ed ha reso il loro wallet l’unico partner ufficiale di Binance. In questo modo, utilizzando la piattaforma, si potranno poi mantenere i token acquistati direttamente presso questo wallet esterno ma perfettamente integrato.

trust wallet binance
Binance ha acquisito Trust Wallet a luglio 2018

Anche se Binance è tra i servizi più sicuri al mondo nel campo informatico, non è comunque raccomandabile l’utilizzo di un wallet online. Come abbiamo ricordato più volte, infatti, soltanto un hardware wallet può davvero consentire sicurezza in quanto scollegato da internet. Siamo fiduciosi nel fatto che continueremo a non sentire parlare di attacchi riusciti ai danni di Trust Wallet, ma dall’altra parte è meglio scegliere una protezione totale.

Il wallet si può scaricare gratuitamente utilizzando qualsiasi dispositivo, ed è pensato soprattutto per essere utilizzato da mobile. Di recente Binance sta anche lavorando sull’integrazione tra questo ed i principali circuiti di carte di credito, in modo da creare un servizio di pagamento con carta Visa o Mastercard renda possibile l’esecuzione della transazione in criptovalute. Scopri di più su Binance, cliccando su questo link.

Binance Academy

All’interno del sito è stata ricavata una sezione interamente dedicata alla formazione degli utenti. In passato abbiamo visto grandi exchange, come Coinbase, offrire addirittura delle ricompense sotto forma di criptovalute agli utenti che intraprendevano un percorso di formazione sul sito. Binance, dal canto suo, non offre ricompense ma offre davvero tanto valore.

Purtroppo per sfruttare al massimo questo servizio è necessario conoscere l’inglese, in quanto le versioni tradotte in automatico dei suoi contenuti sono piuttosto scadenti. L’accademia è divisa in moduli, ognuno dei quali contiene a sua volta diversi articoli accompagnati da relativi video animati. Qui l’exchange riesce a coniugare la complessità dei concetti e la chiarezza di esposizione, rendendo possibile per tutti comprendere il mondo delle criptovalute.

C’è anche una grande sezione dedicata alla blockchain, che non riguarda direttamente le monete decentralizzate. In questa sezione è possibile imparare di più sulla tecnologia che sta gradualmente rivoluzionando molti aspetti dell’informatica anche nelle aziende tradizionali. In questo modo Binance avvalora le startup che stanno creando app o software decentralizzati, rendendo un servizio a nostro parere molto utile agli utenti che ancora non ne sanno abbastanza.

Binance Charity Foundation

Come se tutto questo non fosse abbastanza, Binance ha anche deciso di impegnarsi nel sociale aprendo una sua fondazione benefica. Grazie all’utilizzo della tecnologia blockchain, l’uso che viene fatto dei fondi donati è molto trasparente ed è possibile tracciare ogni donazione. L’obiettivo è quello di agire sul “Bottom Billion”, il miliardo di persone più povere al mondo che ad oggi ancora non riesce ad assicurarsi cose di prima necessità come il cibo e l’istruzione.

fondazione benefica binance
L’azienda ha attualmente donato oltre 3 milioni di dollari a più di 4.500 persone

Questo progetto non è comunque del tutto snaturante, anzi: nella maggior parte dei casi, sono proprio i paesi in via di sviluppo ad abbracciare per primi l’innovazione delle criptovalute. Dove non esiste una moneta stabile o una politica economica efficace, infatti, si rischia di accumulare del denaro che domani può non valere più nulla; in queste condizioni, utilizzare le crypto come strumento per conservare il valore di quanto guadagnato è un’ottima idea. Sta succedendo in Venezuela, in Libia ed in tante altre parti del mondo. E con ogni probabilità, continuerà a succederà ancora per molto tempo.

Da una parte Binance riesce dunque a mandare dei bambini a scuola, o ad assicurare cure per i bisognosi. Dall’altra parte, dà slancio alla vita economica di nazioni che, in futuro, potrebbero essere tra le prime ad utilizzare le criptovalute su larga scala. Un altro bel colpo messo a segno da Changpeng Zhao e dal suo team.

Vai sul sito di Binance, clicca su questo link quì.

L’agenzia di ricerca

Incredibile ma vero, anche nell’economia delle criptovalute ora esistono le agenzie di rating. Non sono ufficiali, ma diventano autorevoli grazie alla crescente popolarità delle loro analisi; esiste un’intera sezione del sito di Binance in cui vengono raccolti report di questo genere, sia creati dalla stessa Binance che da altre aziende dedite a questo tipo di business. L’obiettivo è quello di informare, mettendo in mostra i lati positivi e negativi dei diversi progetti decentralizzati per dare alle persone delle idee più chiare sui loro investimenti.

Al momento la definizione utilizzata da Binance per questo tipo di servizio è “agenzia di ricerca” sulle criptovalute, ed effettivamente viene fatta molta informazione all’interno dei report pubblicati. Soprattutto sui documenti di terze parti, però, si leggono veri e propri giudizi espressi con lo sistema di voto utilizzato dalle agenzie di rating tradizionali. La sensazione è che questo tipo di istituzione stia lentamente facendo breccia nell’economia decentralizzata, dove effettivamente la maggior parte degli utenti ha bisogno di informazioni chiare.

Nelle sue analisi, Binance è molto precisa: si concentra anche su aspetti molto tecnici, spiegando nel dettaglio i processi di consenso ed andando persino ad analizzare il codice con cui sono scritti gli algoritmi dei progetti che intendono recensire. La nostra redazione approva la qualità e la dedizione del team dell’exchange in questo senso, e molto spesso fa uso di queste analisi per approfondire degli aspetti delle criptovalute di cui parla nelle guide.

Piattaforma di lancio per ICOs

La maggior parte delle criptovalute nasce offrendo i propri token in cambio di altri, oppure regalandoli agli utenti e sperando che con il loro utilizzo nasca anche un controvalore in valuta tradizionale. GitHub è stata la piattaforma che storicamente si è prestata di più al fare informazione e lanciare i token al momento della ICO, essendo tra l’altro lo stesso sito che al tempo venne utilizzato da Satoshi Nakamoto per presentare Bitcoin al mondo.

Col tempo, GitHub si è ritrovato sempre di più ad essere amato dagli sviluppatori e dai grandi esperti di criptovalute; chi ha meno conoscenze tecniche si è spostato sugli exchange, che in molti casi oggi offrono soluzioni per il lancio di nuovi token. Binance è tra le realtà più grandi in questo sotto-settore, ed è molto comune che i nuovi progetti dell’economia decentralizzata passino attraverso il lancio dei loro token sulla piattaforma. Vai sul sito di Binance, clicca su questo link quì.

Pro e Contro di Binance

Come tutti i servizi, dentro e fuori dal mondo delle criptovalute, anche Binance ha dei pro e dei contro. Sicuramente il successo di questa piattaforma lo si deve al fatto che i primi superano di gran lunga i secondi, ma ci sono alcuni aspetti sospetti da tenere in considerazione.

Pro

  • Piattaforma sicura ed estremamente affidabile;
  • Tanti servizi integrati che permettono di usare lo stesso sito per fare tutte le operazioni potenzialmente interessanti per un appassionato di criptovalute;
  • Commissioni sulle transazioni molto basse;
  • Alta protezione dei dati degli utenti e molta privacy in generale;
  • Compatibile con tutti i dispositivi ed i sistemi operativi recenti.

Contro

  • Con denaro tradizionale è possibile acquistare soltanto Bitcoin o Ethereum;
  • Le commissioni sulle transazioni in denaro tradizionale (fiat) sono piuttosto alte.

Clicca su questo link quì per conoscere di più Binance.

Come registrarsi su Binance e fare il primo deposito

La procedura di registrazione a Binance è piuttosto semplice: in 5 minuti si può letteralmente essere pronti a effettuare le prime operazioni. Prima di tutto è necessario andare sul sito ufficiale cliccando su questo link e cliccare sulla scritta “Registrati” in alto a destra. A questo punto sullo schermo verrà visualizzato un modulo da compilare come quello nella foto qui sotto.

come registrarsi su binance
Aprire un conto su Binance – clicca quì per il sito ufficiale

Una volta inseriti tutti i dati, cliccando su “Registrati” si riceverà una mail di conferma all’indirizzo mail indicato. A questo punto dovremo aprire la posta elettronica, trovare la mail e cliccare sul link al suo interno; in automatico verrà aperta una nuova scheda sul browser dove verrà visualizzato il messaggio “Il tuo account è verificato“.

Dopo alcuni secondi la schermata scomparirà, lasciando il posto ad una piccola procedura di formazione sulla sicurezza degli utenti. Binance ci metterà di fronte alcuni consigli per utilizzare la piattaforma al meglio: dovremo semplicemente spuntare tutte le caselle e procedere.

procedura di approvazione binance
Alto livello protezione dell’account Binance

A questo punto verremo reindirizzati sulla pagina principale del nostro profilo: il nostro account è creato correttamente e potremo negoziare fino a 2 Bitcoin al giorno senza fare altre procedure; per aumentare questo limite è invece necessario fornire della documentazione che provi la nostra identità. Ad ogni modo, 2 Bitcoin hanno un valore superiore a 10.000 dollari ed è difficile che nell’arco di 24 ore si senta l’esigenza di spostare somme maggiori. Clicca quì per andare nel sito Binance.

Come effettuare il primo deposito

Prima di cominciare a comprare e vendere criptovalute rimane soltanto un passaggio da fare: aggiungere fondi al nostro account. Se abbiamo già delle criptovalute, potremo fare una procedura di invio al nostro wallet su Binance ed utilizzare direttamente i token a nostra disposizione. Supponiamo invece di non avere nessuna criptovaluta e di volerne comprare per la prima volta utilizzando del denaro tradizionale (euro, dollari, sterline o altro ancora).

Potremo fare il nostro primo deposito direttamente con carta di credito, cliccando sul pulsante indicato nell’immagine.

binance primo deposito
Deposito in Binance, necessario per investire in criptovalute

Abbiamo quasi finito: mancano soltanto due passaggi. Il primo prevede di cliccare sulla procedura per aggiungere fondi con carta di credito.

binance come fare un deposito
Deposito in Binance

Il secondo ed ultimo passaggio di tutta la procedura consiste nel pagamento vero e proprio. Noi dovremo inserire il valore in dollari che vogliamo depositare e la criptovaluta in cui vogliamo trasformarlo (Bitcoin o Ethereum). Il sistema informatico ci dirà subito a quante criptovalute del genere scelto equivale il nostro deposito. Come sempre, poi, inserendo il numero ed i dati della carta di credito potremo autorizzare il pagamento e vedere il saldo accreditato sul conto nell’arco di 30 minuti.

depositare in euro su binance
Metodi di deposito su Binance

Fatto ? Bene, questo è tutto.

Se necessiti di assistenza e maggiori informazioni puoi lasciare un commento quì sotto.

Per maggiori informazioni ed iniziare subito ad investire in criptovalute su Binance, clicca su questo link quì.

Binance: opinioni e commenti conclusivi

Volendo tirare le somme, sicuramente parlare di Binance vuol dire parlare di un’istituzione del mondo delle criptovalute. Non si può sottovalutare un’azienda che arriva in due anni ad essere un brand mondiale, superando la concorrenza e integrando tutte le funzionalità che ora sono presenti sulla piattaforma. Senza voler essere di parte, dobbiamo riconoscere il ruolo di motrice che questo exchange ha avuto negli sviluppi recenti del settore crypto. Senza Binance, sicuramente, questo mercato sarebbe diverso.

I nostri lettori che hanno testato il servizio ne sono rimasti soddisfatti, e non ci sono stati segnalati casi di malfunzionamento o problemi di sorta. La nostra stessa redazione dopo un uso prolungato può dire di essere sempre stata entusiasta degli standard di servizio. Insomma, anche se vorremmo essere più critici -è il nostro mestiere- ci troviamo costretti ad approvare a pieni voti questo exchange di criptovalute.

Speriamo che la nostra guida ti abbia aiutato a chiarire le idee su Binance e sui suoi servizi; in ogni caso, ricorda che puoi lasciarci un commento per farci conoscere la tua esperienza sulla piattaforma. Risponderemo anche ai commenti che ci presentano delle domande sul servizio, nei limiti della nostra competenza.

Per aprire un conto su Binance, clicca su questo link quì.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Criptovaluta.it
Average rating:  
 3 reviews
by Pietro Positani on Criptovaluta.it
Binance ok

Binance lo utilizzo da 2 anni e tutto ok. Commissioni oneste e prelievi puntuali.

by Maria rita on Criptovaluta.it
La mia idea su binance

Avevo già sentito parlare di binance ma ancora non mi ero avvicinato per bene a questo exchange. Ora che ho visto che anche voi di criptovaluta lo avete recensito, ho deciso di aprire un conto.



Un saluto

by michele a. on Criptovaluta.it
complimenti per la guida e comunque binance lo conosco davvero bene

conosco questo exchange da molto tempo perchè mi è subito piaciuto sin dal suo lancio. io gli do 5 stelle, ovvero il massimo possibile. ottimo in tutto. eccelle e proprio non è un caso che in pochi anni è riuscito a diventare l'exchange di criptovalute numero uno al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *