Home / Wallet criptovalute: guida completa / Trezor hardware wallet: recensione completa

Trezor hardware wallet: recensione completa

Sei alla ricerca di un buon wallet hardware? Sei nel posto giusto, perché oggi abbiamo recensito per te uno dei più popolari disponibili sul mercato.

Parliamo di TREZOR, quello che ormai da anni è il wallet hardware di riferimento del settore. Dato che stiamo investendo però i nostri sudatissimi risparmi, è bene andare oltre quella che l’opinione comune e analizzare nel dettaglio quelli che sono i vantaggi e gli svantaggi offerti da TREZOR, quali sono i suoi punti di forza e quali invece le sue debolezze.

Se sei alla ricerca di un wallet hardware di qualità, sei nel posto giusto, perché oggi leggerai una guida che ti fornirà tutti gli elementi necessari per aiutarti a compiere una scelta informata.

Vediamo insieme cosa c’è da sapere su TREZOR prima di procedere con l’eventuale acquisto.

Trezor Main

Per chi è ideale un wallet hardware?

Prima di entrare nel vivo della discussione, ovvero prima di continuare a leggere la nostra guida completa, dovresti chiederti se un wallet hardware è il dispositivo di cui hai davvero bisogno.

Un wallet hardware come TREZOR di permette di mantenere i Bitcoin (e anche altri coin, per la lista completa continua a leggere) sul tuo computer proteggendo però il tuo wallet virtuale da virus, malware e attacchi hacker.

Il problema è noto a chi ha già investito seguendo questi canali e possiamo riassumerlo come segue: le chiavi private che controllano il wallet sono conservate nel nostro computer e sono dunque esposte a malintenzionati che potrebbero raggiungerle tramite virus, malware o attacchi hacker forgiati proprio per penetrare il nostro computer.

Il wallet hardware permette di superare questo problema, in quanto conserva fisicamente le chiavi su uno spazio che è separato dall’hard disk del computer online e non essendo mai messe online, non possono essere rubate.

TREZOR oltre che a garantire questo tipo di servizio per i principali wallet Bitcoin, ti permette inoltre di andare ad operare con le medesime modalità su altre criptovalute.

Come funziona Trezor: introduzione

TREZOR è un wallet hardware che si connette al nostro computer via porta USB. Può stockare, inviare e ricevere criptovalute di diversi tipi, tra le quali non possiamo che citare Bitcoin, Ethereum, Ethereum Classic, Litecoin, Namecoin, Dogecoin, Dash, Bitcoin Testnet e anche ZCash.

Include funzionalità di sicurezza importanti, come un password manager e anche una autenticazione in due step. Può essere integrato inoltre con altri wallet molto popolari, come MyEtherWallet e Copay, per gestire con sicurezza anche i wallet virtuali che magari hai aperto su queste specifiche piattaforme.

Un peccato di vanità: il design

Partiamo nella nostra recensione dall’aspetto più vanitoso, ovvero dal design. Trezor è un wallet hardware dal design essenziale, di piccole dimensioni, facile da collegare al proprio PC e che viene fornito anche con una piccola banda che permette di collegarlo direttamente al nostro portachiavi, rendendolo ancora più comodo da essere portato in giro.

Nel momento in cui ti scriviamo è disponibile in due diverse colorazioni: bianco e nero.

Sulla parte frontale del dispositivo troverai inoltre un display a bassa risoluzione bianco su nero e i due bottoni che ti serviranno per andare avanti nelle operazioni o per annullarle.

Per quanto riguarda dunque l’aspetto del design non c’è davvero nulla da obiettare su questo wallet.

Trezor bianco
Anche la versione chiara ha un design accattivante

Quali sono le criptovalute supportate?

Ci sono diverse criptovalute che sono supportate da TREZOR, tra le quali dobbiamo necessariamente citare:

È possibile inoltre interagire con tutti o quasi i maggiori exchange presenti su internet grazie al software che viene consegnato insieme all’hardware wallet e sopratutto grazie all’estensione Google Chrome che TREZOR mette a disposizione.

La sicurezza offerta da TREZOR

Trezor offre una sicurezza sicuramente adeguata rispetto anche alla gestione dei wallet che al loro interno contengono quantità importanti di criptovaluta.

Innanzitutto permette di avere un backup del wallet con una passphrase da 24 parole che viene generata in fase di installazione.

Successivamente alla prima installazione deve essere anche inserito un codice PIN: un eventuale errore nell’inserimento del PIN aumenta i tempi di attesa all’esponente di 2, e quindi per fare 30 tentativi impiegheremmo circa 17 anni.

Con la passphrase da 24 parole è possibile recuperare il wallet in qualunque momento, anche nel caso in cui il trezor che abbiamo comprato dovesse essere perso o dovesse andare distrutto. Cosa altrettanto importante di cui tenere conto è la possibilità di integrare le modalità di recupero anche con wallet virtuali come Electrum!

Altra feature di sicurezza importante che riguarda TREZOR è il fatto che per approvare una transazione i tasti presenti sul wallet hardware devono essere necessariamente spinti: questo vuol dire che anche nel caso, decisamente poco probabile, che qualcuno dovesse entrare da remoto in TREZOR, non potrà comunque approvare da remoto le transazioni.

Privacy

Interessante anche il profilo di privacy per quanto riguarda TREZOR. Siamo infatti davanti ad un dispositivo che non ha codice seriale e che dunque non può essere tracciato da nessuno, tanto meno dall’azienda produttrice.

Si tratta di un enorme vantaggio in un mondo, quello delle criptovalute, dove il tracciamento degli utenti è purtroppo realtà per quasi ogni tipo di servizio che possiamo andare ad utilizzare.

Nessuno, una volta che lo hai acquistato, potrà associare il tuo TREZOR al tuo ordine.

Compatibilità con i wallet software

Vale la pena di ricordare inoltre che TREZOR è anche compatibile con il grossi dei wallet software più diffusi al mondo, tra i quali non possiamo che ricordare Electrum, GreenAddress, Multibit, Mycelium e anche con il wallet software offerto da myTREZOR.com

Quanto costa TREZOR e dove si compra ?

TREZOR può essere acquistato direttamente sul sito internet dell’azienda, all’indirizzo https://shop.trezor.io, oppure presso il circuito di vendita ufficiale ( incaricato direttamente dalla società per la vendita ), Amazon.it.

Il costo è di 89,00 euro ai quali devono essere aggiunti, nel caso in cui ne avessimo bisogno, i costi di spedizione per la consegna rapida in 2-5 giorni tramite DHL.

I prezzi su altri circuiti, tra i quali Amazon, tendono ad essere leggermente più elevati, motivo per il quale sarebbe sempre preferibile rivolgersi appunto al sito ufficiale.

È da escludersi a priori la possibilità di acquisto tramite eBay o altri circuiti non ufficiali: in questo caso infatti nulla ci garantisce infatti la non manomissione del dispositivo. Con un firmware leggermente modificato, chi ci ha venduto il dispositivo potrebbe essere in grado di accedere al nostro wallet e spendere le nostre criptovalute.

Le specifiche tecniche

Vale la pena di ricordare inoltre in questa guida quelle che sono le specifiche tecniche così come comunicate dal produttore:

  • Peso: 12 grammi
  • Dimensioni: 6 x 3 x 0.6 cm
  • CPU: ARM Cortex M3 a 120 MHz
  • DISPLAY: OLED Bright da 128×64 pixel
  • Connettività: Micro USB
  • Sistemi supportati: Windows, Mac, Linux, Android

Tutti possono migliorare il codice di TREZOR

Chiudiamo con una piccola nota: il codice sorgente di TREZOR è in larga parte disponibile su github, con l’azienda madre che invita chiunque ne abbia interesse e capacità a modificare il codice e a proporre suddette modifiche anche alla linea madre del codice firmware.

Si tratta dunque anche di una grandissima opportunità per chi vorrebbe saperne di più di criptovalute e programmazione anche ad un piano squisitamente più tecnico.

Conviene comprare TREZOR?

TREZOR rimane nel momento in cui ti scriviamo uno dei wallet hardware più importanti dell’intero panorama. Offre infatti delle impostazioni di sicurezza estremamente interessanti anche per chi ha necessità particolari ed è un po’ il device di riferimento dell’intero settore.

Se sei alla ricerca di un buon wallet hardware, TREZOR dovrebbe far parte sicuramente delle possibilità che sei disposto a passare al vaglio. Per intenderci, ogni altro wallet dovrebbe superare… il TREZOR test, ovvero dovrebbe essere messo in comparazione per prezzo e per funzionalità con il wallet che ti abbiamo presentato oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *