Home / Bitcoin Mining: Informazioni su come minare

Bitcoin Mining: Informazioni su come minare

Inutile dirlo i bitcoin sono in grado di suscitare una grande curiosità in tutti coloro che sanno della loro esistenza. I Bitcoin ormai non vanno quasi più considerati soltanto una moneta o un metodo di pagamento per il fatto di aver rappresentato un cambiamento nei paradigmi di quella che si pensava fosse una valuta fino ad oggi, o meglio fino al 2008 quando hanno fatto la loro prima apparizione.

Ora se sei qui sappi che noi abbiamo creato questo contenuto apposta per parlare in maniera approfondita di cosa sia e come funziona il mining fi bitcoin. Intanto possiamo dire che questa è una delle possibili procedure che potrebbe permetterti di diventare come una zecca di stato e creare tu stesso la tua moneta sfornandola semplicemente da casa!

In effetti la cosa non può non incuriosire, quindi ti consigliamo di metterti comodo e seguirci in questo viaggio alla scoperta del mining di bitcoin. Potrebbe renderti ricco? Può fare di te un professionista dei bitcoin? Il mining nasconde molte soprese ed opportunità che noi ti consigliamo di non perdere.

Mining bitcoin
Informazioni sul mining di Bitcoin

Il mining in breve

Prima di continuare però una precisazione va fatta. Minare bitcoin non ti permetterà di ottenere subito valuta corrente, perché è ovvio: non puoi ottenerli fisicamente come si fa con l’euro o con il dollaro. I bitcoin sono valuta digitale che corso regolare e quindi se ne ha i potrai sempre scambiarli con le valute “fiat”. Con il mining si possono ottenere molti bitcoin a livello digitale, ma questa procedura richiede parecchio tempo e alcune problematiche da affrontare.

Per abbreviare il più possibile la spiegazione del mining ne daremo una definizione tecnica, prima di procedere poi nel corso della guida a spiegare nel dettaglio e in modo semplice come funziona. Il mining non è altro che una procedura che permette di attaccare, mediante la tecnica del brute force dei dati protetti da crittografia, basata sull’algoritmo SHA-256.

Insomma si può fare tutto attraverso il semplice utilizzo di un computer, ma questa operazione richiede molta potenza di calcolo e un hardware davvero di altissimo livello, perché forse non ci crederai ma si rischia davvero di fondere il proprio pc. Per il mining dunque bisogna cercare sempre di munirsi di un computer performante e creato appositamente per questo stesso scopo.

Ci sono però altre possibilità meno dannose per il computer che ti presentiamo nel corso della guida.

Per capire come minare però spieghiamo prima cosa sono i bitcoin, così tutto sarà più semplice.

Cosa sono i bitcoin

I Bitcoin sono un moneta digitale o criptovaluta il cui nome è abbreviato spesso il (BTC). Pur essendo una moneta digitale sono legali riconosciuti e accettati tanto da poterci acquistare beni prodotti e servizi. L’aspetto affascinante di Bitcoin (uno dei tanti) è che essi non vengono creati o emessi da una banca centrale o un ente che fa da intermediario: essi nascono interamente grazie ad un sistema che i basa sul peer to peer ovvero una rete di natura open source che sfrutta un database distribuito tra tutti i computer degli utenti.

Bitcoin-come minarli
mining dei bitcoin

Il Database dei Bitcoin è detto Blockchain perché è quel sistema che è in grado di tenere traccia di tutte le transazioni mai avvenute con i Bitcoin rappresentando per essi una sorta di ricevuta di sicurezza, una prova insomma.

Partecipare a questa rete dunque comporta che mentre si può mantenere l’anonimato producendo moneta, comunque si resta nella legalità perché tutti i movimenti che si effettuano sono pubblici e tracciati.

Ribadiamo che per quanto riguarda la legalità non ci sono problemi, infatti i bitcoin sono pubblici e legali in tutto il mondo.

La sicurezza e la regolarità del sistema sono garantiti da un sistema di crittografia che impedisce agli utenti di truccare i loro portafogli di bitcoin o creare moneta fasulla.

Inoltre se hai prodotto un bitcoin sarà difficile sapere quanto vale perché il suo prezzo aumenta e diminuisce molto spesso anche nello stesso giorno, quindi per farlo è utile consultare siti come Bitcoin Charts.

Come fare mining di Bitcoin

Se hai compreso le basi del sistema dei Bitcoin ora sei più pronto di prima ad organizzarti per il mining e capire se puoi farlo o meno. Per minare materialmente in realtà è sufficiente far eseguire al proprio processore e scheda video un’attività che è possibile svolgere attraverso alcuni programmi, in questo modo si presta la potenza di calcolo del proprio pc al sistema, che a sua volta ricambia con i bitcoin.

Ora sorge però il primo problema. Con il passare del tempo sempre più persone hanno deciso di iniziare a fare mining attraverso i loro computer di casa. Quindi con l’aumentare del loro numero sono successe due cose:

  • Da un lato per minare un bitcoin ci è voluto sempre più tempo per via del gran numero di persone che partecipa.
  • Dall’altro viene richiesta sempre più potenza a un pc perché sia in grado di sviluppare i calcoli necessaria ad ottenere bitcoin.

Questo porta a diversi problemi e svantaggi, perché per prima cosa i livelli di consumo di energia elettrica diventano davvero consistenti se si desidera far viaggiare la propria macchina sempre al massimo, in secondo luogo se si continua a far lavorare così tanto un computer, questo prima o poi alzerà bandiera bianca e non funzionerà più a causa dell’usura causata dallo sforzo continuo.

Minare tramite pc

Per iniziare quindi il consiglio principale se si vuole minare tramite PC è quello di cercare un’azienda che fornisca computer pre assemblati e fatti apposta per il mining di bitcoin. Macchine di questo tipo potrebbero avere un costo molto elevato ma sono una garanzia che le componenti non si usurino facilmente e che i consumi non siano esorbitanti visto che parliamo di computer ottimizzati appositamente per il mining. I computer detti ASIC sono proprio quelli per minare Bitcoin e sono costruiti per evitare il dispendio di energia che si avrebbe con un computer tradizionale.

Se non intendi acquistare un ASIC, operazione che può comunque rivelarsi complessa a causa del fatto che questo tipo di pc non è facile da assemblare e sembra che la qualità di quelli in commercio non sia così elevata, puoi sempre optare per una soluzione formato esterno ed in particolare USB. SI tratta di un dispositivo che puoi attaccare direttamente al computer proprio come si fa con una porta USB, ma esso ha la capacità di minare bitcoin senza far schizzare alle stelle la tua bolletta dell’energia elettrica. Si tratta di una soluzione semplice ed anche alla portata visto il costo di soli 50€.

Minare con pc conviene?

Il livello di difficoltà di minare qualsiasi valuta è inevitabilmente destinato a crescere; ciò ridurrà ulteriormente le possibilità che avrai a disposizione. Quindi è particolarmente importante iniziare con la migliore attrezzatura che puoi permetterti così da minare fruttuosamente per il periodo di tempo più lungo possibile.

tecniche di mining
Minare criptovaluta bitcoin

Un altro fattore che colpisce i tuoi guadagni è certamente la volatilità della valuta; ma in questo caso potresti anche andare in perdita rispetto alle spese sostenute. Se il prezzo cala all’improvviso, dovrai decidere se vendere a un prezzo basso o tenere le tue monete finché il loro valore non torna su.

Per molte ragioni quando ci si chiede se oggi il mining sia conveniente o meno, quindi, la risposta è no!

Ci sono altre alternative per guadagnare con i Bitcoin che vanno prese in considerazione, c’è ad esempio anche il trading sulle criptovalute che può dare molte soddisfazioni e ne parliamo approfonditamente qui nelle pagine di Criptovaluta.it, il primo portale italiano internamente dedicato al mondo delle monete digitali.

Il Mining Pool di bitcoin: cos’è e come funziona

Parliamo ora del Mining Pool. Questa è una ulteriore soluzione per minare Bitcoin che ti consente di fare in modo che questa attività non vada a pesare sulle componenti del tuo computer e mantenga basso il consumo di energia elettrica. In pratica si tratta del mining che si fa “in community”. Con il Mining Pool in pratica si partecipa a una rete di persone desiderose di partecipare all’attività di mining in tutto il mondo e si mettono insieme le forze proprio per minare i bitcoin tutti all’unisono. Tra i sistemi di questo tipo abbiamo SLushPool che è uno dei più famosi e sembra funzionare piuttosto bene.

Per poter fare il mining pool è necessario sempre scaricare un client, ma in definitiva non sono mai troppo diversi tra loro quelli disponibili e sono spesso compatibili con qualsiasi sistema operativo.

In che altro modo ottenere bitcoin?

Se desideri ottenere bitcoin in modi più semplici di quelli offerti dal mining, quali altre soluzioni è possibile adottare? Le alternative non mancano di certo, ad esempio è possibile sfruttare alcuni sistemi di affiliazione, altre persone invece decidono semplicemente di comprare i bitcoin e tagliare la testa al toro. Ora continua a leggere e scopri le alternative disponibili al mining.

Per iniziare parliamo dei sistemi di affiliazione.

In rete ci sono molte possibilità offerte in tal senso. Ad esempio è possibile iscriversi al progetto QoinPro. Qui tramite una registrazione si possono iniziare a ricevere bitcoin praticamente senza fare nulla, è sempre possibile ottenerne di più invitando altre persone al programma ma in generale questo sistema non è molto conveniente perché permette di guadagnare un numero davvero limitato di Bitcoin.

Comprare i Bitcoin

Se vuoi delle alternative più valide invece noi consigliamo anche di comprare i Bitcoin. In Italia non c’è nessun problema da questo punto di vista e se intendi comprare Bitcoin puoi farlo in assoluta tranquillità perché è legale. Anche in questo caso però è necessario trovare il servizio adatto per cominciare a fare i tuoi acquisti. Una delle possibilità ora è Bitstamp. Una piattaforma sulla quale puoi aprire un conto e riempirlo anche con i bitcoin che hai acquistato dalle altre persone che utilizzano il sito. Un servizio molto conveniente dunque ed anche piuttosto comodo.

Se desideri iniziare ad usare Bitstamp, quello che devi fare è molto semplice, perché ti basta creare un account e registrarti al servizio riempiendo i soliti campi richiesti dai siti in fase di iscrizione e poi alla fine devi cliccare il pulsante per completare la procedura. Il passo successivo è quello di andare sulla tua casella di posta elettronica e confermare l’iscrizione.

Servizi di exchanges come Bitstamp sono basati su una sorta di sistema di exchange dove tu puoi cambiare il denaro corrente con la valuta digitale, ma come sarà possibile poi conservare al sicuro la valuta di cui vieni in possesso? Semplice, per farlo esistono dei servizi appositi, ovvero i Wallet, quei portafogli virtuali in cui puoi immettere tutte le monete virtuali che hai ottenuto minando, acquistandole o scambiandole.

Cosa sono i Wallet, come usarli?

La parola wallet in inglese significa portamonete o portafoglio ed è proprio qui che terrete i vostri BitCoin, un portafoglio informatico composto da un file criptato accessibile solo possedendo la relativa password.

Questo significa che non c’è nessun ente terzo che tenga i vostri BitCoin al sicuro per te: i tuoi soldi in BitCoin saranno custoditi in un file sul vostro computer e se perderete il file o dimenticherete la password il wallet e tutto il suo contenuto in BitCoin saranno persi e irrecuperabili per sempre, proprio come avverrebbe se si smarrisse portafogli fisico con due importanti differenze:

  • Il wallet bitcoin è un portafoglio virtuale e quindi è possibile farne delle copie di backup (su hard disk esterni, chiavette usb, schede sd, servizi di file storage online come google drive e dropbox). Anche se qualcuno trovasse il wallet non potrebbe utilizzarlo senza conoscere la password.
  • A meno che non dividi i soldi su più wallet (soluzione con evidenti problemi di gestione) il vostro file conterrà tutti i vostri soldi in bitcoin, questo significa che in certi casi il danno da perdita del file potrebbe essere molto peggiore dello smarrimento di un portafoglio fisico in cui in genere teniamo una piccola quantità di denaro.

Ma niente paura usare un wallet di qualsiasi tipo e tenerlo al sicuro non è così difficile. Ne esiste anche uno fisico che funziona anche offline ed è il Ledger Nano S che funziona con una semplice porta USB da attaccare al computer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *