Home / La 1^ guida italiana sul mondo delle Criptovalute

La 1^ guida italiana sul mondo delle Criptovalute

Cosa sono, come funzionano e perchè col passare del tempo diventano sempre più famose ? Le criptovalute sono una realtà, nel mondo degli investimenti in Borsa, sempre più diffusa. Su Criptovaluta.it trovi tutto ciò che ti occorre per restare informato sia sulle ultime novità dal settore, sia per conoscere esattamente ogni funzionamento, caratteristica e come fare per investire sulle principali criptomonete.

Storia delle monete virtuali

Secondo uno scrittore ed esperto di sicurezza informatica, Alessandro Curioni, il giro d’affari che ruota ogni giorno intorno al mercato delle criptovalute, denominate anche ” monete virtuali “, si aggira mediamente intorno ai 30 miliardi di dollari, con picchi in determinati momenti anche superiori a 60 miliardi di $. Solo qualche anno fa queste cifre sarebbero state impensabili eppure le criptovalute ce l’hanno fatta e stanno entrando sempre di più nella nostra vita quotidiana e a quanto pare non ne usciranno facilmente neanche nei prossimi anni, ma questo è un bene o un male?

In media la criptovaluta Bitcoin, la principale valuta digitale in circolazione, raggiunge uno scambio giornaliero che supera i 15 miliardi di dollari. I Bitcoin dominano il mercato nonostante sia stato stimato che in questo momento nel mondo esistono oltre 1.450 criptovalute.

criptovalute come funzionano
Di criptovalute si sente sempre più parlare, ma cosa sono? In questa guida troverai tutte le informazioni che stai cercando

L’inventore dei bitcoint è un tale dal nome Satoshi Nakamoto. Ma in realtà non si sa se sia realmente lui l’ideatore perché a questo nome non corrisponde alcuna identità certa. Più probabile che si tratti di uno pseudonimo adottato per nascondere la propria identità da una o più persone che per varie motivazioni non vogliono farsi riconoscere come inventori delle criptovalute.

Nel 2009 Nakamoto pubblica un articolo nel quale si parla della nascita della valuta digitale, intitolato: “Bitcoin: una moneta elettronica distribuita sulla rete”.

Nel documento la cosa più interessante era la proposta dell’utilizzo di un sistema di sicurezza informatica chiamato Blockchain, o catena dei blocchi, un sistema crittografico che utilizza lo scambio di informazioni del tipo peer to peer all’interno della rete di internet che garantisca l’impossibilità di falsificare o mutare un record informatico inserito all’interno del Blockchain.

Il primo utilizzo di questa tecnologia che è stato pensato dagli sviluppatori è stato l’ambito finanziario. Non a caso chi fa transazioni finanziarie utilizzando la blockchain di bitcoin può essere sicuro di 2 cose:

  • Nessuno può “fregare” l’altro appropriandosi in maniera truffaldina dei suoi soldi.
  • Inoltre altro vantaggio è che la transazione avviene nel più totale anonimato.

Ormai grazie a queste premesse i bitcoin sono utilizzati ed apprezzati da centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo e non solo loro ma anche molte altre criptovalute sono accettate e scambiate normalmente perché se ne riconosce il valore e la sicurezza anche in enti ufficiali, come università, negozi e molto altro ancora. Anche in Italia ormai esistono piccoli paesi o città dove è possibile fare transazioni bitcoin come fossero valuta corrente: si può fare la spesa, pagare un taglio di capelli o perfino il caffè al bar.

Cryptocurrency

Le criptovalute prendono anche il nome di “cryptocurrency” il termine in inglese che tradotto letteralmente significa proprio “cripto-valuta”.

Questo da una parte è n momento fantastico perché il mondo sta prendendo coscienza che esiste una tecnologia nuova e straordinaria – quella dei bitcoine e non solo – la cui proposizione dirompente è quella di essere una valuta alternativa all’intera infrastruttura monetaria su cui si basa la nostra economia. È chiaro però che questa presa di coscienza passa per una pretesa di conoscenza.

Ci sono sempre più traders ed operatori di mercato delle cryptocurrency che non sis tanno dando il temo di studiare la nuova tecnologia su cui si basa la moneta digitale – per capirne limiti problematiche e reali opportunità, ma anche i possibili sviluppi – e mettono direttamente mano al portafoglio per comprare tanti sfavillanti mezzi di scambio innovativi, basati sulla tecnologia sulla quale si fondano gli stessi bitcoin.

Per questo noi abbiamo creato questo portale dedicato alle criptovalute e ci proponiamo lo scopo di informare al meglio tutti coloro che desiderano saperne di più dell’argomento ed andare ad approfondirlo con lo scopo finale di fare investimenti nel settore.

Quando ci sono i propri capitali in ballo non c’è da prendere le cose alla leggera e bisogna analizzare e prendere in considerazione tutti gli aspetti del settore nel quale ci si stà muovendo compreso quelle delle valute digitali che riserva molte sorprese positive che però bisognerà pur sapere come utilizzare per non incappare in brutte sorprese.

Alcuni analisti già prevedono che chi sta investendo in copie senza senso o valore dei bitcoin non potrà che perdere denaro in quanto non tutte le criptovalute sono un investimento vantaggioso o conveniente. Il mercato principe al momento come abbiamo più volte avuto modo di sottolineare è quello dei bitcoin e continuerà a crescere anche perché con il crollo degli altri più piccoli mercati di criptovaluta tutti gli investitori si riverseranno sul bitcoin, vantaggioso e sicuro.

Prima di investire in criptovalute bisogna sapere quali di esse sono davvero vantaggiose e quali sono i punti di forza della valuta digitale in questione. Questo è il compito del nostro portale dove puoi raccogliere un gran numero di informazioni utili che potrebbero portarti ad investire con capacità e consapevolezza i tuoi capitali in un settore in espansione continua ed esponenziale il che comporterà grandi vantaggi per te.

Quotazioni delle criptovalute

Sul finire del 2017 i Bitcoin raggiungevano un nuovo massimo storico nelle quotazioni, questo dimostra che ancora una volta le criptovalute si stanno rivelando un vero affare per chi ci investe sopra. Il valore della moneta toccò infatti il massimo storico oltrepassando quota 17.500 dollari, ed il dato è stato riportato da ogni media al mondo.

Gli analisti non sono in grado di dire con precisione tutti quelli che sono i fattori che stanno spingendo le criptovalute sempre più in alto, anche se a dire il vero il fenomeno era stato previsto da tempo. Un fatto è certo però, un rialzo del genere era inaspettato specialmente dopo che la Securities and Exchange Commission ha dato parere negativo alla richiesta di aprire ETF correlati alla criptovaluta almeno per il momento. In ogni caso la moneta ha un continuo e forte rialzo.

I Bitcoin godono della fiducia degli investitori ed anche della SEC che continua a monitorare i bitcoin consapevole della loro grande importanza.

valore bitcoin
Le criptovalute nel 2017 sono state prese d’assalto dagli investitori, ed il loro valore si è moltiplicato

In ogni caso tra i fattori che concorrono ai movimenti del prezzo delle criptovalute non ci sono solo gli organi di sicurezza finanziaria. L’attuale capitalizzazione di mercato dei Bitcoin supera oggi la strabiliante cifra dei 200 miliardi di dollari.

Gli ultimi anni si stanno rivelando molto positivi per le criptovalute che continuano costantemente ad aumentare il valore e non a caso molti grandi attori internazionali continuano ad avere una visione molto positiva sul presente e sul futuro delle criptovalute. Ad esempio già da qualche tempo il Giappone ha ufficialmente riconosciuto i bitcoin e altre criptovalute come valute ufficiali! Inoltre il ministro delle finanze russo Alexej Moiseev ha detto che i bitcoin potrebbero diventare presto valuta ufficiale anche in Russia, ovviamente non in sostituzione ma in concomitanza con la valuta corrente che sarà affiancata.

Anche l’India sta valutando una misura simile che verrebbe accompagnata da una bitcoin tax dal momento che questo tipo di transazioni stanno diventando popolari e non possono più essere ignorate. In India si calcola che la quantità di transazioni in bitcoin sia raddoppiata da quando il governo ha bannato l’utilizzo di certi tipi di banconote.

Tutto questo non fa che confermare l’importanza delle criptovalute e per di più smentisce chiunque parli di questo business come di una truffa! Oltre a Bitcoin ci sono anche le altre criptovalute come Ripple, Ethereum, Dash e Monero che hanno fatto registrare grandi rialzi e molto significativi negli ultimi anni. Alcune valute digitali hanno fatto registrare rialzi a doppia cifra anche in un solo giorno. Ethereum per esempio è cresciuto molto ed ha fatto registrare in modo molto veloce l’interesse di società del calibro di Microsoft e JPMorgan Chase.

Il Bitcoin è la valuta virtuale che vale più di tutte ed è sempre in crescita ma potrebbe già essere a valori ancora più alti solo gli Stati Uniti sembrano essere per il momento un ostacolo alla ulteriore crescita. Ma questo deve essere visto dai potenziali investitori come un bene perché basta aspettare l’imminente momento della totale liberalizzazione dei bitcoin per poter intascare rendimenti favolosi.

Fare previsioni per il futuro non è semplice ma sembra piuttosto che chiaro che i segnali a disposizione lasciano presagire un avvenire roseo per questo genere di valute virtuali.

Se desideri conoscere le quotazioni per ciascuna delle più importanti criptovalute compresi i Bitcoin ti basta seguire questo nostro approfondimento sulle quotazioni delle valute digitali più scambiate cliccando su: quotazioni criptovalute.

Come fare per iniziare ad investire in criptovalute

Come hai avuto modo di notare le criptovalute si stanno trasformando sempre di più in un grande affare anzi un affare che tra breve potrebbe diventare proprio milionario. Ma come si agisce sulle criptovalute per investirvi ed ottenere in cambio dei profitti? In passato c’era chi amava minare criptovalute e questo portava un guadagno. In pratica bisognava mettere a disposizione una parte della potenza di calcolo del proprio computer per permettergli di minare, cioè trovare algoritmi capaci di concorrere al meccanismo della “blockchain” che sta alla base del sistema dei bitcoin.

Ora però le cose sono cambiate e creare moneta non è più molto conveniente a meno che tu non disponga non di computer ma di veri e propri server dove creare una grande quantità di moneta virtuale. Orami la cosa più conveniente in assoluto è diventato il meccanismo di investire nelle criptovalute attraverso gli exchanges, che ti consentono di acquistare direttamente criptovalute ( attraveso l’utilizzo metodi di deposito quali bonifico bancario, ewallet come paypal o skrill oppure attraverso carta di credito come visa, mastercard e prepagate come postepay di poste italiane, etc ) o infine attraverso il sostegno dei broker che si occupano di trading online

In pratica si tratta di dotarsi di un intermediario che ti permette di investire il tuo capitale su una piattaforma che ti metta in comunicazione con il mercato delle criptovalute.

Ci sono oggi molti broker disposti ad offrire questa possibilità ed in particolare te ne menzioniamo due tra i maggiori al mondo, ovvero:

  1. eToro.com – sito web ufficiale: https://www.etoro.com/it/
  2. IQ Option – sito web ufficiale:  https://eu.iqoption.com/it

Attraverso questi intermediari ( brokers ) è possibile investire in criptovalute attraverso la negoziazione di contratti. Questa operazione viene definita col termine ” trading “. Nel paragrafo seguente andiamo a comprenderne meglio ogni aspetto.

Trading Criptovalute

Cosa significa fare trading di criptovalute? Molto semplice. Forse se sei qui hai già qualche dimestichezza con il trading ma se non dovesse essere così non preoccuparti. Comunque facciamo un esempio semplice basato sul mercato azionario. L’azionario è un mercato particolare perché subisce forti cambiamenti anche nel giro di pochissimo tempo. Queste variazioni nel prezzo delle azioni possono essere sfruttate dagli investitori più furbi anche nella frazione di un secondo tramite il trading. Ecco un esempio:

  • Notizia: le azioni apple stanno per salire causa rilascio nuovo prodotto
  • Azione: investimento di 100€ sulle azioni apple
  • Reazione: il prezzo delle azioni sale ed il capitale iniziale può essere anche duplicato da una sola operazione!

Lo stesso meccanismo di può applicare facendo trading di criptovalute.

Consulta la nostra guida: Trading criptovalute se vuoi conoscerne ogni aspetto in maniera più dettagliata.

Di seguito ti mostriamo la tabella con i brokers testati da noi per te e che reputiamo possano essere i migliori per fare trading online delle principali criptovalute.

PIATTAFORME CRIPTOVALUTE CONSIGLIATE DA CRIPTOVALUTA.IT

Deposito: €200
Spreads: Bassi
Licenza: CySEC
Commissioni: zero
Conto demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione eToro

APRI UN CONTO
Visita il sito ufficiale
Il tuo capitale è a rischio.
Deposito: €10
Spreads: Onesti
Licenza: CySEC
Commissioni: zero
Conto demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione IQ Option
APRI UN CONTO
Visita il sito ufficiale
Il tuo capitale è a rischio.
Deposito: €100
Spreads: Stretti
Licenza: CySEC
Commissioni: zero
Conto demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione Plus500
APRI UN CONTO
Visita il sito ufficiale
Il tuo capitale è a rischio.
Deposito: €100
Spreads: Onesti
Licenza: CySEC
Commissioni: zero
Conto demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione Markets.com
APRI UN CONTO
Visita il sito ufficiale
Il tuo capitale è a rischio.

Investire in criptovalute attraverso gli exchanges

Esistono fondamentalmente due modi per investire in criptovalute. Il primo è attraverso la speculazione sui CFD, il secondo sono gli exchanges; il secondo caso è l’unico in cui si giunge a detenere a tutti gli effetti la moneta virtuale acquistata.

migliori exchange criptovalute
Gli exchange sono servizi attraverso i quali è possibile comprare e vendere criptovalute

Gli exchange non trattano derivati, ma criptovalute vere e proprie. Ne esistono più di un centinaio in tutto il mondo, ma molti presentano restrizioni territoriali. Questo significa che solo alcuni exchange sono operativi in Europa, e dopo averli provati abbiamo recensito i migliori in circolazione.

Per acquistare criptovalute tramite un exchange è possibile utilizzare una carta di credito, un bonifico e talvolta anche PayPal o altri portafogli elettronici.

Una volta completato l’acquisto è opportuno tenere i valori al sicuro utilizzando un wallet cripto. Gli exchange sono da preferire al trading quando si desidera un investimento di lungo periodo anziché una speculazione sui movimenti intra-day o sui trend momentanei.

Di seguito puoi prendere visione della tabella riassuntiva che ti mostra tutte le informazioni e i links di collegamento ai migliori exchanges per comprare fisicamente le tue criptovalute preferite.

I MIGLIORI EXCHANGES CRIPTOVALUTE CONSIGLIATI DA CRIPTOVALUTA.IT

Sito: https://hodly.com/it
Recensione Hodly
APRI UN CONTO
Sito: https://spectrocoin.comRecensione Spectrocoin
APRI UN CONTO
Sito: https://www.kraken.comRecensione Kraken
APRI UN CONTO
Sito: https://poloniex.comRecensione Poloniex
APRI UN CONTO
Sito: https://www.bitstamp.netRecensione Bitstamp
APRI UN CONTO
Sito: https://bittrex.comRecensione Bittrex
APRI UN CONTO
Sito: https://therocktrading.com/itRecensione The Rock Trading
APRI UN CONTO
Sito: https://www.bitmex.comRecensione BitMEX
APRI UN CONTO
Sito: https://www.bitpanda.com/Recensione Bitpanda
APRI UN CONTO
Sito: https://www.coinbase.comRecensione Coinbase
APRI UN CONTO

Importante: Tutti gli exchanges presenti in tabella sono stati testati dallo staff di Criptovaluta.it, che ha poi deciso di recensirli per offrirte tutte le informazioni ai lettori del portale.

Consulta la nostra guida cliccando su >>> Exchanges criptovalute per avere tutte le ulteriori informazioni riguardo i principali exchange dove investire comprando criptovalute.

Comprare criptovalute: come fare ?

Come hai avuto modo di apprendere attraverso la lettura dei paragrafi precedenti, per investire in criptovalute, hai una duplice possibilità:

  1. Fare trading online di criptovalute attraverso i CFD;
  2. Comprare realmente criptovalute attraverso gli exchanges.

Quali sono i pro e i contro di ambedue i metodi di investimento ? All’interno della pagina: comprare criptovalute: dove e come il nostro staff illustra tutto ciò che occorre fare per iniziare, sia nella compravendita attraverso gli exchanges, sia nel caso in cui si faccia trading online di Cfd ( contratti per differenza ).

Perché scegliere il Mercato delle Criptovalute?

Questi tramite il sistema dei CFD possono portare chiunque ad approfittare delle grandi oscillazioni conosciute dalle criptovalute sui mercati finanziari. Grazie a sistemi di investimento molto semplici e collaudati è ormai possibile per chiunque partecipare delle grandi ricchezze che circolano su questi mercati affidandosi però a strategie sicure e comprovate. Altrimenti diventa impossibile portare avanti qualsiasi tipo di attività. I bitcoin si apprestano a diventare tra i più grandi protagonisti dell’economia mondiale.

Siamo di fronte ad un fenomeno che può rappresentare quello che l’invenzione della ruota rappresentò per l’uomo primitivo, ecco perché è consigliabile farsi trovare pronti anche con un piccolo capitale da investire, per non assistere da spettatori a questo cambiamento epocale che porterà molte persone a diventare potenzialmente ricche. Questa ci sembra un’ottima motivazione per scegliere il mercato delle criptovalute.

Criptovalute Truffa

Da tutto quello che abbiamo detto e ribadito fino a questo momento dovrebbe esserti chiaro che il settore delle criptovalute non è una truffa ma un settore promettente. Certo come ogni settore potrebbe subire un crollo ma ci sono le stesse probabilità che un crollo simile lo subisca la Aplle o la Samsung, quindi non c’è alcun problema nello scegliere le criptovalute per investire. Ecco se desideri approfondimenti ti basterà leggere questo articolo sulla reale situazione che riguarda le criptovalute per capire perché non sono una truffa.

Per approfondire l’argomento puoi leggere il nostro articolo cliccando su: criptovalute truffa

Comparazione delle criptovalute con altri business

Vediamo cosa dicono i dati più recenti che riguardano le criptovalute. Stando a quanto riportato da autorevoli fonti di informazione le criptovalute attirano capitali importanti intorno a se, pari o superiori a quelli di aziende tecnologiche blasonate. Il podio nel settore delle criptovalute se lo contendono in particolare: Bitcoin, Ripple ed Ethereum, ma sembra che il futuro possa riservare molte sorprese. Si aspetta con ansia una delibera del SEC che potrebbe avere un effetto incredibile sul mercato portandolo addirittura ad esplodere grazie ai grandi flussi di investimenti che si riverserebbero nel settore, perché gli investimenti sulle criptovalute alla portata di tutti.

Ci sono analisti che parlano ormai di un giro d’affari che si aggira intorno ai 58 miliardi di dollari, sarebbe questo il valore della criptoeconomia. La cifra è incredibile perché se paragonata a quella d altre aziende da l’idea di un settore che forse era stato sottovalutato, in pochi ci avrebbero scommesso 10 anni fa. Aziende come Netflix, Activision-Blizzard, Western Digital, Corning, Micron, Ebay, giusto per citarne alcune hanno ciascuna un valore di mercato che si muove tra i 25 ed i 70 miliardi di dollari. Quindi il traguardo non è lontano.

Classifica delle principali Criptovalute

Abbiamo voluto fornire di seguito una classifica delle criptovalute più importanti scegliendone soltanto 3 perché sono le più gettonate e scambiate sui mercati internazionali.

1° – Primo posto Bitcoin

bitcoin come comprareDi particolare interesse in questo discorso, per chiarire l’andamento della criptovaluta più importante ovvero il bitcoin, sarà paragonare la crescita che ha avuto questa moneta con quella fatta registrare dalle quotazioni dell’oro.

L’attuale capitalizzazione di mercato ( market cap ) di Bitcoin è attualmente vicina ai 200 miliardi di dollari.

Niente male per una moneta che nasce come espressione della volontà di trovare una controparte digitale al denaro contante, e cioè un sistema che consente di effettuare transazioni dirette e non reversibili tra due parti senza la necessità di ricorrere ad un intermediario.

Ciò implica la necessità di evitare fenomeni di “double-spending” cioè di falsificazione.

Nel caso dei bitcoin e di altre nascenti valute digitali si sta adottando un sistema detto proof to word, dove le transazioni avvengono sulla rete e raccolte in locchi che sono a loro volta annotati in un registro pubblico di transazioni. Questo lavoro di creazione dei blocchi e la loro annotazione avviene mediante un sistema determinato crittografico che rende il tutto molto sicuro ed impossibile da alterare.

Per la guida completa alla criptovaluta visita: Guida Bitcoin

2° – Secondo posto Ethereum

investire in ethereumEthereum è un progetto molto particolare ed interessante ed è così che ci spieghiamo la sua grande crescita in questo particolare momento storico. Il sistema cerca di offrire una grande alternativa e flessibilità rispetto all’utilizzo dei classici Bitcoin dato che c’è la possibilità di sviluppare i cosiddetti “Smart Contracts”, ovvero i contratti intelligentied automatici che cono in grado di auto eseguirsi, certo un concetto dalla portata rivoluzionaria. I contratti rispettano in automatico le clausole in essi contenute, senza la necessità di doversi affidare a consulenti esterni. Uno smart contract è un programma che si governa da solo grazie al rigido programma con cui è stato scritto. Questo cosa comporta?

In pratica un contratto intelligente nel momento in cui due parti decidono di accettare le clausole di questo tipo di contratto rende automatica l’esecuzione degli effetti delle clausole che quindi non sono più legate alla volontà delle due parti o all’interpretazione.

Come è ovvio immaginare anche in questo caso è necessario che vi sia un sistema alla base in grado di fare da garante per la fiducia delle due parti riposta nello smart contract stesso. Il sistema è paragonabile a quello dei bitcoin nella misura in cui si propone proprio di superare la necessità di una intermediazione in una transazione economica, Ethereum desidera superare la necessità di un intermediario che faccia da garante come nel caso di un notaio quando si va a fare un atto, o cose simili.

Il sistema proposto da Ethereum ha ricevuto molta attenzione da parte di imprese che operano nel campo della tecnologia e della finanza ed alla fine si è giunti alla creazione di Ehereum Enterprise Alliance. Inoltre questa piattaforma si prepara per un futuro dove verrà introdotto un aggiornamento del protocollo volto a modificare il meccanismo di consenso.

Si sta cercando di passare da un meccanismo proof to work come i bitcoin che prevedono calcoli matematici complessi ed un grosso dispendio di energia per poter essere condotti, per adottare una cosiddetta Proof of Stake. Ovvero prova dell’interesse.

Ecco nelle parole del padre russo del progetto come funzionerebbe questo sistema:

Immaginiamo di avere 100 persone sedute attorno ad un tavolo dove si trovano delle carte diverse, ognuna con un differente storico delle transazioni. Il primo partecipante prende una carta e la firma, poi passa tutto il malloppo di carte al secondo il quale si troverà a fare una scelta simile. Su cosa si basa la scelta? Ognuno sa di ricevere un compenso di 1$ se avrà firmato la storia della transazione che tutti i partecipanti del tavolo avranno firmato. E se firma una carta e dopo ne firma un’altra, la sua casa brucia.

Stake è la parola che viene utilizzata quando c’è una posta in gioco, in questo caso la posta è costituita dal fatto che ogni partecipante al sistema mette in gioco una parte dei propri Ether ovvero una parte della propria criptovaluta legata ad Ethereum: per incentivare al rispetto del contratto si riceve un guadagno minimo, mentre è prevista una punizione molto grave per chi vuole fare il furbo e viola le regole del sistema.

Questo sistema sarebbe eccellente perché non richiede un dispendio di risorse energetiche e risulta anche più semplice da gestire per l’intero sistema.

La Proof of Stake non è però semplice da realizzare, in quanto parliamo di un sistema nuovo che si trova alla base del meccanismo del consenso, ovvero è ciò su cui si basa la validità e la sicurezza del progetto, è opportuno che non vi siano punti deboli potenzialmente sfruttabili a hackers.

Il sistema è in via di sviluppo ma già per come funziona ora Ethereum sta ottenendo un grande successo ed anche per le modifiche future si prospetta un grande ottimismo in quanto Buterin ovvero il progettista russo ha anticipato che molto presto ci saranno grosse novità a riguardo. Come detto ci sono più di 800 criptovalute in circolazione ma alla fine le più importanti sono queste tre e poche altre delle quali trattiamo nel nostro portale e che tra breve andiamo ad elencare. Come vere e proprie criptovalute, viste le particolarità di Ripple, presto la gara potrebbe essere proprio tra Ethereum e Bitcoin.

Tutto questo fa capire come l’uso e consumo di criptovalute sarà sempre meno legato a quello che prima era ritenuto in fenomeno principalmente “nerd”.

Tra gli altri anche i cybercriminali purtroppo hanno cominciato a sfruttare la criptoeconomia per i loro loschi scopi, ma ciò non può intaccare il fatto che le criptovalute siano legali ed accettate in tutto il mondo. A breve la SEC (Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti) che è l’equivalente della Consob sta vagliando la possibilità di emettere ETF avente come sottostante proprio i bitcoin e chi si troverà a mercato in quel momento potrebbe davvero fare affari d’oro è per questo che noi consigliamo di investire in criptovalute il mercato più promettente ed a maggiore espansione degli ultimi anni per il quale ormai sono disponibili anche molti broker che operano online.

Per la guida completa alla criptovaluta visita: Guida Ethereum

3° – Terzo posto Ripple

ripple truffaSe possiamo guardare ai Bitcoin come una vera e propria criptovaluta, Ripple lo è ma è anche qualcosa di differente, si tratta infatti di un protocollo per una rete di transazioni che contiene a sua volta una criptovaluta dallo stesso nome e identificata dal simbolo XRP. Lo scopo di questa nuova criptovaluta è quello di superare l’intermediario bancario, andando però a interconnettere anche sistemi di trasferimento differenti e di consentire, per esempio scambi monetari in qualsiasi valuta sia crittografica sia reale. Al pari di Bitcoin anche questo sistema è decentralizzato ed è opensource e prevede un pubblico registro con meccanismi di consenso che sono basati su un principio differente rispetto a quanto accade in Bitcoin.

A voler dare uno sguardo generale alla criptovaluta appare chiaro che Ripple è da considerarsi per i sistemi di transazione del denaro quello che SMTP è stato per le email. Quando la nuova tecnologia stava nascendo chi offriva i servizi internet usava sistemi di invio e ricezione differenziati che non erano in grado di comunicare tra di loro. Proprio per superare questo tipo di problematica è stato ideato il protocollo SMTP che ha portato l’innovazione che ha permesso di cambiare il sistema e di ricevere ed inviare email con facilità. Un altro vantaggio di RIpple consiste nel fatto che la decentralizzazione della capacità di cambio è stata implementata. Ciò significa che se un utente vuole vendere la sua valuta in cambio di dollari, o qualunque altra valuta, lo può fare in rete senza dover sottostare ad un intermediario.

Quindi questa nuova valuta può essere considerata interessante proprio perché in grado di connettere vari sistemi transazionali e la sua valuta interna ha più lo scopo di prevenire abusi nel sistema e fornire liquidità interna alla rete che quello di effettivamente di trasferire valore, un sistema che si potrebbe definire geniale! Molti istituti bancari anche importanti come UBS, Santander, UniCredit, hanno seguito con attenzione lo sviluppo di Ripple, arrivando anche ad adottarlo per offrire sistemi più semplici e veloci di trasferimento di valore in particolare allo scopo di offrire ai propri clienti un sistema in più per la gestione delle rimesse estere.

Per la guida completa alla criptovaluta visita: Guida Ripple

4° – Quarto posto Bitcoin cash

fare trading bitcoin cashBitcoin cash, nota con il simbolo BCH, è la più nota criptovaluta nata da un hard fork. Cosa significa? Un hard fork è una divisione all’interno di un team nata da visioni diverse di un progetto informatico, che porta alcune persone al suo interno a staccarsi per crearne uno nuovo. É proprio questo il motivo per cui, il 1 agosto 2007, nasce Bitcoin Cash. Il dibattito riguardava la scalabilità di Bitcoin, ovvero il numero di transazioni che il suo sistema può affrontare senza compromettere la rapidità e la sicurezza del servizio. Il team di BCH ha ridotto la dimensione dei blocchi a 8 MB, rendendo più rapidi gli scambi,

Durante la prima settimana di negoziazioni, precedenti al rilascio della criptovaluta ed iniziate su un singolo exchange il 23 luglio 2007, Bitcoin Cash ha perso l’80% del suo valore. Dal momento della sua introduzione sul mercato, tuttavia, ha iniziato a convincere sempre di più gli investitori ed è diventata una delle criptovalute più capitalizzate al mondo. Per i miners, inoltre, è semplice dividere la propria potenza di calcolo a disposizione per minare BTC o BCH alternativamente vista la simiglianza dei protocolli. Questo ha favorito ulteriormente lo sviluppo del progetto Bitcoin Cash, che oggi è possibile negoziare sui principali exchange e broker.

Anche sul fronte dei wallet si può notare come Bitcoin Cash sia stato ampiamente accettato ovunque la criptovaluta da cui nasce sia conservabile. In un certo senso il nome e la grande similitudine hanno trascinato BCH facendola accreditare a tutto il mercato, forse più di quanto non lo abbiano fatto le migliorie rispetto al Bitcoin tradizionale.

Per la guida completa alla criptovaluta visita: Guida Bitcoin cash

5° – Quinto Posto Cardano

che cos'è cardano criptovaluteCardano è un’altra criptovaluta basata sul sistema blockchain totalmente free, ovvero non soggetta né al controllo di autorità né ad una banca centrale che la possa manovrare tramite tassi di interesse o acquisti e vendite in blocco di altre valute. Va sottolineato che la vera e propria criptovaluta non è Cardano, ma Ada; il concetto è simile a quello del mondo Ethereum con la valuta Ether.

Cardano si presenta dunque come un mondo di applicazioni che rappresentano operazioni finanziare svolte quotidianamente dalle persone. Queste stesse transazioni, così come gli smart contracts, possono essere eseguite direttamente all’interno di Cardano senza pagare commissioni. É qui che entra in gioco Ada, la criptovaluta che fa da controvalore per tutte le transazioni di cui sopra. Anche se si presenta come una criptovaluta free, poi, garantisce un minimo di controllo per ergersi sopra l’anarchia che governa invece altre monete.

Il motivo per cui Cardano ha un minimo di regolazione autoritaria deriva dalla credibilità dei suoi fondatori. Non è stato un progetto open source a dar vita ad Ada ed al mondo che la circonda, ma un’élite di ingegneri ed accademici di tutto il mondo. Questo garantisce che alla base del sistema vi siano persone preparate, in grado di determinare il successo del progetto attraverso la creazione di valore per chi lo utilizza o investe su di esso. La vision di Cardano, infatti, è quella di creare un mondo finanziario più corretto in cui tutti possono accedere alle migliori condizioni di scambio e negoziazione, senza penalizzare i meno abbienti come avviene con le valute Fiat.

Cardano utilizza un algoritmo chiamato Ouroboros per far sì che i singoli dispositivi si possano connettere alla rete garantendo a sé e agli altri una proof-of-work efficiente ed efficace. Grazie ad Ouroboros non sono necessari, infatti, i grandi investimenti in energia elettrica che servono invece alla rete Bitcoin per funzionare adeguatamente. Ouroboros è un sistema che non si basa sul proof-of-work, bensì sul proof-of-stake, ed è questo che ne ha determinato il successo. Attraverso il proof-of-stake non viene scelto il nodo che deve formare il blocco tra chi dispone di più potenza di calcolo: non è necessario che ciò avvenga. Il proof-of-stake assegna il mining del blocco in costruzione a caso, scegliendo sulla base della quantità di Ada che ogni nodo rappresenta.

Per la guida completa alla criptovaluta visita: Guida Cardano

Elenco delle principali criptovalute

Ora ti forniamo qui un elenco delle principali criptovalute. Come abbiamo più volte ribadito ormai ne esistono centinaia in tutto il mondo ma solo quelle che mettiamo nel seguente elenco hanno raggiunto una certa rilevanza e possono essere prese in considerazione per investire:

per approfondire clicca su: criptovalute elenco

Minare criptovalute: cos’è e come funziona il mining

Piccone in spalla, viso sporto di fuliggine e mani consumate dagli anni di fatica. È così che si minano le criptovalute? Proprio no, ed infatti ora vogliamo spiegare cosa significa minarle e come si fa, ma soprattutto è necessario capire se conviene o meno procedere al mining. Fare mining non vuol dire altro che creare le criptovalute, questo è il modo utilizzato dal sistema bitcoin e dalle criptovalute in generale per emettere moneta. Infatti come saprai questo sistema non è legato a nessuna banca centrale che decisa autonomamente come e quando emettere valuta.

La rete dei bitcoin o di qualsiasi altra valuta virtuale è in grado di memorizzare le transazioni all’interno di strutture di dati che vengono chiamate in gergo “blocchi”. Affichè un blocco possa essere aggiunto alla catena di blocchi “blockchain” ovvero all’enorme database pubblico che contiene tutte le transazioni in bitcoin, è necessario che un elaboratore lo “chiuda” trovando un particolare codice.

mining cos'è
Il mining assicura sicurezza e potenza di calcolo alle criptovalute che funzionano con un algoritmo blockchain

Questa operazione permette di cristallizzare il blocco e di impedire qualsiasi sua modifica futura: chi trova il codice è ricompensato con una certa quantità di bitcoin che sono stati 25 in passato ma la cifra può cambiare, inoltre in più si ricevono tutte le tasse delle transazioni da lui inserite nel blocco, questo è un vero e proprio incentivo alla donazione di tempo macchina alla causa dei bitcoin. In poche parole significa che si cerca di ricompensare l’utilizzo enorme di energia elettrica che è stata consumata dai sever per arrivare a questo algoritmo.

Se il procedimento di minare le criptovalute era conveniente all’inizio oggi non lo è più perché è maggiore la quantità di tempo spesa per minare bitcoin ad esempio che invece il denaro che si riesce a guadagnare. Molto meglio investire in bitcoin o altre valute virtuale grazie alle possibilità offerte dai moderni broker che operano online che aprono la strada alla speculazione proprio sulla crescita o la diminuzione del valore delle criptovalute stesse. Uno dei mercati più volatili attualmente in circolazione.

Quali sono le criptovalute quotate in borsa?

Le criptovalute quotate in borsa sono tutte quelle dell’elenco soprastante. Come anticipato è possibile fare negoziazioni su ciascuna di esse e tra le più convenienti rientrano come sempre i Bitcoin, Ethereum e Ripple.

Opinioni Criptovalute

Infine cosa possiamo dire? Quali sono le opinioni generali sulle criptovalute? Questo può essere il business del futuro e non c’è alcun dubbio. Già moltissime persone hanno scelto di investire nei bitcoine ed anche nelle altre valute digitali, già in questo momento è possibile fare operazioni vincenti in un mercato che è destinato soltanto a crescere nel prossimo futuro.

Se vuoi conoscere tutti i pareri e le opinioni sulle criptovalute resta sul nostro portale interamente dedicato ad esse e naviga altre pagine del sito dove trovare informazioni utili. Clicca qui per visitare un’altra guida più approfondita alle opinioni che circolano sulle criptovalute.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento sul mondo delle criptovalute, un team di esperti qualificati da Criptovaluta.it è sempre disponibile per te ! Contattaci inviando una mail all’indirizzo [email protected] oppure lascia un commento sul sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *