Home / Elenco principali Criptovalute

Elenco principali Criptovalute

Quando ormai siamo giunti alle soglie del terzo decennio del 21° secolo è normale guardarsi indietro e pentirsi di non aver investito in monete virtuali fino a questo momento. C’è stato un tempo in cui il bitcoin ad esempio non valeva più di qualche dollaro, ma nel giro di breve tempo ha conosciuto una crescita impressionante.

Tra il 2010 ed il 2013 il valore della prima criptovaluta mai ideata è passato da 4-5 dollari a 1000 dollari, una crescita davvero esponenziale che si sta confermando in questo periodo durante il quale il valore dei bitcoin è salito ancora per arrivare quasi a quota 8.000 dollari in soli 4 anni.

Certo, il problema è che è impossibile tornare indietro per recuperare i profitti persi se non avevi pensato di investire in monete virtuali. Non esiste nessuna macchina del tempo che possa permetterti di rimediare agli investimenti perduta… eppure una soluzione c’è e sarebbe quella di iniziare ad investire ORA in monete virtuali.

Questa potrebbe essere la migliore idea della tua vita visto che gli studiosi prevedono che in meno di 15 anni solo per quanto riguarda i bitcoin si potrebbe arrivare a quotazioni di più di 500.000 dollari e ci sono numerosi fattori che fanno pensare che questa possibilità sia molto più che concreta.

Prima di fare il nostro elenco di criptovalute vogliamo fare alcune considerazioni sui buoni motivi per investire in criptovalute.

Fin dal momento in cui l’idea di moneta virtuale è venuta sotto le luci della ribalta sono stati i bitcoin a fare da apripista, ma poi si sono sviluppate centinaia di varianti ad oggi se ne contano fino ad 800. Già da questo dato è possibile giungere ad ulteriori conclusioni, per esempio è possibile dire che:

  • L’idea di valuta virtuale è un’idea vincente perché è una tecnologia innovativa che sta per risolvere molti problemi pratici e potrebbe cambiare la vita delle persone, molti trade off potrebbero essere presto superati attraverso questa innovazione. Insomma non c’è nessun indizio che possa far pensare che l’idea delle monete virtuali possa andare a morire, in realtà è chiaro che nel futuro non potrà che andare migliorando ed evolvendosi sempre di più.
  • Sia i bitcoin sia le criptovalute in generale sono ancora gli esordi della loro carriera come monete è quasi impossibile dire quali di queste valute otterrà il maggior successo e quale invece andrà a morire però sulle 800 totali ci sono almeno una decina di valute che ormai hanno preso il volo e che ti presentiamo nel corso di questo articolo. Con l’aumentare dell’utilizzo delle monete virtuali anche il loro valore aumenterà.
criptovalute
Alti standard di sicurezza e pagamenti veloci alla base dell’attuale successo sulle criptovalute

Quello delle monete virtuali è comunque un sistema che si può ritenere del tutto sicuro e legale. Sempre più organismi ufficiali e istituzioni ed anche negozi ormai accettano le criptovalute e questo è segno che sia conveniente utilizzarle.

Inoltre la sempre maggiore diffusione ci dice che il sistema è del tutto legale e per questo non verrà abbandonato e comporta un forte rischio negli investimenti, ma solo quelli normali legati a qualsiasi attività di trading.

Uno dei principi fondamentali alla base del successo delle criptovalute è il fatto che ormai offrono altissimi standard di sicurezza che stanno spingendo anche aziende molto importanti a fare investimenti nel settore e non mancano ormai neanche i rivali. Il sistema che garantisce la totale affidabilità delle monete si chiama proof of work ed è un espediente perfetto per salvaguardare la contraffazione digitale.

La maggior parte delle criptovalute utilizzano sistemi peer to peer su reti i cui nodi sono computer di utenti disseminati ovunque nel mondo.

Sui computer vengono eseguiti programmi appositi che svolgono una sorta di funzione di portamonete, per questo non c’è necessità di nessuna autorità che le controlli il sistema è del tutto indipendente, nessuno può intervenire e modificare arbitrariamente il valore della moneta, in più il sistema è indipendente dai circuiti economici internazionali facendo si che molte delle valute virtuali funzionino come veri e propri beni rifugio. Le transazioni delle criptovalute ed il loro rilascio avvengono interamente in rete per questo non c’è alcun tipo di sistema centralizzato nella forma di un edificio fisico altro.

Tutte queste proprietà che sono del tutto uniche non possono essere esplicate dai sistemi di pagamento tradizionali quindi sono sempre più evidenti i vantaggi delle monete digitali.

Altro fattore che evita problemi come quello dell’inflazione risiede nel fatto che la maggior parte delle criptomonete è progettata per introdurre a mano a mano nuove unità di valuta, ma in generale viene posto sempre un tetto massimo alla quantità di moneta che può circolare.

Questo è un sistema che aiuta ad imitare il vantaggio della scarsità tipico dei metalli preziosi e così viene evitata anche l’iperinflazione. Comparata con le valute ordinarie gestite da istituti finanziari o tenute come contante le criptomonete non sono praticamente suscettibili a confische da parte delle forze dell’ordine, le criptovalute esistenti sono tutte pseudonimi che consentono l’anonimato totale.

Come certamente già saprai la prima criptovaluta sono da sempre stati i bitcoin che sono anche la valuta più celebre e diffusa fino a questo momento, ma questo non significa che non esistano delle variazioni interessanti sul tema.

Si tratta di valute he si basano su un database distribuito e crittografato detto anche blockchain ma spesso differiscono dal capostipite per caratteristiche specifiche come ad esempio l’algoritmo che viene utilizzato, la quantità massima di valuta che è possibile creare o la diversa dimensione dei blocchi di dati inviati.

Elenco migliori criptovalute per investire

Nel seguente elenco ci cureremo di fornirti le indicazioni sulle criptovalute più interessanti per il futuro e per i tassi di crescita che già presentano in questo momento. Se stai pensando di iniziare a fare trading sulle criptovalute sarebbe il caso di prendere in considerazione una di queste monete virtuali perché gestirle è più semplice anche grazie al fatto che circolano sempre un gran numero di informazioni utili per fare investimenti più oculati specialmente, come sarà facile immaginare, per i bitcoin che ormai sono famosi ed utilizzati in tutto il globo, basti pensare che ci sono già delle università che li accettano per il pagamento dei contributi universitari.

Bitcoin

Bitcoin: si può iniziare ad investire in bitcoin anche senza capire i dettagli tecnici. Basta una piattaforma di trading per iniziare così come anche per le altre criptovalute. Il principio su cui si basa il bitcoin e quindi anche le sue quotazioni di mercato è la cosiddetta blockchain. Ovvero un registro pubblico e condiviso sul quale si basa l’intera rete bitcoin.

Bitcoin
Bitcoin

Tutte le transazioni confermate sono incluse nella blockchain in questo modo i portafogli bitcoin possono calcolare il loro bilancio spendibile e nuove transazioni possono essere verificate, per poter spendere bitcoin che sono effettivamente nelle mani di chi li spende.

L’integrità e l’ordine cronologico della blockchain sono protetti attraverso la crittografia un sistema di sicurezza impenetrabile che offre agli utenti dei bitcoin la garanzia di affidabilità.

I bitcoin si possono anche minare attraverso il cosiddetto processo minerario si tratta di un sistema di consenso distribuito utilizzato per confermare le transazioni in attesa includendole nella blockchain. Al posto di minare però investire in bitcoin è molto più conveniente perché offre margini di profitto molto più sicuri ed elevati che non possono non far gola a chi ha un capitale da investire.


Bitcoin Cash

bitcoin cash
Bitcoin cash

Bitcoin cash: Occupa le prime posizioni tra le criptovalute online nonostante il suo giovane esordio ad Agosto del 2017 quando alcuni sviluppatori della Bitcoin, decisero di lanciare una nuova versione della criptovaluta con una esecuzione dei blocchi dei pagamenti molto più veloci e fino a 8MB.

Anche la blockchain utilizzata è diversa tra le due criptovalute con transazioni e costi più bassi nella nuova criptovaluta. Sorprendenti anche le ultime quotazioni raggiunte nel mese di Novembre 2017, che ne portano ad una alta posizione in classifica nell’elenco delle migliori criptovalute.


Dash coin

Dash: nel mondo delle criptomonete sono nate molte “altcoin” e dash è proprio una di queste. Una delle monete che è nata proprio dall’esperienza di bitcoin è dash coin ovvero una valuta virtuale che tra l’altro non nasconde assolutamente il fatto di derivare direttamente dalla valuta virtuale primeva.

dash
Dash coin

Dash si propone però come un’alternativa con l’intenzione di migliorare le principali caratteristiche dei bitcoin dovunque sia possibile ed andando ad aggiungere anche alcune novità. I dash coin inoltre sono considerate come vero e proprio contante digitale ed utilizzano una rete open source peer to peer più sicura e più veloce.

Questo tipo di rete non è soggetta ad alcun tipo di controllo da nessun ente governativo quindi gli scambi di valuta sono del tutto privi di controlli, ma questo non significa che siano monete illegali o non sicure.

Il padrone del conto in ogni caso sei sempre e solo tu e nessuno può avere accesso alle tue credenziali. Una delle novità introdotte da questa moneta è la possibilità di accedere a pagamenti istantanei e questo permette il trasferimento di denaro digitale da qualunque parte del mondo su conti diversi in una manciata di secondi.


Litecoin

Litecoin: qui abbiamo un’altra criptovaluta peer to peer e progetto di software open source rilasciato con licenza MIT/X11. Dal punto di vista tecnico ha preso ispirazione anche questa moneta dai Bitcoin il modello di principale successo in questo business.

litecoin
Litecoin

I litecoin e il vantaggio di una conferma più veloce su un pagamento online

La coniazione e la transazione di litecoin avviene grazie ad un protocollo open source e non è controllata da alcuna autorità centrale.

Come sempre quando nasce una nuova criptovaluta l’intenzione è quella di andare a migliorare il meccanismo dei bitcoin attraverso dei cambiamenti radicali.

Questa nuova moneta virtuale ha riscosso un certo successo infatti alcune agenzie mediatiche a partire dal 2013 hanno cominciato ad indicarla come la valuta che avrebbe superato i bitcoin, parliamo di Wall Street Journal, CNBC, e New York Times, questo però notoriamente non è avvenuto ed oggi parliamo di una sempre alternativa ai bitcoin.

Litecoin al momento è la quinta criptovaluta per capitalizzazione di mercato. Ci sono alcune differenze fondamentali con i bitcoin come ad esempio la velocità per elaborare un blocco litecoin lo fa ogni 2,5 minuti e quindi impiega 7,5 minuti in meno dei bitcoin. Il vantaggio si traduce in una conferma più veloce delle operazioni, per contro un tempo così ristretto ha aumentato le dimensioni del blockchain dei litecoin e il numero dei blocchi orfani.


Ethereum

Ethereum: Da quando, nel 2013, Bitcoin iniziò ad acquisire popolarità, sono nate altre criptovalute che hanno tentato di accaparrarsi una fetta di questo mercato emergente, valutato in miliardi.

Ethereum
Ethereum

Fra le varie monete digitali, Ether (Ethereum) ha gradualmente consolidato il suo status, diventando la seconda criptovaluta più popolare, e continua a crescere. Essendo molto più recente, la sua introduzione risale infatti all’agosto 2015, Ether dipende ancora un po’ dall’atteggiamento generale verso le criptovalute – dettato soprattutto da Bitcoin.

Bitcoin è diventato un asset caro a molti operatori, perché presenta forti oscillazioni percentuali ogni giorno e, nel complesso, guadagni nel lungo periodo.

Ci sono, tuttavia, delle differenze fra le due criptovalute, che quindi potrebbero essere influenzate da fattori diversi. Per poter girare sulla rete peer-to-peer, i contratti di Ethereum “pagano” l’utilizzo della sua potenza computazionale tramite una unità di conto, detta Ether, che funge quindi sia da criptovaluta che da carburante.

In altre parole, contrariamente a molte altre criptovalute, Ethereum non è solo un network per lo scambio di valore monetario ma una rete per far girare contratti basati su Ethereum. Insomma anche ethereum potrebbe diventare presto un affare interessante sulle piattaforme di trading.


Monero

Monero: questa è una delle novità più recenti nel campo delle valute virtuali. Si tratta di una valuta che sta riscuotendo un successo enorme anche perché in maniera del tutto legale viene utilizzata nel dark web per procedere all’acquisto di stupefacenti e di droghe online.

monero
Monero

La moneta è in circolazione da un paio di anni e di recente è arrivata a quadruplicare il suo valore. In particolare il successo è dovuto ad Alphabay, uno dei siti più importanti dove si possono acquistare

LSD liquido o cannabis ibrida che ha deciso di aprire a monero. In ogni caso il valore non è arrivato nemmeno a 100 milioni di dollari mentre il bitcoin si trova ancora a valori irraggiungibili intorno ai 10 miliardi di dollari.

Il nuovo sistema ha degli accorgimenti che lo rendono molto più difficile da tracciare, poiché “mescola” molteplici transazioni per rendere più difficile la ricostruzione del percorso dei fondi.

Il Bitcoin, al contrario, ha visto diminuire la sua privacy e la sua sicurezza da Governi e investigatori privati, che hanno aumentato l’abilità nel tracciare i movimenti sul network. In questo momento monero è quinto in fatto di capitalizzazione di mercato tra le valute virtuali ma sta crescendo.


Ripple

Ripple: ripple è oggi la terza valuta virtuale al mondo a livello di capitalizzazione e viene subito dopo Ethereum. Si tratta di un sistema piuttosto antico infatti risale addirittura al 2004 e non si tratta di una vera e propria moneta virtuale. L’idea centrale di chi ha inventato ripple come sempre era quella di cercare di sviluppare un sistema di transazione indipendente. Il suo sogno era che su ripple si potesse creare ognuno la propria economia con una propria moneta.

ripple
Ripple

Anche i Ripple come i Bitcoin godono di elevati standard di sicurezza tali da evitare qualsiasi fenomeno di duplicazione e di falsificazione. Ogni hash è unico ed ogni transazione viene registrata in un apposito registro che può essere consultabile in ogni momento.

In certo senso i Ripple ricalcano l’idea che sta alla base di tutte le cryptovalute, fatta eccezione per il numero massimo di monete messe in circolazione che è fissato a 100 miliardi di Ripple conto i 21 milioni dei bitcoin.

Un’altra differenza sostanziale tra i Bitcoin e i Ripple è la fee applicata alle transazioni: i Ripple attualmente hanno transazioni molto basse, generalmente pari a 0,00001 Ripples. Anche se questa commissione risulta irrisoria ma comunque rappresenta in un certo senso una novità all’interno del variegato mondo delle cryptomonete.


Criptovalute alternative a Bitcoin

Altcoin: è il termine che viene utilizzato per indicare tutte le alternative ai bitcoin. Gli altcoin sono buoni da minare in grande quantità per poi cambiare le valute minate in bitcoin o valute reali. Per minare bitcoin ad oggi è necessaria una grande quantità di hardware ed anche di alta qualità altrimenti è impossibile produrne “fatti in casa per così dire”.

In pratica un tempo bastava installare un programma sul computer e lasciare il computer acceso a minare bitcoin per ottenere altra valuta e considerando ad oggi come si è alzato il valore dei bitcoin il mercato era già molto conveniente, ma oggi è impossibile minare bitcoin normalmente con computer normali serve una grande potenza di calcolo.

Ad oggi invece di minare la soluzione migliore resta quella di comprare bitcoin ormai i mercati si sono normalizzati e molti broker offrono la possibilità di investire in monete virtuali bitcoin o anche tutte le altcoin come quelle di cui abbiamo parlato qui. I margini di profitto nel trading online sono elevatissimi perché è possibile guadagnare sia dalla salita sia dalla discesa del valore di una qualsiasi criptovaluta.

Per conoscere quali sono le prime dieci criptovalute in ordine di classificazione per valore di capitalizzazione ( Market cap ) visita: classifica criptovalute

Come note finali ti consigliamo di scegliere una di queste valute ed iniziare a conoscerne sempre meglio il mercato, solo così sarà possibile ottenere importanti introiti anche a partire da un capitale non molto elevato ad oggi ci sono persone che investono anche solo 100€ facendo trading di criptovalute e riescono nel giro di qualche anno a ritrovarsi con patrimoni importanti e molto elevati e si sa alla crescita del capitale poi i profitti continuano ad aumentare esponenzialmente.

A testimonianza di ciò, ci sono molte persone che, qualche anno fa hanno creduto al progetto di bitcoin, ed investendo anche poche centinaia di euro, oggi si trovano tra le mani capitali incredibili.

E’ bene però precisare, che non tutte le criptovalute possono ottenere questi incredibili successi: prima di investire, specie a lungo termine su una cripto moneta, è indispensabile ponderare ogni singolo aspetto del progetto in essere che c’è alle spalle, e provvedere ad uno studio completo della materia, andando ad effettuare ricerche, documentandosi al meglio.

Nell’investimento in criptovalute entrano in gioco numerose variabili, tra le quali:

  • roadmap del progetto;
  • white paper trasparente;
  • affidabilità del progetto;
  • attrattività sul mercato;
  • % di distribuzione del coin sul mercato;
  • % di coin in possesso dei fautori del progetto;
  • domanda ed offerta di moneta;
  • altre variabili proprie del mercato.

ed è proprio per questo che è stato fondato criptovaluta.it: offrire un completo servizio d’informazione a 360° sull’intero mondo delle criptovalute a tutti coloro che desiderano informarsi al meglio.

Conclusioni

In soli 4 anni, il valore dei Bitcoin ha subito una crescita esponenziale fino al raggiungimento di una delle cifre record nella sua storia. Non mancano anche altre importanti varianti che registrano performance notevoli e che ben rappresentano l’idea di una valuta completamente virtuale da utilizzare come mezzo di pagamento con tempistiche veloci di pagamento e bassi costi per le commissioni. Inoltre, sempre più organismi ufficiali e negozi si stanno predisponendo per accettare le criptovalute confermano il successo del momento delle criptovalute.

Tali monete digitali offrono ad oggi degli alti standard di sicurezza e sistemi peer to peer per lo scambio online tra più utenti e in ogni parte del mondo senza alcun tipo di sistema centralizzato o edificio fisico.

Quali sono le migliori criptovalute per fare trading? Esiste un elenco delle migliori? Non si può non partire dai Bitcoin, la prima criptovaluta ad essere creata sulla logica di monete completamente digitali e le cui transazioni sono confermate nelle blockchain e protette con sistemi di crittografia. Bitcoin Cash, Dash, Litecoin, Ethereum, Monero e Ripple sono altre importanti alternative molto utilizzate tra le principali valute digitali in elenco.

Altre volte ti sarà capitato di leggere il termine Altcoin. Ebbene è un termine più generico utilizzato per classificare tutte le altre alternativa sui Bitcoin e su cui vale la pena dare un piccolo sguardo per individuare le prime dieci criptovalute in ordine di classifica e scegliere su chi investire valutando le più importanti variabili come affidabilità del progetto, attrattività del mercato e domanda e offerta di moneta.

3 comments

  1. Rosaria Tortora

    Vorrei avere qualche informazione su Dagcoin…è possibile? Grazie

    • Alessio Ippolito

      Ciao Rosaria e grazie per averci scritto – effettivamente in criptovaluta.it ancora non abbiamo una guida specifica relativa a Dagcoin, ma siamo certi che già dalle prossime settimane il nostro team provvederà a crearne una specifica.

      saluti

    • Alessio Ippolito

      Salve Rosaria, a distanza di meno di un mese dalla sua specifica richiesta, eccola accontentata: guida completa a DOGECOIN —-> https://www.criptovaluta.it/dogecoin

      saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *