Home / Bitcoin Euro: controvalore di un BTC in €

Bitcoin Euro: controvalore di un BTC in €

Quanto vale un bitcoin? È questa la domanda che frulla in testa a chiunque abbia o voglia avere a che fare con i bitcoin. D’altronde il discorso è tutto legato al valore della moneta virtuale più importante e diffusa. Sia che ci si voglia investire, sia che ci si voglia soltanto speculare se non si conosce il valore di un bitcoin in dollari o in euro non si può fare praticamente alcun tipo di operazione e quindi in sostanza è impossibile arrivare a guadagnare. Come si fa quindi a conoscere il valore di un bitcoin in euro o in dollari?

Per iniziare ad esempio, la soluzione più semplice che chiunque può adottare è quella di andare a verificare questa cosa sul sito di un broker online. I broker hanno le quotazioni in tempo reale di tutti gli asset che esistono al mondo, o meglio quasi tutti, in dipendenza dalle scelte fatte dal broker per offrire investimenti ai propri clienti. In ogni caso la maggior parete dei broker di trading online ha optato per offrire il trading di bitcoin ed altre valute virtuali quindi sui loro grafici di prezzo è possibile conoscere le quotazioni di moltissime valute.

bitcoin valore euro
Bitcoin è stata la prima criptovaluta ad essere stata creata e, ad oggi, viene utilizzata da milioni di persone.

Come per quanto riguarda qualsiasi altro tipo di moneta od oggetto non è il bitcoin in se ad avere un valore ben specificato ma è il mercato stesso che gli attribuisce un valore in base alle scelte di chi vi interviene, è questo il principio alla base della grande convenienza del trading online anche sulle valute virtuali.

Il sistema funziona in modo tale che se c’è qualcuno disposto a scambiare degli euro in cambio di bitcoin allora il suo valore è dato dal rapporto tra gli euro che si ricevono ed i bitcoin che si devono dare in cambio.

Il problema ora è che i mercati sono in continua evoluzione e quindi dare un valore preciso e definitivo di un bitcoin è impossibile.

Quando si acquista un bene sul mercato della frutta ad esempio il discorso è lo stesso ma li i prezzi sono piuttosto standard perché la domanda e l’offerta delle banane ad esempio tendono a rimanere stabili nel tempo e non ci sono grossi investimenti nel settore che possano spostare gli equilibri. Allo stesso modo il mercato dei bitcoin è organizzato proprio come il mercato della frutta con la differenza che ti trovi davanti ad un bene di investimento molto conosciuto e ben preciso.

Bitcoin in breve

In parole semplici, Bitcoin è una nuova forma di pagamento e di denaro completamente digitale. Si tratta della prima rete decentralizzata di pagamento peer-to-peer, gestita dai suoi utenti senza alcuna autorità centrale o intermediari. Sono quindi gli stessi utenti utilizzatori ad essere parte integrante del sistema Bitcoin. Dalla prospettiva di un utente, Bitcoin è per la maggior parte denaro liquido che circola in internet utilizzabile per acquisti o transazioni.

Come appena detto, nessuno possiede la rete Bitcoin. Essa è controllata da tutti gli utenti Bitcoin in giro per il mondo. Gli eventuali aggiornamenti del sistema creati dagli sviluppatori, devono essere accettati dagli utenti, perché tutti gli utenti sono liberi di scegliere quale software e versione usare. Per restare compatibili con gli altri, tutti gli utenti devono usare software conformi alle stesse regole. Bitcoin può quindi lavorare correttamente solo con un consenso completo tra tutti gli utenti.

Dietro le quinte, Bitcoin funziona attraverso la compilazione di una blockchain. All’interno di esso si potranno trovare tutte le transazioni che sono state elaborate, permettendo al computer degli utenti di verificare la validità di ogni transazione.

Il sistema viene denominato Bitcoin, la moneta viene invece chiamata bitcoin, con la “b” minuscola.

Come fanno ad avere valore i Bitcoin?

I Bitcoin possiedono un valore in quanto utili come forma di denaro. Infatti, ogni bitcoin ha tutte le caratteristiche del denaro: durata, portabilità, fungibilità, scarsità, divisibilità e riconoscibilità. La sostanziale differenza è che, diversamente dalle monete tradizionali, Bitcoin basa il suo valore sulla matematica. Con queste caratteristiche, tutto ciò di cui ha bisogno Bitcoin per avere valore è fiducia ed adesione. Maggiore è il numero di persone che utilizzano il sistema, più la moneta bitcoin si apprezza.

Perchè? Semplice, il valore si basa sulla differenza tra domanda e offerta. Maggiore è la domanda, maggiore sarà il prezzo di vendita del Bitcoin. Viceversa, la quotazione si abbasserà.

Una caratteristica fondamentale di tutte le criptovalute è l’alta volatilità. Questa è dovuta al fatto che il mercato Bitcoin è ancora piuttosto piccolo, non servono quindi grandi quantità di denaro per muovere il prezzo di mercato in basso o in alto. Questa volatilità rende il prezzo di Bitcoin instabile e non prevedibile.

Quanto vale un bitcoin in euro e dollari

Il valore di un singolo bitcoin oggi sul mercato è di circa 12.000 €, si sembra incredibile ma è proprio così i bitcoin la danno da padroni rispetto a qualsiasi altra moneta non a caso ormai anche la loro quotazione in dollari sta crescendo moltissimo e si aggira intorno ai 14.000 dollari.

valore bitcoin euro
Il valore di Bitcoin in Euro è in continua variazione e, purtroppo, non è possibile fare previsioni future sulla quotazione.

Grazie al confronto con le altre monete è possibile iniziare a capire il valore e la convenienza dei bitcoin anche per l’investimento ed il loro valore nel mercato reale che può essere quello di internet oppure a volte anche al di fuori della rete stessa.

Per capire l’evoluzione del fenomeno bitcoin basta guardare a qualche anno fa quando pochi avrebbero scommesso sulla valuta virtuale più importante di oggi, ma ormai è risaputo che chi circa 10 anni fa avesse investito 5 € nei bitcoin ad oggi si ritroverebbe con un capitale di 5 milioni di euro, sembra incredibile ma è proprio così dato che l’incremento della valuta è passato da 30 dollari a bitcoin all’attuale 3000, si tratta di una crescita esponenziale che ha fatto arricchire davvero tanto molte persone.

Non c’è niente da stupirsi che il valore dei bitcoin sia così elevato in quanto è normale che il valore fiduciario della moneta sia molto elevato. In pratica chi è del settore sa benissimo che il valore di una moneta non dipende da altro se non dal suo potere di acquisto ovvero quello che ci si può comprare utilizzandola, letteralmente la quantità di roba che ci si può portare a casa facendo la spesa con questa o quell’altra valuta. In questo caso però, i bitcoin si comportano in maniera leggermente diversa perché ancora per il momento non è semplice usare i bitcoin per andare a fare la spesa o cosa simili.

Quotazione btc/usd – grafico in tempo reale

Di seguito livechart in tempo reale del prezzo di un bitcoin controvalore in dollari statunitensi – basta convertire al tasso di cambio attuale eur/usd ed hai il tuo controvalore bitcoin in euro. Per la conversione di dollari ad euro ti consiglio l’affidabile strumento di convertitore di valuta online, raggiungibile all’indirizzo: www.xe.com/it/currencyconverter/

La diffusione

Per il consumatore il Bitcoin è un credito come un altro ottenibile acquistando moneta nei vari servizi online, accettando versamenti sul proprio portafoglio, acquistandoli da altri oppure, da poco, convertendo gli euro tramite il primo Bancomat per bitcoin installato a Roma o altre macchine che, però, convertono solo euro in bitcoin e non il contrario. Per spenderli in altri beni e servizi. Le transazioni giornaliere hanno un controvalore che si aggira intorno ai 200 miliardi di dollari. Poca roba, una goccia nel mare.

La popolarità sta tuttavia crescendo per il solito effetto concatenato di eventi, fra cui l’allargamento di beni e servizi acquistabili (prima solo l’infinito sottobosco degli store del deep web, in buona parte popolato di porcherie tipo armi e droghe), una certa tendenza che inizia a traghettare il sistema fuori dalla nicchia e l’effettiva portata rivoluzionaria di questa valuta fantasma. Non la prima di questo genere, certo quella che ha individuato meccanismi e diffusione più dirompenti. I costi sono bassissimi o nulli, si paga in mobilità con un codice QR, funziona ovunque senza intermediazioni. E, appunto, senza nomi collegati al proprio portafoglio virtuale.

Widget sul prezzo in tempo reale di Bitcoin in Euro fonte Coinmarketcap

Di seguito puoi vedere all’interno del widget i dati di bitcoin ( fonte coinmarketcap ) relativi al suo ranking della classifica mondiale ( sempre al #1 posto indiscusso ! ), volume scambiato nelle ultime 24 ore e il valore di capitalizzazione complessivo, oltre che al suo valore aggiornato in euro ( e dollari statunitensi ).

 

Bitcoin e la speculazione

L’universo Bitcoin ha ovviamente dietro diversi problemi. Nato come prodotto speculativo, vive di una continua fluttuazione del proprio valore di cambio con le valute tradizionali e, dato l’anonimato, è ovviamente un contesto attorno al quale possono ruotare con maggiore facilità operazioni illecite o legate al riciclaggio di denaro sporco, ma queste sono attività che non vanno a togliere nulla alla legalità della moneta in se che resta diffusa e del tutto legale e scambiabile regolarmente anche online.

L’unico elemento necessario per effettuare transazioni in Bitcoin è infatti il portafoglio bitcoin, cioè un codice univoco che potremmo paragonare all’Iban bancario senza, tuttavia, le relative informazioni del correntista e meglio se utilizzato una sola volta. Invece nel caso del trading online con gli intermediari finanziari attualmente disponibili per acquistare e vendere bitcoin alle attuali quotazioni si apre molto semplicemente un conto e lo si finanzia con il proprio denaro a quel punto si è abilitati a fare trading e ad impiegare il proprio capitale per fare transazioni di acquisto o vendita su valute virtuali o qualsiasi altro asset presente sulla piattaforma di investimento.

Bitcoin è una bolla?

Una bolla speculativa è costituita dalla deviazione sistemica dei prezzi di mercato degli asset rispetto al valore che avrebbero in condizioni di mercato efficiente. Si tratta quindi di una rapida ascesa delle quotazioni verso valori insostenibili per i fondamentali dell’economia. Il meccanismo di creazione di una bolla viene applicato da alcuni soggetti economici che si convincono che l’acquisto di un determinato bene potrà offrire cospicui guadagni. Questo porta ad una “corsa all’acquisto”.

La corsa all’acquisto determina un aumento del prezzo, che conferma, agli occhi di molti, la bontà della precedente previsione. Questo stimola ulteriormente gli acquisti e fa aumentare ancora una volta i prezzi. La “profezia”, in pratica, si auto avvera inducendo nuovi soggetti economici ad acquistare i medesimi beni.

Il meccanismo ad un certo punto si inceppa per i più svariati motivi: nessun nuovo investitore, vendita improvvisa del bene, ecc. Alla fase della crescita segue, dunque, una fase opposta, durante la quale il valore cala drasticamente verso il basso.

Bitcoin, essendo un bene utile come forma di denaro, non può essere accostato ad una bolla speculativa. È però giusto affermare che molti operatori economici stiano tentando di speculare sopra questo nuova forma di pagamento.

Il trading di bitcoin

I bitcoin funzionano in maniera diversa rispetto alle classiche valute del forex perché è una valuta slegata dai soliti meccanismi che influenzano gli andamenti di monete come l’euro o il dollaro, basti pensare che in questo caso non parliamo di una moneta che viene scambiata in coppia, ma da sola. Questo è già di per se un fatto atipico nel panorama del trading forex, ma che porta con se molti vantaggi. Facendo trading di bitcoin si possono scegliere due approcci di base:

Trading rapido: la prima opzione è quella di scegliere un trading veloce basato sui micro spostamenti del mercato per sfruttare anche le più piccole oscillazioni e guadagnare. Questa è una strategia efficace per i trader che non vogliono aspettare molto a lungo per raccogliere i frutti del loro impegno e delle loro analisi e vogliono prelevare denaro dal proprio conto con regolarita.

Trading lento su Bitcoin

Altra possibilità è quella del trading lento, ovvero gli investimenti di lungo termine sui bitcoin. Questa è una strategia adatta a chi non ha grandi esigenze immediate di liquidità da immettere nel proprio portafogli di investimento, ma può aspettare per incassare cifre invidiabili dopo un periodo che può durare anche 6 mesi un anno. Ad oggi investire 100€ in bitcoin può portare nel giro di un anno a guadagnare anche 100.000€ perché le quotazioni sono sempre in salita.

Per concludere ricordiamo che è possibile operare sui bitcoin con il trading online soltanto con i broker autorizzati e seri che hanno ottenuto la licenza delle autorità competenti, non va poi dimenticato che si tratta di un’attività complessa da gestire perché il trading può causare degli imprevisti ed in questo settore gli imprevisti possono spesso tramutarsi in perdite, bisogna quindi studiare i mercati ed i movimenti tipici dell’asset dove si vuole investire se si intende ottenere risultati concreti e duraturi nel tempo, al fine di arrivare a quell’entrata mensile che è l’obiettivo finale di tutti quelli che entrano nel mercato bitcoin come speculatori.

Conclusioni

Il Bitcoin ha rivoluzionato il concetto di moneta, definendo il termine criptovaluta. Dalla sua creazione ad oggi, ha ricevuto moltissimo consenso da parte di milioni di utenti. Il valore in Euro varia da giorno in giorno e non è possibile prevederlo a causa della volatilità.

Se l’utente ha intenzione di investire in Bitcoin, deve prestare la massima attenzione a questa sua caratteristica. Un’attenta analisi può aiutare a conservare al sicuro il proprio capitale. Buttarsi su di un investimento senza conoscerne le regole è rischioso e sconsigliato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *