Home / Cardano: guida completa alla criptovaluta

Cardano: guida completa alla criptovaluta

Gli ultimi 10 anni hanno visto una vera e propria esplosione di una nuova forma di valuta, una valuta moderna e digitale: le criptovalute.

Questo moderno big bang ha dato vita a famosissime criptovalute quali Bitcoin ed Ethereum; al fianco delle quali si sono sviluppate altre criptovalute, più “giovani ed inesperte” (ne è proprio un esempio Cardano).

Cardano: definizione di criptovaluta

Quando si decide di parlare di criptovaluta ci si vuole addentrare nel mondo di una valuta digitale, separata dai classici sistemi di controllo monetario internazionale in grado di stampare moneta (come la BCE, o la Federal Reserve); funzionante tramite un meccanismo crittografato, capace di rendere sicure le transazioni digitali che origina. Crittografia sulla quale basano le loro fondamenta tutte le nuove forme di criptovaluta.

La grey area (oscillante tra totale e parziale anonimità) nel quale stanno proliferando tutte le criptovalute, permette comunque di creare una fonte di sicurezza supplementare in quanto il sistema mantiene sempre una qualche traccia per ogni spostamento monetario.

Ad attirare sia curiosi che professionisti del settore vi è in aggiunta, il vantaggio di non rischiare sequestri e, più in generale, controlli da parte delle forze dell’ordine.

Inoltre, le varie criptovalute hanno raggiunto col tempo vette di capitalizzazione altissime, superando l’enorme cifra di 50 miliardi di dollari (moneta reale con la quale si interfacciano tutte). Questa capitalizzazione ha spinto, negli ultimi anni, numerose banche di investimento ad inserire tra i loro asset perlomeno le principali rappresentanti di questa categoria (soprattutto quelle rientranti nella top 10).

criptovaluta Cardano
Negli ultimi anni si è sentito spesso parlare di criptovaluta, grazie all’avvento di Bitcoin.

Tutte le numerosissime criptovalute hanno una specifica funzione principale: espletare pagamenti digitali. L’intera attività di trading è infatti un’evoluzione successiva; il progetto iniziale era infatti poter muovere liberamente somme di denaro tramite un sistema di wallet p2p (peer-to-peer) creante una rete di “snodi” su scala mondiale.

Sin dalla nascita delle prime criptovalute si è vista, però, necessaria la creazione di una base di credibilità attorno alla figura delle stesse; ecco perché durante gli anni queste valute abbiano dovuto porsi dei limiti di crescita dell’offerta, avvicinandosi a modo loro al concetto di “moneta classica”.

All’interno di questa categoria va quindi ad inserirsi Cardano, la giovane criptovaluta della quale ci accingiamo a parlarvi.

Cardano: storia della valuta

Cardano critpvaluta logo
La nascita di Cardano è dovuta dalla necessità di migliora sia Bitcoin che Ethereum.

Cardano nasce come criptovaluta a modo suo rivoluzionaria, poiché creata da scienziati. nasce per unire in un unico sistema il meglio dei Bitcoin (deposito di valore) e degli Ethereum (contratti smart). Proprio per questo suo “background accademico”, ad oggi Cardano è una criptovaluta in estrema crescita.

Recentemente Cardano è riuscita a salire tramite un enorme balzo, nella top 10 delle centinaia di criptovalute esistenti; attestandosi attorno ad un valore di circa 0,50$, ma il prezzo pare sia destinato a salire ulteriormente.

Cardano è però (come per altre criptovalute, quali Stellar) il nome della piattaforma, mentre il nome per la criptovaluta in se è ADA.

La scelta del nome Cardano è probabilmente un omaggio allo studioso italiano Girolamo Cardano (1501 – 1576), scienziato a tuttotondo e, a modo suo scommettitore (in quanto appassionato di calcolo della probabilità, del cui fu praticamente il principale fondatore).

La piattaforma funziona tramite un sistema di layer; che, oltre a dare maggiore flessibilità, consentono una più facile gestione. È proprio in questi che vengono gestiti gli smart contracts (contratti digitali creati per diminuire i costi di transazione eliminando una o più clausole contrattuali).

Anche per Cardano i servizi si svolgono operando su una blockchain.

In Asia, Cardano ha creato sportelli automatici (25 solamente in Giappone) appositamente per ritirare la valuta senza dover utilizzare sistemi di exchange online.

Cardano vs Ethereum

Alla sua nascita, Cardano va immediatamente a scontrarsi con uno dei “big” del mercato: Ethereum.

Ma per quale motivo? Molto banalmente ciò è avvenuto in quanto Cardano è stato fondato da uno dei padri di Ethereum; un Charles Hoskinson appena fuoriuscito dalla su vecchia creatura poiché la sua “visione” non era più quella propria di Ethereum.

In più, Cardano è definita da molti la Ethereum del Giappone, proprio perché il primo target è stato il Giappone, ‘ove gli acquirenti rappresentano circa il 95% dei sostenitori originali (nel 2015).

E non solo; Cardano, proprio come Ethereum, a differenza degli altri sistemi fondati le maggiori criptovalute, presenta un meccanismo per la creazione di smart contracts. È per questo motivo che i paragoni tra Cardano ed Ethereum giostrano su questi caratteristici “contratti intelligenti”.

Cardano vs Ethereum vs Bitcoin
Quali sono le caratteristiche che distinguono Cardano dalle più importanti criptovalute?

Cardano vs Bitcoin

Ovviamente Cardano va a scontrarsi anche con la vera criptovaluta regina: i Bitcoin. Oltre che per il sogno di raggiungere la cima, anche per altri piccoli dettagli; infatti Cardano come Bitcoin ha la caratteristica di valuta anonima, ed il classico sistema di blockchain.

D’altro canto, Cardano presenta un team di sviluppatori impegnati a rendere questa blockchain la migliore per le transazioni economiche, implementando allo stesso tempo varie altre funzionalità.

L’algoritmo è poi un proof of stake; protocollo che permette di alleggerire le difficoltà di calcolo proprie della blockchain proof of work su cui si basa Bitcoin. Questa differenza di protoccolo deriva dal fatto che in qualsiasi proof of work (PoW) c’è un consumo energetico altissimo. La proof of stake necessita invece di molta meno energia, e gli sviluppatori di Cardano sono stati in grado di migliorare ulteriormente questo sistema.

Cardano: tipologie di wallet

Come qualsiasi altra criptovaluta, anche Cardano necessita di un wallet appropriato per poter gestire il capitale. Attraverso questi portafogli elettronici, l’utente potrà inviare, ricevere e gestire denaro in totale libertà.

Al momento, l’unico wallet disponibile per la criptovaluta Cardano si chiama Daedalus. Questo portafoglio risulta completamente funzionale per gli ADA ed è di estrema facilità di utilizzo.

Gli sviluppatori si riservano in futuro di poter proporre diversi wallet che permettano di svolgere tutte le funzioni del sopra menzionato, in modo tale da poter ampliare l’offerta di wallet Cardano.

Prezzo in tempo reale della criptovaluta Cardano

Vuoi mantenerti in costante aggiornamento sull’ultimo prezzo in tempo reale di Cardano coin ( ADA ) presso coinmarketcap ?

Di seguito il widget che ti mostra l’andamento live del prezzo di cardano.

Perchè investire su Cardano

Cardano è recentemente diventata una criptovaluta molto appetibile poiché ha “fatto il balzo”, concedendo agli investitori un lauto guadagno. In meno di un mese è infatti passato da una cifra irrisoria ai 50 centesimi di dollaro, un enorme rialzo.

Questo recente boom, che l’ha portato a moltiplicare il suo valore iniziale di circa 16 volte, è inoltre capitato in un momento in cui la quantità vera e propria di valuta in circolazione era sufficientemente elevata da produrre un effetto notevole; tanto da portare Cardano direttamente nella top ten della classifica di capitalizzazione delle criptovalute.

In più Cardano è dotato di un sito internet molto user-friendly; offrendo vari aspetti piacevoli per l’utente, come ad esempio un menu sulla trasparenza che include un report tecnico settimanale e informazioni varie sullo stato della blockchain (feature molto interessante per aspiranti miners).

Come investire su Cardano

Essendo ancora una criptovaluta poco conosciuta, per poter investire su Cardano si deve movimentare un pò di volte il proprio capitale. Infatti, prima di riuscire ad ottenere gli ADA sul wallet Daedalus, bisogna seguire questi passaggi:

  1. È necessario acquistare Bitcoin su Coinbase o su qualche altro exchange affidabile. Coinbase è però l’unica piattaforma con una reputazione globalmente riconosciuta, che permette di registrarsi e di verificarsi in tempi estremamente brevi;
  2. Trasferire i bitcoin appena acquistati sull’exchange Binance (ovvero la principale piattaforma di scambio monetario a livello mondiale);
  3. A questo punto, si potranno trasferire gli ADA da Binance a Daedalus, il wallet di Cardano.

Quali sono i migliori exchanges in circolazione per le criptovalute ? Ecco la nostra guida >>> exchanges criptovalute

Comprare Cardano o investire sul coin attraverso i CFD?

Come si fa però a scegliere?

È sicuramente difficile poter scegliere tra le due; ma la recente performance estremamente positiva di Cardano pare basarsi soltanto su di una speculazione del momento.

È infatti sospetto quanto sia cresciuto il prezzo della criptovaluta senza che Cardano si sia propriamente meritato questo boom. Si suppone, perciò, che il caso di Cardano possa evolversi una bolla speculativa e che, fra qualche settimana, torni nel dimenticatoio.

D’altro canto i CFD restano una solida fonte di trading, e probabilmente la crescita di Cardano non è ancora tale da considerarlo un valido concorrente.

Con i Contract for Difference (detti appunto CFD) il gioco tra differenze di prezzo dei contratti, a fronte del pagamento di un tasso di interesse da parte dell’acquirente, permette infatti enormi guadagni, legati a rischi che gli acquirenti stessi, in quanto trader, sanno come prendere. Guadagni che sembrano ancora irraggiungibili da Cardano; anche per i migliori “giocatori”.

È quindi abbastanza evidente che Cardano non possa ancora competere con un “avversario” del genere in quanto le due forme di trading “giocano” in differenti categorie.

Per approfondimenti sul trading online di criptovalute, leggi >>> Guida trading criptovalute

Conclusioni

Quanto sarà solida realmente Cardano in questo scontro tra criptovalute?

Ora come ora Cardano è il rappresentante perfetto di quello che può venir considerato una nuova moda; la sua “performance” strabiliante ha sicuramente regalato un ulteriore boost alla valuta, così che la stessa possa continuare ad attirare i grandi capitali, ma questo “effetto magnete” non da vere e proprie rassicurazioni.

La resistenza del valore di questa criptovaluta, al momento, rischia di dimostrarsi estremamente fragile; i timori ruotano anche attorno al livello infrastrutturale di Cardano, sia sotto gli aspetti tecnologici che di marketing.

Senza un ingente rafforzamento di questi due fattori sarà difficile vedere una continuazione per questo circolo virtuoso di “corsa alla valuta”; in più non è propriamente certo che gli utenti abbiano ancora la stessa “pazienza” mostrata durante un decennio circa di lenta crescita di Bitcoin.

D’altro canto è vero che il prezzo ancora abbordabile di Cardano, la renda una valuta davvero appetibile, soprattutto fidandosi di alcuni fulgidi esempi di crescita esponenziale visti tra le altre nuove criptovalute.

2 comments

  1. MAURIZIO DA VICENZA

    Ciao è vero che con il broker etoro è possibile a breve fare trading di cardano ? Maurizio da Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *