Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Come investire in Bitcoin velocemente

Come investire in Bitcoin velocemente

Investire in Bitcoin vuol dire acquistare BTC allo scopo di rivenderli in futuro a prezzo più alto. Un processo che è simile a quanto si fa, ogni giorno, sui mercati finanziari anche con le azioni, con le materie prime, con gli ETF e anche con le coppie del Forex

Chi investe oggi su Bitcoin sta puntando su un suo aumento di valore nel futuro, per poi venderlo a prezzi di mercato più alti, conseguendo un guadagno. Oggi tutti possono investire su Bitcoin, grazie alla presenza sia di broker per il trading online sia di exchange criptovalutari, i quali offrono l’opportunità di accedere all’investimento in questa criptovaluta, anche se con modalità diverse tra loro

Investire in Bitcoin - la guida di Criptovaluta.it
Investire in Bitcoin: la guida di Criptovaluta.it

Impareremo insieme a conoscere quali sistemi abbiamo oggi a disposizione, quali sono le migliori e quali sono le differenze di approccio tra broker ed exchange, con i primi che vendono contratti che rappresentano l’andamento di Bitcoin e i secondi che invece ci permettono di investire acquistando direttamente la criptovaluta. 

Investire in Bitcoin – caratteristiche introduttive:

💰Quanto costa:Commissioni fisse e spreads variabili
Come investire:Acquisto reale e Trading Online
🏦Dove investire:Exchange e broker trading
🥇Migliori exchange BTC:Top Exchange per Bitcoin
🥇Migliori broker BTC:Top Broker per Bitcoin
👶È difficile:Medio / Difficile
Principali caratteristiche dell’investimento in BTC

Come investire in Bitcoin (BTC)? Modalità d’investimento

Ci sono due modalità di investimento per Bitcoin: i broker e gli exchange. I primi offrono un approccio finanziario, con strumenti di analisi tecnica e di gestione degli ordini avanzata. I secondi invece funzionano come dei veri e propri borsini che permettono di acquistare e vendere direttamente Bitcoin. 

  • Investire con i broker di trading online su Bitcoin

I broker permettono di accedere a Bitcoin tramite contratti per differenza, specifici contratti derivati che hanno il compito di replicare il prezzo di Bitcoin sui mercati. Perché accedere al mercato tramite questi contratti e non tramite acquisto diretto della criptovaluta? 

I contratti per differenza permettono di avere un approccio diverso a questo tipo di investimento: sono emessi dal broker che fa anche da controparte per ogni nostra negoziazione, eliminando problemi di liquidità sul mercato anche nei momenti di massima volatilità. 

Quando acquistiamo un CFD su Bitcoin abbiamo in portafoglio un contratto che può essere ceduto in ogni momento, ai prezzi di mercato, al broker che lo ha emesso, contratto che incorpora anche funzionalità di investimento a margine e di possibile vendita allo scoperto

LEVA FINANZIARIA: con i CFD possiamo applicare leva finanziaria. Nel caso delle criptovalute è fissata, in Europa, ad un massimo di 1:2. Con questo strumento possiamo moltiplicare per 2 l’andamento in positivo e negativo del nostro investimento, coprendo soltanto la metà della nostra vera esposizione. Immaginiamo di voler investire 1.000€ in Bitcoin.

Con i CFD acquistiamo un contratto che rappresenta il valore di 0,035 BTC ai prezzi attuali. Nel caso in cui il nostro investimento, alla chiusura, dovesse valere 1.100€, avremo in realtà incassato 1.100 – 1.000 (investimento iniziale) x 2. E quindi 100€ x 2, per un totale di 200€. 

Allo stesso modo il nostro investimento con leva verrà moltiplicato in caso di andamento negativo. Ripartiamo dall’acquisto di un CFD da 0,035 CFD, da valore odierno di 1.000€. Nel caso in cui al momento della vendita del contratto da parte nostra il valore di Bitcoin fosse sceso del 10%, ci troveremmo con una perdita del 20%.

La leva finanziaria può aiutare ad aumentare i profitti ma amplifica anche le perdite. Capital.com (qui per il conto dimostrativo gratuito) offre leva finanziaria anche sulle criptovalute, da poter incorporare in ogni ordine, sia di acquisto che di vendita. Proprio nelle modalità che abbiamo appena descritto.

VENDITA ALLO SCOPERTO: la comodità maggiore per chi investe in Bitcoin, tra quelle offerte dai CFD. Con questo tipo di contratto possiamo anche vendere allo scoperto, cioè detenere un titolo che cresce di valore al decrescere di Bitcoin. Per un asset di investimento così volatile, avere a disposizione uno strumento del genere vuol dire raddoppiare le possibilità di investimento, anche in fase di trend negativo

La vendita allo scoperto è in realtà un’operazione molto complessa, che i broker CFD rendono semplice quanto investire in modo classico. Tramite i broker come eToro (che qui si può testare in demo) possiamo farlo con un solo click in fase di ordine e puntare in pochi secondi ad un ribasso di BTC rispetto al dollaro USA. 

PIANO DI COMMISSIONI: per i broker CFD è molto particolare anche il piano di commissioni. Non esistono commissioni di transazione, ma viene applicato un piccolo differenziale tra il prezzo effettivo di mercato e il prezzo praticato dai contratti. Per ogni acquisto paghiamo indirettamente una piccola percentuale del valore del nostro investimento e mai una quota fissa. 

In aggiunta, ci sono da pagare le commissioni overnight, che scattano ogni giorno di negoziazione alle 23:00 e sono costituite dal tasso di interesse interbancario e una piccola aggiunta da parte del broker. Anche qui siamo nell’ordine di millesimi per ogni euro o dollaro investito, una somma che può avere un impatto sui nostri investimenti soltanto nel caso in cui dovessimo tenere aperte le nostre posizioni per moltissimo tempo. 

GLI STRUMENTI PER INVESTIRE: i broker CFD sono molto popolari tra chi investe in Bitcoin anche perché offrono piattaforme di investimento complete, che permettono di trattare le criptovalute come un normalissimo asset da investimento

Potremo applicare gli strumenti dell’analisi tecnica, come indicatori e oscillatori, potremo impostare ordini condizionali e avere a disposizione anche take profit e stop loss, per chiudere automaticamente i nostri ordini al raggiungimento di una certa soglia di prezzo. 

Lo strumentario proposto dai broker CFD per fare investimenti su Bitcoin è il più avanzato possibile ed è adatto a chi vuole affrontare in modo professionale questo tipo di mercato. Gli exchange, come vedremo, hanno ancora molta strada da percorrere in questo senso. 

Differenze tra broker ed exchange - infografica
Broker e exchange: le differenze sono molte, anche nell’approccio iniziale
  • Investire con gli exchange su Bitcoin

Gli exchange sono siti internet che operano come borsini delle criptovalute, garantendo accesso ad un numero maggiore di titoli di questo settore e permettendo l’acquisto diretto, senza intermediazione dei contratti di cui sopra. 

Ci sono diversi exchange che oggi sono enti finanziari importanti e che muovono milioni di euro di ordini al giorno, affidabili tanto quanto intermediari professionali e che propongono anche strumenti di analisi, sebbene ancora rudimentali. 

LISTINI: uno dei punti di forza degli exchange è la possibilità di investire su più criptovalute, rispetto a quelle offerte dai broker CFD. C’è anche la possibilità di investire su Bitcoin contro altre criptovalute, per un mondo che ricorda molto da vicino quello del Forex, con la differenza che si investirà sulle criptovalute e non sulle valute Fiat

I listini sono di poco interesse per chi vuole investire soltanto in Bitcoin – questa criptovaluta, essendo la più capitalizzata e la più importante sul mercato è presente in qualunque exchange, anche in quelli che hanno poche cripto a disposizione. 

STRUMENTI PER L’INVESTIMENTO: gli exchange sono nati come borsini rudimentali, tramite i quali era possibile semplicemente acquistare e vendere Bitcoin direttamente dall’intermediario, senza doverci mettere d’accordo con una controparte privata. 

Oggi però stanno finalmente facendo dei passi avanti e – come nel caso di Coinbase – offrono accesso a piattaforme con strumenti più evoluti per piazzare ordini condizionali e anche per svolgere una parte di analisi tecnica. Il distacco è ancora importante, ma il segnale è stato lanciato: presto anche gli exchange potranno offrire a chi investe in Bitcoin gli strumenti giusti per fare investimenti con maggiore complessità. 

COMMISSIONI: molto diversa anche la gestione delle commissioni. Con i broker CFD abbiamo visto che le commissioni vengono applicate sotto forma di spread percentuale, in realtà molto basso, per ogni acquisto o vendita. Gli exchange invece applicano una commissione per ogni acquisto e ogni vendita che è separata dal prezzo della criptovaluta, e che parte da un minimo di 1,9% e può arrivare fino anche al 3%, talvolta in aggiunta ad una commissione fissa per scaglioni di investimento. 

Di contro però con gli exchange non paghiamo mai commissioni overnight, le quali sono sempre presenti sui broker CFD e vengono calcolate tenendo conto anche dell’esposizione effettiva della leva finanziaria. Sul lungo e lunghissimo periodo, gli exchange possono risultare come più convenienti per chi tiene posizioni aperte a lungo e con investimenti di capitale più alti.

MANCANO LEVA E VENDITA ALLO SCOPERTO: il vulnus principale per chi investe in Bitcoin tramite exchange è l’assenza di strumenti quali la vendita allo scoperto e la leva finanziaria, dei quali abbiamo ampiamente parlato nella sezione dedicata ai CFD. Manca dunque l’opportunità di investire al ribasso e di moltiplicare l’andamento dei nostri investimenti.

Se la leva è comunque evitabile – soprattutto per asset volatili come Bitcoin – rimane da valutare l’assenza della vendita allo scoperto: riduce le possibilità di investimenti profittevoli durante i trend negativi che Bitcoin potrebbe attraversare. 

Investire in Bitcoin, esempio pratico

Investire in Bitcoin non è difficile, sia se dovessimo decidere di farlo con il trading online offerto dai broker CFD, sia invece se dovessimo decidere di farlo tramite gli exchange. Offriremo qui un esempio con entrambi i sistemi. 

  • Investire in Bitcoin con il trading online di eToro

Non avremo bisogno di spendere alcunché per fare questo ordine di prova. eToro offre un conto demo gratuito che possiamo utilizzare con 100.000$ di capitale virtuale, per testare i nostri investimenti su Bitcoin e tramite questa piattaforma. 

APRIRE IL CONTO DEMO: il primo passo è aprire un conto demo con eToro, nel caso in cui non lo avessimo già fatto. Seguendo il link non avremo altro da fare che inserire le nostre generalità e un indirizzo di posta elettronica valido, tramite il quale riceveremo la mail di attivazione. Clickiamo sul link ricevuto e saremo pronti a fare accesso alla piattaforma di investimento offerta da eToro. 

NELLA DASHBOARD: eToro propone una piattaforma proprietaria per gli investimenti, alla quale andremo ad accedere con il nostro browser web. La schermata è semplice, nonostante debba gestire gli oltre 2.100 titoli sui quali si possono fare investimenti tramite eToro. Andiamo su Mercati, poi su Cripto, per trovare poi BTC. Clickiamo su Compra o su Buy

ORDINE: fare il nostro ordine è semplicissimo. Ci troveremo davanti alla schermata che abbiamo riportato qui. Ci basterà inserire il volume del nostro investimento in dollari – senza alcuna paura, perché si tratta pur sempre di denaro virtuale – e poi cliccare su APRI POSIZIONE. Abbiamo fatto, seppur con capitale virtuale, il nostro primo investimento su Bitcoin. 

eToro - ordine su BTC
Gli ordini di BTC su eToro sono molto semplici
  • Esempio di investimento tramite exchange, con Coinbase

Gli exchange non offrono conti demo con i quali fare pratica, ma utilizzando il nostro account ufficiale, potremo comunque mostrarvi come fare un investimento su Bitcoin tramite attraverso l’exchange Coinbase. Partiamo dal link che riportiamo per registrarci sulla piattaforma. 

CONFERMARE LA PROPRIA IDENTITÀ: gli exchange devono sottostare alle policy Know your Customer in vigore in Europa – le famose KYC – e dunque dovranno sincerarsi della nostra identità prima di permetterci di investire tramite le loro piattaforme. Inviamo il documento tramite la schermata che Coinbase ci mette a disposizione e saremo pronti per iniziare a fare investimenti con questo exchange. 

DALLA DASHBOARD: per comprare i nostri Bitcoin dovremo cliccare, in alto, su ACQUISTA/VENDI. Si aprirà la schermata che riportiamo qui sotto. Nel caso in cui non fosse già impostato, selezioniamo Bitcoin dal tab acquistare, selezioniamo il nostro metodo di pagamento e clickiamo su Acquista Bitcoin. I Bitcoin verranno versati sul nostro Wallet interno di Coinbase. Abbiamo fatto il nostro primo investimento anche con un exchange!

Ordine BTC su Coinbase
Anche l’ordine con Coinbase è molto semplice

Dove investire in Bitcoin (BTC)? 🥇Migliori piattaforme consigliate

Investire nel modo corretto su Bitcoin vuol dire anche affidarsi ai migliori intermediari. Intermediari che possono metterci al riparto da eventuali truffe, con una buona reputazione, con commissioni convenienti e con strumenti di livello. Criptovaluta.it ha fatto la sua scelta e ha individuato 3 exchange e 3 broker idoeali per fare investimenti su BTC. 

MIGLIORI EXCHANGES CRIPTOVALUTE

Coinbase è uno degli exchange più importanti al mondo per volumi di investimento e per clienti serviti. Permette di investire su Bitcoin così’ come su tante altre criptovalute, con commissioni comunque contenute rispetto alla media degli exchange. 

Il vero punto di forza di Coinbase è la sua piattaforma Pro, che permette di abbattere le commissioni (diventano dello 0,5% in entrambi i versi) e di avere una piattaforma che permette l’applicazione delle medie mobili e degli ordini condizionali. Sicuramente più avanzata del normale armamentario per l’investimento che troviamo dagli exchange. 

Qui si può aprire il conto, che dopo pochi minuti dall’iscrizione e successivamente alla verifica dei documenti permette di iniziare ad investire in pochi minuti. Ottimi i rate applicati su BTC. 

Non esattamente il primo arrivato sul mercato, ma oggi il vero punto di riferimento in tutto il mondo. Binance ha stravolto il mondo delle criptovalute e degli exchange, offrendo a tutti una piattaforma agile, ma comunque ricca di strumenti e di criptovalute. 

Le fee e le commissioni sono molto basse e competitive anche con gli altri exchange di buon livello, per un investimento che è idoneo anche a chi non muove enormi capitali sul mercato dei BTC. Affidabile e sicuro, gestisce con sicurezza avanzata il proprio exchange. 

Qui si può aprire il conto con Binance. Per innalzare i limiti di investimento sarà necessario verificarsi con un documento, che viene sempre approvato nel giro di pochi minuti. Per chi vuole investire su Bitcoin in modo rapido e tramite exchange, uno degli intermediari ideali. 

Kraken è uno dei nomi più conosciuti del settore e uno dei primi ad offrire una piattaforma solida per l’acquisto di Bitcoin anche in Italia. Conosciutissimo, oggi soffre un po’ la concorrenza dei nuovi arrivati, pur offrendo sempre un’ottima piattaforma per i nostri investimenti. 

Kraken propone commissioni ridotte al minimo e acquisti istantanei sia tramite denaro depositato via bonifico, sia tramite le principali carte, prepagate e non, disponibili sul mercato. Oltre a Bitcoin sono presenti decine di altre criptovalute, tutte previa selezione da parte dello staff di esperti. 

Qui c’è il conto di Kraken, che può essere aperto in pochi minuti e con il minimo delle formalità possibili. Un exchange consigliato a chi cerca il massimo della solidità. 

MIGLIORI PIATTAFORME TRADING CRIPTOVALUTE
Spreads: Bassi
Licenza: CySEC/ASIC/FCA
Commissioni: zero

Conto Demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione eToro
PROVA GRATIS ETORO Visita il sito ufficiale Il tuo capitale è a rischio.
Spreads: Minimi
Licenza: CySEC/FCA
Commissioni: zero

Conto Demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione Capital.com
Spreads: Da 0.0 pips
Licenza: CySEC/ASIC
Commissioni: zero

Conto Demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione FP Markets
Spreads: Onesti
Licenza: CySEC
Commissioni: zero

Conto Demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione IQ Option
SCOPRI TUTTE LE PIATTAFORME
Spreads: Stretti
Licenza: CySEC
Commissioni: zero

Conto Demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione Plus500
PROVA GRATIS PLUS500 Visita il sito ufficiale Il tuo capitale è a rischio.

eToro è un broker CFD e DMA, che oggi ha all’attivo più di 2.100 titoli sui quali poter investire. È molto ben coperto anche sul settore delle criptovalute, dove offre 18 diversi token, sia in modalità CFD che in modalità DMA. 

La piattaforma: è proprietaria e accessibile via web, oppure tramite App per iPhone o per smartphone Android. Offre tutti gli strumenti per l’accesso a Bitcoin, per l’analisi tecnica e per la gestione degli ordini. Tutti gli strumenti che sono utilizzati dai professionisti per fare trading anche su altri mercati. 

Servizi aggiuntivi: eToro è molto popolare anche per i suoi servizi aggiuntivi, che non sono disponibili presso altri broker. Parliamo del CopyTrading, che permette di copiare un trader di successo con il proprio capitale, scegliendo anche tra quelli che investono principalmente su Bitcoin. Un sistema semplice e adatto a chi vuole fare trading pur non avendone ancora piena padronanza. 

eToro si può testare in demo gratis, con 100.000$ di capitale virtuale e nessun costo presente o futuro. Con questo conto demo potremo imparare a fare trading su Bitcoin senza il rischio di perdere il nostro denaro, imparando al contempo come utilizzare la piattaforma. 

Capital.com è un broker puro CFD, che offre oltre 3.000 titoli nel complesso e più di 100 coppie nel mondo delle criptovalute. È un broker conosciuto e di qualità, con regolare licenza europea. 

Piattaforma: anche Capital.com propone una piattaforma proprietaria, alla quale si può accedere tramite un browser web, oppure in versione App, con le stesse medesime funzionalità, sia per Android che per iPhone. 

Servizi aggiuntivi: oltre a fornire gli strumenti classici dei CFD, come vendita allo scoperto e leva finanziaria, Capital.com mette a disposizione dei propri clienti anche un sistema di intelligenza artificiale, che analizza il nostro portafoglio a caccia di errori, per segnalarli e per aiutarci a correggerli. 

Capital.com è disponibile in demo, anche in questo totalmente gratuita, con 1.000$ di capitale che sono liberamente rinnovabili. Anche qui possiamo fare trading liberamente e senza correre rischi, fino a quando ci sentiremo pronti. 

IQ Option è il terzo dei broker che consigliamo per fare trading su Bitcoin. Un broker nato con l’obiettivo di aiutare chi non ha grandi capitali a fare ingresso nel mercato. È un broker con regolare licenza europea e che offre tutte le principali garanzie per fare trading in sicurezza anche sulle criptovalute. 

La piattaforma: è proprietaria e permette di andare ad investire su 12 criptovalute, con un’interfaccia che sarà particolarmente gradita per chi vuole fare trading a breve termine. Immediata da usare, possiamo trovarla anche per iPhone e Android. 

IQ Option è molto conosciuto anche perché permette di investire con un conto reale a partire da soli 10 euro. Un vantaggio assolutamente non da poco, che rende democratico anche l’investimento in Bitcoin e Criptovalute. Qui è possibile testarlo in demo gratuita, con capitale virtuale che permette di operare con 10.000$ su Bitcoin e sugli altri asset presenti.

Investire in Bitcoin Opinioni e recensioni

Raccogliamo qui le opinioni e le recensioni della nostra redazione, che permetteranno sia ai più esperti, sia a chi si avvicina per la prima volta a questo tipo di mercato, di comprendere più a fondo il funzionamento di questo tipo di investimento.

Conviene investire in Bitcoin adesso?

Può essere conveniente in questo momento investire in Bitcoin, anche se pure in questo caso sarà necessario fare delle considerazioni più approfondite, a seconda che si tratti di un investimento di breve o lungo periodo. 

Il punto di partenza rimangono le nostre previsioni su Bitcoin, una pagina che aggiorniamo costantemente sia con forecast di breve periodo che di lungo periodo. Dove si tiene conto sia dell’analisi tecnica che dell’analisi fondamentale e delle ultime evoluzioni del mercato che riguardano Bitcoin. Oltre alle considerazioni sul momento, che sono utili per decidere il momento giusto per iniziare a fare investimenti su BTC, è giusto anche fare delle considerazioni di carattere generale. 

  • Per chi investe sul breve periodo su Bitcoin

Bitcoin ha fama – giustificata – di essere asset di investimento molto volatile e che dunque può perdere e guadagnare valore contro dollaro USA e contro Euro molto rapidamente. Chiunque voglia iniziare ad investire su Bitcoin sul breve periodo deve prepararsi a poter guadagnare o perdere molto anche in poche ore di contrattazione

  • Per chi investe sul lungo periodo

Anche in questo caso c’è bisogno di prestare attenzione alle evoluzioni del mercato, in relazione a nuove notizie e previsioni che possono modificare il valore di Bitcoin sul lungo periodo. La corsa che questa specifica criptovaluta ha realizzato nel corso degli scorsi mesi ne è la prova. In moltissimi, tra quelli che investivano sul lungo periodo, hanno incassato dei profitti importanti, per poi però vanificarne una parte per non aver agito tempestivamente durante il primo rimbalzo. 

Bitcoin non è oggetto di investimento tranquillo e dall’andamento stabile. Può causare scossoni importanti anche in capitali ben strutturati e pertanto, soprattutto se si opera sul lungo periodo, diventa assolutamente necessario proteggersi, o con una adeguata diversificazione, o utilizzando gli strumenti che i broker ci mettono a disposizione, come take profit e stop loss

Investire in Bitcoin può essere una truffa?

Bitcoin non è una truffa. È una criptovaluta più che legittima, che oggi fa parte anche dei portafogli di importanti gestori di fondi e investitori istituzionali. È a tutti gli effetti un asset da investimento – per quanto volatile ancora sia – e sicuramente non uno strumento di truffa. 

Rimane però necessario prestate attenzione alle offerte che troviamo online, che spesso sfruttano la popolarità del nome di Bitcoin, per proporre fantomatici sistemi di arricchimento automatico. Ce ne sono purtroppo moltissimi – e sfruttano l’immagine di molti personaggi famosi. In questo caso siamo davanti a truffe in piena regola, senza che però questo dipenda effettivamente da Bitcoin

Truffe Bitcoin Infografica
Le truffe a tema Bitcoin continuano ad essere frequenti, ma è facile difendersi

Possiamo seguire delle semplici regole per capire quando l’intermediario o l’offerta online a tema Bitcoin siano una truffa. Regole che abbiamo ricavato analizzando decine di truffe che propongono proprio Bitcoin per l’investimento. 

  • Quando ci viene proposto un guadagno facile o automatico

In entrambi questi casi, siamo davanti ad una truffa. Anche se Bitcoin, nel corso della sua storia, è stato uno strumento di importante guadagno per moltissimi investitori, nessuno oggi può essere certo del suo valore futuro. La proposta di guadagni automatici è un segnale chiaro di truffa in corso. 

  • Quando il broker o intermediario non ha sede riconoscibile o non è in Europa con licenza

Sede e licenza andrebbero sempre analizzate. La maggior parte delle truffe a tema Bitcoin si caratterizzano per non avere né l’una né l’altra. Se non troviamo contatti fisici – numeri di telefono e sedi con un indirizzo effettivo – vuol dire che siamo davanti ad operatori che legalmente non possono offrire Bitcoin o piani di investimento. 

Entrambi questi casi possono essere considerati direttamente e senza appello delle truffe e dunque non un modo corretto e indicato per investire in Bitcoin. Bisogna affidarsi a broker o exchange che siano affidabili, che abbiano una reputazione e che non facciano false promesse su guadagni certi. 

Leggi anche: Truffe Bitcoin e criptovalute

Investire in Bitcoin, curiosità ed approfondimenti

Ulteriori approfondimenti sugli investimenti in Bitcoin possono riguardare sia l’aspetto temporale, sia quello quantitativo. Capire quando e quanto investire in BTC può avere ampie ripercussioni sulle nostre strategie e sulle nostre chance di successo. 

Per questo la nostra redazione ha preparato un vademecum che permetterà a tutti di comprendere il fattore temporale – e anche di capire quanto c’è bisogno di investire su Bitcoin, anche di minimo. La buona notizia, che diamo prima dell’approfondimento, è che oggi si può iniziare ad investire con Bitcoin anche soltanto 10 euro. 

Quando investire in Bitcoin

Il mercato di Bitcoin è attivo 24 ore su 24, sebbene gli orari americani siano quelli più attivi e volatili. Possiamo pertanto scegliere qualunque orario o qualunque giorno per iniziare a fare investimenti, senza che ci siano differenze di sorta. Ci sono altri aspetti temporali da valutare prima di fare il proprio ingresso, soprattutto se a fronte di un investimento di breve periodo o strutturato sul lungo. 

  • La volatilità è massima durante le ore della notte in Italia

I maggiori cambiamenti di prezzo si hanno quando il mercato asiatico si incrocia con quello americano della sera. Non è raro vedere dunque i maggiori cambiamenti di prezzo proprio mentre gli italiani stanno dormendo. È necessariamente un problema? No. Da un lato chi fa investimenti di breve periodo può chiudere posizioni prima di smettere di fare trading per la giornata. Dall’altro gli strumenti come take profit e stop loss possono aiutarci a chiudere i nostri ordini automaticamente anche quando non siamo al PC o allo smartphone per fare trading. 

  • Bitcoin non è stagionale

Bitcoin non ha mai seguito stagionalità di sorta. Non ci sono divergenze nei pattern seguiti dal valore di BTC in relazione al momento dell’anno nel quale investiamo. Questo invece è vero per taluni comparti del settore azionario, così come può essere vero per alcune valute fiat. Per chi investe il classico BTC contro Dollaro o Euro, non devono esserci preoccupazioni di questo tipo. 

  • I trend possono invertirsi rapidamente

Anche se gli strumenti dell’analisi tecnica possono essere utilizzati con successo su Bitcoin, rimane il fatto che questa criptovaluta è ben più volatile e imprevedibile della maggioranza degli asset presenti oggi sui mercati. Può essere comunque utile seguire le nostre previsioni o utilizzare gli strumenti di analisi tecnica delle principali piattaforme per individuare supporti e resistenze, che possono indicarci momenti giusti di ingresso sul breve periodo. 

Quanto investire in Bitcoin? Ecco con quanto puoi iniziare con BTC

Bitcoin è oggi accessibile anche con minimi di investimento molto bassi, sia per gli exchange, sia invece se dovessimo scegliere i broker per il trading online. Ci sono differenze importantissime in questo senso, nonostante minimi siano comparabili. 

  • Gli exchange caricano anche una commissione fissa

Nella maggioranza dei casi gli exchange caricano anche una commissione fissa e che non segue pertanto il volume del nostro investimento. Se è vero che alcuni permettono di fare un investimento anche a partire da 2 euro, è altrettanto vero che una commissione fissa di 0,99€ su un ordine del genere si tradurrebbe in una commissione totale del 50%! Salendo almeno a 100€, le commissioni fisse avranno un impatto sicuramente più basso. Ma non è questa la strada da seguire per chi vuole investire importi minimi su Bitcoin. 

minimo investimento Bitcoin
Anche con soli 10 euro possiamo investire in Bitcoin
  • Con i broker CFD si può partire anche da soli 10 euro

È il caso di IQ Option (qui anche in demo), che offre la possibilità di aprire un conto di investimento reale con soli 10 euro e con 1 solo euro per ogni posizione aperta. È il minimo più basso al mondo, anche in relazione alle commissioni, per fare investimenti su Bitcoin. 

Anche Capital.com (qui per la demo) offre dei minimi di investimento estremamente bassi. Si parte da 20 euro per aprire un conto reale, senza che ci siano commissioni di versamento, di transazione o fisse sull’apertura di posizione. Sicuramente una soluzione migliore rispetto agli exchange per chi vuole fare investimenti su Bitcoin con capitali davvero minimi. 

Considerazioni finali

Oggi investire in Bitcoin è per tutti. Grazie alla grande varietà di intermediari e di exchange è possibile trovare la soluzione più adatta a noi, sia in termini di strumenti che di capitali necessari per investire. Bitcoin è ormai da tempo sulla bocca di tutti, anche dei non specialisti, complice il grande aumento di valore di cui è stato protagonista negli ultimi mesi. 

Rimane però un investimento a tutti gli effetti e in quanto tale rischioso. Rischi che in molti casi possono essere convertiti in maggiori profitti, a patto di affrontare il mercato con una buona strategia e con l’intenzione di capire quello che stiamo facendo. 

Qui abbiamo analizzato le caratteristiche di questo investimento e sul resto degli approfondimenti su Criptovaluta.it offriamo ulteriori spunti per iniziare ad investire in modo proficuo su Bitcoin. Una possibilità, lo ripetiamo, davvero per tutti. 

Domande e risposte comuni sull’investimento in Bitcoin

  1. Come si può investire in Bitcoin?

    Ad oggi sono presenti due modalità principali: i broker di trading online via CFD, oppure gli exchange. Ciascuno dei due canali ha vantaggi e svantaggi, che sono ampiamente approfonditi nella nostra guida. 

  2. Quando conviene investire in Bitcoin?

    Ogni momento può essere quello giusto. Rimane però fondamentale capire come si sta muovendo il mercato, soprattutto per chi investe sul breve periodo. Le nostre previsioni su Bitcoin possono aiutare anche i meno esperti ad analizzare il mercato. 

  3. Quanto denaro serve per investire in Bitcoin?

    Bastano in realtà anche solo 10 euro, grazie a broker come IQ Option. Anche Capital.com ha minimi molto bassi e permette di investire a partire da 20 euro. Gli exchange hanno minimi altrettanto bassi, ma i costi di commissione possono essere proibitivi per chi parte con troppo poco. 

  4. Investire in Bitcoin è una truffa?

    No. Investire in Bitcoin non è una truffa, anche se possono esserci truffatori che sfruttano la popolarità di questa criptovaluta per i loro sistemi. Bisogna sempre rivolgersi ad intermediari verificabili e conosciuti, per evitare di incappare negli schemi truffaldini che purtroppo circolano anche in Italia. 

  5. Investire in Bitcoin è difficile?

    No. Oggi broker ed exchange offrono delle vie semplici per acquistare Bitcoin o strumenti finanziari che lo rappresentano. Serve però prepararsi se quello che vogliamo è ottenere dei buoni risultati sul mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *