Home / AAVE: Guida definitiva al coin e al protocollo

AAVE: Guida definitiva al coin e al protocollo

AAVE è un protocollo blockchain, con relativa e omonima criptovaluta, nato per retribuire i prestatori all’interno di un sistema di prestiti automatici. Il progetto è tra i più vivaci del momento e uno di quelli che interessano maggiormente anche gli investitori.

Criptovaluta.it - guida al token AAVE
La guida completa ad AAVE, con spiegazioni approfondite di token, tecnologia e protocollo – a cura di Criptovaluta.it

Sono in molti, soprattutto nelle ultime settimane, ad essersi avvicinati con una certa curiosità al progetto, testimoniando, laddove ce ne fosse ancora il bisogno, l’estrema vitalità del protocollo. Ad oggi AAVE è centrale nella vita di tantissime applicazioni distribuite e più in generale nel funzionamento di diversi progetti di finanza decentralizzata.

Principali informazioni su AAVE [AAVE] Coin:

❓Nome:AAVE
📑Sigla:AAVE
👶Nascita:2017 (come ETHland)
📈Previsioni:Previsioni AAVE
🔍Tecnologia:Token ERC
Comprare:Come comprare AAVE
📱Wallet:Ledger Nano X, Ledger Nano S, InfinityWallet, Argent
AAVE– Tabella principali caratteristiche introduttive

Che cos’è AAVE

AAVE è un protocollo che permette di prestare e di ricevere in prestito criptovaluta, utilizzando una criptovaluta interna per le fee e che permette di versare collaterali in forma digitalizzata. La definizione scolastica non riesce però ad abbracciare la vera portata di questo progetto, che come è noto è stato tra i più vivaci del 2020 e del 2021. Un tempo chiamato LEND, oggi è stato convertito nell’omonimo token AAVE, in rapporto di 10:1.

AAVE specifiche token e protocollo
AAVE è sia un protocollo, sia un token crypto
  • Prestiti

Il primo obiettivo di AAVE è di fornire liquidità a chi la richiede. Può essere ottenuta praticamente in ogni criptovaluta, che viene replicata all’interno del network tramite speciali token e poi utilizzata a piacimento. Si possono lasciare collaterali in criptovaluta classica ma anche in stable coin. Il punto principale di questo sistema rimane la liquidità, da fornire a progetti, sviluppatori di DApps e più in generale a tutto l’ecosistema delle blockchain.

  • Remunerare la valuta messa a disposizione

Il sistema inoltre premia chi mette a disposizione valuta per il prestito. Proprio come un sistema bancario libero e indipendente, che come vedremo più avanti si autoregola grazie all’algoritmo ed è in grado di modulare i tassi di interesse per far incontrare perfettamente domanda e offerta di token.

  • Sistema sicuro e di collaterali

Il sistema, ancora una volta come nel caso bancario classico, è sicuro. Nel senso che il protocollo prevede un meccanismo di collaterali messi a garanzia del prestito, nonché uno score di sicurezza per valutare chi sta richiedendo denaro dal pool.

  • Tasso di interesse auto-aggiustante

Il tasso di interesse – per chi capisce un minimo di sistemi bancari – è la remunerazione per il credito e soprattutto il fattore che può modificare offerta e domanda di liquidità. Il sistema di AAVE permette al tasso di interesse di aggiustarsi automaticamente a seconda delle offerte e delle domande e dunque di mettere in equilibrio il mercato. Quando c’è molta richiesta per un dato token in prestito, il tasso sale, l’offerta aumenta e tutto torna in equilibrio. Viceversa, quando domanda e offerta sono in equilibrio, i tassi si abbassano rapidamente.

  • Finanza Decentralizzata

Il sistema di AAVE è il tipico caso di finanza decentralizzata, ovvero di finanza che è nata per operare prestiti, crediti, ma anche mutui e altri tipi di attività bancarie senza che esista un intermediario centrale. Il protocollo è open source e completamente orizzontale. Le regole sono uguali per tutti, perché scolpite all’interno dell’algoritmo.

  • Governance per token

Come la maggior parte dei progetti di finanza decentralizzata di ultima generazione, anche AAVE si comporta da share, ovvero da titolo per poter votare nelle decisioni di governance. Nel caso di un sistema già così orizzontale, la decisione è particolarmente interessante, perché permette anche di implementare modifiche, scegliere nuovi modelli di sviluppo e modificare quelli in corso a chi partecipa, in parità, con gli altri.

Come funziona AAVE

Quando parliamo di AAVE ci stiamo riferendo in realtà a cose diverse tra loro. Da un lato abbiamo il protocollo, che è l’insieme delle regole per accedere ai servizi che vengono offerti da questa blockchain. Dall’altro lato possiamo fare invece riferimento al token interno che viene utilizzato sia per retribuire i partecipanti al network (e ai prestiti), sia invece per il sistema di governance.

Funzionamento AAVE - infografica
Il funzionamento del sistema di prestiti tramite AAVE
  • Pool di prestatori

Il concetto più importante per chi vuole capire come funziona AAVE è il pool di prestatori. Tutta la liquidità che viene utilizzata da questo sistema viene bloccata da creditori, che mettono a disposizione i propri token crypto, per essere utilizzati dai debitori e per ottenere un pagamento dell’interesse.

  • La creazione degli aToken

Nel momento in cui vengono depositati denari e vengono presi in prestito da altri, il network di AAVE crea i cosiddetti aToken, ovvero dei token che simboleggiano un token sottostante, nella misura in cui questi sono stati prestati. Vogliamo prestare 500 DAI? Una volta immessi nel pool riceveremo 500 aToken Dai, che danno diritto alla maturazione dell’interesse.

  • L’interesse praticato

L’interesse che viene praticato su qualunque tipo di token è automatico, ovvero calcolato dall’algoritmo che governa il sistema. Senza entrare nello specifico, l’interesse si muove automaticamente per mettere in equilibrio sia la domanda che l’offerta di prestiti in un determinato token. Se i prestatori sono troppo pochi rispetto ai richiedenti, si aumenta il tasso di interesse, da un lato per scoraggiare la domanda e dall’altro per stimolare l’offerta.

Quando invece l’offerta di un determinato token è di troppo superiore rispetto alla domanda, avviene il contrario. Si abbattono i tassi di interesse, così da aumentare la domanda e rendere meno conveniente, per chi presta, detenere quel token e immobilizzarlo sulla piattaforma.

  • Il wallet incorporato

AAVE permette di depositare e di ottenere reward sotto forma di interessi soltanto se ci collegheremo, tramite il suo sito, ad un wallet web 3.0. Anche questa opzione è estremamente comoda per tutti coloro i quali non hanno grande dimestichezza con i progetti crypto e non saprebbero altrimenti come muoversi. Oggi iniziare a prestare tramite AAVE è semplicissimo.

  • Flash Loans

Una delle caratteristiche più interessanti del protocollo AAVE sono i cosiddetti Flash Loans, ovvero dei prestiti istantanei che non hanno bisogno di collaterali. Questo tipo di prestiti è stato introdotto per permettere anche ai progetti senza enormi capitali di iniziare a sfruttare le potenzialità del progetto. Sono utili per chi deve costruire entro la stessa pool e vengono spesso utilizzati per chi vuole fare arbitraggio tra diversi exchange. Il tutto in cambio di una commissione dello 0,09% sul totale ottenuto, che viene poi distribuito ai partecipanti al network.

  • A cosa serve il Token?

Il token AAVE, che oggi possiamo comprare e vendere su tutti i principali mercati che trattano criptovalute, è da un lato il gas del sistema, perché viene utilizzato per pagare gli interessi all’interno della piattaforma. Dall’altro lato è anche il metro di reward, ovvero di premio, per chi partecipa con la propria liquidità.

Il token di AAVE serve anche per avere voto nella governance

È un tipico utility token, il cui valore crescerà in relazione alla crescita del progetto stesso. Chi vuole iniziare ad investire su AAVE, dovrebbe pertanto cercare di capire se, come e quando questo progetto può effettivamente emergere e diventare centrale nell’ecosistema delle nuove criptovalute.

Quali sono le principali caratteristiche del progetto?

Sono diverse le caratteristiche del progetto interessanti, che rendono AAVE un progetto centrale, utile sia per chi ha liquidità in eccesso, sia per chi invece ha bisogno di liquidità a prestito, offrendo altri token come collaterale.

  • Prestiti con automatch

Il protocollo si preoccupa, ricorrendo a diverse metriche e caratteristiche, di individuare i prestatori giusti per il richiedente. I prestatori, tecnicamente, mettono le loro risorse in pool, ovvero in condivisione e l’algoritmo pesca, ai tassi fissati, per prestare a chi ne faccia richiesta. Un sistema del genere distribuisce il rischio e distribuisce anche la retribuzione. Anche se dovesse essere utilizzata soltanto una parte della nostra liquidità, riceveremo un pagamento rapportato al nostro sforzo.

  • Regolazione automatica

Come abbiamo già visto, tutte le fasi del prestito sono regolate automaticamente, ovvero ricorrendo ad una modulazione da algoritmo del tasso di interesse applicato. Il primo obiettivo del network è massimizzare l’impiego di liquidità. La libertà di modificare i tassi di interesse è parte integrante della riuscita del progetto stesso e del raggiungimento dei suoi obiettivi.

  • Score

Il sistema è anche in grado di attribuire un health score ai nodi che fanno richiesta di liquidità, ovvero una sorta di credit score che tiene conto sia del collaterale versato, sia della propria storia personale nel network.

  • Rate Switching

Per la modifica del tasso viene utilizzato un algoritmo di pubblico dominio, in grado di calcolare in un preciso istante domanda e offerta di un determinato token e modulare tale interesse per massimizzare l’utilità del sistema e raggiungere l’ottimo.

  • Price Feed da Chainlink

Ad ulteriore dimostrazione della sua integrazione ideale all’interno dell’ecosistema delle criptovalute, AAVE utilizza per i rate tra diversi token un feed dati che arriva da un altro importantissimo progetto DeFi, ovvero Chainlink, del quale abbiamo già abbondantemente parlato all’interno della guida specifica. I dati sono così attendibili e permettono automazione in termini di aggiustamenti del tasso di interesse.

  • Supportati anche diversi stable coin

Il sistema può essere interessante per chi vuole ottenere rendimenti dai suoi prestiti in quanto ospita anche stable coin, ovvero dei token come True USD, Tether, ma anche USDC, che seguono 1:1 il prezzo del dollaro USA. Così potremo anche decidere di fornire liquidità eliminando il rischio di una caduta dei prezzi delle criptovalute.

Approfondimenti sul progetto

È possibile approfondire il progetto ricorrendo alla documentazione ufficiale che AAVE offre. Trattandosi di un progetto Open Source, la documentazione è trasparente e soprattutto creata per permettere a più persone possibili di essere coinvolte.

È disponibile su GitHub, che inoltre ospita anche il codice sorgente del progetto. Possiamo trovare all’interno di questo white Paper tutte le informazioni tecniche e le specifiche che riguardano il protocollo. Anche se documentazione di questo tipo richiede delle competenze importanti in termini di informatica e blockchain, può essere una lettura interessante praticamente per tutti.

  • Sito internet ufficiale

Anche questo è ricco di informazioni, di carattere più pratico e che riguardano più l’utilizzo concreto del protocollo e del token, che il suo funzionamento. Consigliamo, anche se in inglese, di leggerlo a fondo se vogliamo capire davvero come funziona il protocollo dietro AAVE. Anche per valutarne, in senso futuro, le caratteristiche e le possibilità di vittoria commerciale.

Qual’è sarà il futuro di AAVE?

Il futuro di AAVE è legato allo sviluppo del mondo della finanza decentralizzata, di cui è un grande player già oggi, in un mercato che però – se paragonato a quello classico, vale ancora poco in termini di volumi e capitalizzazione. Tuttavia AAVE offre già da oggi un protocollo funzionale, che gestisce circa 5 miliardi di controvalore in dollari e che è utilizzato da diversi sistemi collegati – nonché da chi fa arbitraggio sui principali exchange.

  • Previsioni sul prezzo di AAVE

La prima quesitone che riguarda il futuro di AAVE è quella del target price. Quanto possiamo pensare che valga, ragionevolmente, questo specifico token? Le previsioni di medio periodo, mediate tra le diverse intuizioni dei migliori analisti, puntano ad un target price di 1.400$.

Un forte rialzo rispetto ai valori attuali, che tiene conto del fatto che il progetto è in fortissima crescita, che si sta rinnovando e aggiungendo nuove N funzionalità e che soprattutto riesce ancora ad incontrare, con un certo dinamismo, i favori di chi dovrebbe utilizzarlo. I target price sono previsioni comunque imprecise e che devono essere costantemente aggiornate. Per questo motivo offriamo ai nostri lettori delle previsioni AAVE costantemente aggiornate, che tanto di analisi e commento per comprendere come potrebbe muoversi questo specifico mercato.

2023 previsioni aave
Le previsioni su AAVE per il 2023
  • Previsioni sull’utilizzo

Ad oggi AAVE è il migliore della sua classe – ancora piccola a dire il vero – ma non l’unico. Il discorso delle possibilità di utilizzo dovrà essere anche parametro rispetto a quello che riusciranno a fare gli altri sistemi in termini di sviluppo, di penetrazione commerciale e di miglioramento delle funzionalità. Da un lato l’essere completamente Open Source permette un certo dinamismo nello sviluppo. Dall’altro l’assenza di un gruppo di interesse economico forte e coordinato potrebbe esserne un limite.

Leggi anche la guidacome comprare AAVE

AAVE Blockchain

In realtà il progetto AAVE è un protocollo che gira su blockchain Ethereum, utilizzando un sistema di Smart Contract all’interno di questa piattaforma, ad esecuzione condizionale e con codice proprio. Non c’è bisogno pertanto di approfondire ulteriormente il funzionamento di questa blockchain, ma soltanto di ricordarne i caratteri principali.

  • Token ERC

Sono token, come AAVE, che sono creati secondo gli standard e le specifiche proprie del progetto Ethereum e che possono essere custoditi su wallet comuni. La scelta in questo senso di AAVE è stata particolarmente felice, perché nonostante la concorrenza di progetti simili, ad oggi Ethereum è ancora la blockchain di riferimento per gli smart contract.

  • Smart contract

Sono contratti ad esecuzione condizionale ed automatica, del tipo if/then. Cosa si intende con questa locuzione? Che al verificarsi della condizione (if), viene eseguito il contratto (then). Gli smart contract possono avere dei campi di applicazione molto interessanti e stanno facendo autenticamente la differenza all’interno del mondo delle criptovalute. Ethereum, anche se non è l’unica, supporta anche per tutti i suoi token questo tipo di contratti.

  • Inversione delle operazioni

AAVE supporta anche l’inversione delle operazioni nel caso di mancata restituzione del flash loans, scrivendo sul ledger – stiamo semplificando enormemente – operazioni momentanee, che devono essere compensate o cancellate dal debitore. Una struttura che ha permesso, nella versione V2 del progetto, di implementare anche i Flash Loans dei quali abbiamo già avuto modo di parlare.

Potrebbe interessarti anche: Cos’è e come funziona la blockchain

AAVE Wallet

AAVE è tecnicamente compatibile con tutti i wallet che ospitano token ERC. Tuttavia, per partecipare allo staking e dunque diventare prestatori, dovremo fare riferimento a wallet che implementano questa funzionalità.

Token AAVE- wallet
Possiamo scegliere tra tre strade principali per i wallet AAVE
  • Ledger

Per chi dovesse preferire uno Storage fisico, da sganciare dalla rete quando si vuole e al riparo da malintenzionati, le opzioni offerte da Ledger Nano X e anche Ledger Nano S sono ad oggi le migliori sul mercato. C’è supporto, ormai da tempo, per le operazioni in ERC e dunque sono più che utili per chi vuole detenere AAVE. Nella versione del software di base potrebbe non essere supportato. Dovremo installare l’app Ethereum, nel caso in cui non avessimo a disposizione già il modulo appena acceso il Ledger dopo l’acquisto.

  • MetaMask

Forse il più popolare wallet per quanto riguarda le DeFi e anche i token ERC20. È disponibile anche in integrazione con Chrome e con altri browser, nella sua versione Web3 che permette anche di prestare i propri token. Si può inoltre importare qualunque tipo di wallet o token che possediamo all’esterno.

  • Argent

Altro grande wallet software, che permette di detenere diverse valute DeFi, tra le quali anche AAVE. Ottima soluzione: leggera e adatta per qualunque tipo di dispositivo, sicura e costantemente aggiornata. Una soluzione ideale per tutti coloro i quali vogliono detenere i propri token in modo sicuro.

  • Exchange

Ricordiamoci anche che tutti i principali exchange di criptovalute che offrono AAVE, propongono di concerto un wallet temporaneo dove poter detenere i nostri token. Per questo potremo comprarli, almeno inizialmente, senza troppe preoccupazioni per il nostro wallet. Sono meno sicuri delle soluzioni personali, ma comunque più che sufficienti per fare da appoggio ad eventuali acquisti.

AAVE Mining

AAVE non utilizza un sistema PoW, come nel caso di Bitcoin e delle criptovalute di vecchia generazione. È governato da altri tipi di algoritmi e non possiamo dunque creare token fornendo potenza di calcolo. Avere o meno un PC per il mining o altro tipo di prodotto che possa aiutarci a fare calcoli alla velocità della luce, non sarà utile per ottenere AAVE senza comprarli.

All’interno dei progetti di questo tipo, tuttavia, possiamo ricorrere al cosiddetto liquidity mining. Ovvero quando viene fornita liquidità al pool di prestatori, otteniamo un interesse pagato in AAVE. E questo fa un po’ le veci del mining di vecchia generazione. Non dovremo però, come già detto, mettere a disposizione potenza di calcolo, ma piuttosto liquidità, ovvero prestare agli altri, sfruttando i sistemi del protocollo.

Il mining classico non è mai disponibile sulle criptovalute DeFi o comunque di ultima generazione. Sono infatti sistemi, questi, che si sono lasciati alle spalle gli algoritmi PoW, che sono estremamente dispendiosi sotto il profilo del consumo energetico e di potenza di calcolo e che oggi, anche per chi fosse alla ricerca di un sistema per scambio rapido di token e informazioni, sono anche molto poco performanti. Siamo pertanto davanti ad un modo ormai antico di concepire il mondo delle criptovalute. Chi vuole minare AAVE, non ha oggi alternative se non quello di bloccare i propri token all’interno del progetto.

AAVE Opinioni e Recensioni

AAVE è un prodotto rivoluzionario e un protocollo che ha già oggi molto di quello che gli servirà per diventare centrale nei diversi ecosistemi delle criptovalute. Dopo averlo analizzato sul piano tecnico e anche sul piano funzionale, vogliamo aggiungere opinioni e recensioni sia della nostra redazione, sia per quanto riguarda i terzi di cui possiamo fidarci.

Nella sezione che segue individueremo anche i migliori forum, le migliori piazze digitali dove possiamo discutere di AAVE in libertà, approfondendo la conoscenza del protocollo, del suo funzionamento e anche delle sue specifiche.

AAVE Forum & Social tematici

Ci sono diversi forum che si occupano di AAVE, e che possono approcciare a questo token / protocollo da diversi angoli. Ci sono quelli maggiormente interessati agli aspetti tecnici e funzionalità e ci sono anche quelli con una spiccata attenzione per quanto riguarda invece gli aspetti più finanziari.

Forum e social AAVE
I principali forum su AAVE
  • Reddit

Nel subreddit r/aave ci sono, almeno a nostro avviso, le migliori discussioni possibili su AAVE, sia per chi ha deciso di investirci, sia invece per chi vuole capirne di più sotto l’aspetto tecnico. Reddit rimane uno dei punti fondamentali di incontro per chi vuole approfondire la conoscenza di progetti anche non molto famosi del mondo delle cripto.

  • Bitcointalk

Anche in questo caso il forum principale al mondo su Bitcoin offre ospitalità anche ad altri progetti. Trattandosi di uno dei più nuovi, AAVE è discusso frequentemente, anche nelle possibili correlazioni con i network blockchain principali. Le discussioni sono in inglese, ma è una lingua con la quale dovremo imparare a fare i conti, se quello che ci interessa è entrare di più nel mondo delle cripto.

  • Investing.com

Tutti lo conoscono come sito di quotazioni. Tuttavia, all’interno di ogni pagina dedicata all’andamento degli asset, sono disponibili anche sezioni di Chat e Forum. Sicuramente tarate sugli aspetti maggiormente finanziari del sistema AAVE. Interessantissimo per chi vuole occuparsi di investimenti diretti e finanziari su questo specifico TOKEN.

  • FinanzaOnline

Il principale sito italiano di finanza si occupa di AAVE non solo per il valore del Token, ma anche per la rivoluzione nel mondo dei prestiti che sta portando nel sistema. E il principale forum italiano che si occupa di investimenti ed è sempre un bel luogo da frequentare, almeno per chi ha interesse ad avvicinarsi alle cripto come investitore o risparmiatore.

  • Sito ufficiale

È disponibile un forum sulla governance, dove si dibatte costantemente dei prossimi sviluppi del protocollo. Può essere interessante anche e soprattutto per valutare il futuro possibile di questo token, che potrebbe davvero cambiare il mondo delle DeFi e avere un impatto enorme sull’economia reale. Qui possiamo anche chiedere informazioni specifiche nel Learning Center oppure discutere con gli Sviluppatori che sfruttano proprio questo network per i loro progetti.

AAVE Pro e Contro

Ci sono diversi pro e contro di AAVE, così come possiamo trovarne in realtà in ogni tipo di progetto di tipo finanziario. AAVE non può pretendere di risolvere tutti i problemi della società moderna in termini di prestiti e di investimenti, ma svolge comunque un compito molto importante nell’ormai rilevante ecosistema cripto. In questa sezione abbiamo deciso di raccogliere i pro e i contro del progetto, che serviranno soprattutto per valutare le nostre possibilità di investimento e le possibilità del progetto di diventare centrale e allargare il suo raggio commerciale.

  • Pro di AAVE

SISTEMA AUTONOMO: AAVE è praticamente in grado di gestire in autonomia tutte le fasi classiche di un prestito. Collateralizzazione, controllo della situazione del debitore, erogazione, gestione degli interessi e anche retribuzione degli attori. Questo lo rende un sistema enormemente più efficiente rispetto a quelli classici. Senza poi contare la possibile integrazione diretta con DApps e altri progetti di finanza decentralizzata.

REMUNERATIVO PER TUTTI: il sistema è utilizzato in quanto remunerativo per tutti. Chi vuole detenere criptovaluta e guadagnare un interesse, ha ovviamente buon gioco a diventare fornitore di liquidità. Allo stesso modo chi ha bisogno di liquidità paga interessi chiari e ha a disposizione tutta una serie di automazioni, che rendono il suo compito molto più semplice.

TRA LE PRIME 10: AAVE è già da tempo tra le prime 10 criptovalute del settore DeFi, nonostante sia di giovanissima età. Questo deve essere garanzia assoluta di solidità del progetto soprattutto sotto l’aspetto tecnologico e dell’utilità per chi partecipa al protocollo. Quando un progetto DeFi è utile, ci sono buone probabilità che anche senza un fortissimo gruppo commerciale alle spalle, possa riuscire a diffondersi e soprattutto a conquistare importanti quote di mercato.

  • Contro di AAVE

SOVRACOLLATERALIZZAZIONE: ovvero un problema che oggi tutti o quasi i progetti devi si trovano a dover affrontare. In un sistema del genere è quasi automatico che il rapporto tra collaterali e prestiti effettivamente erogati. Questo è – senza scomodare i filosofi della finanza – motivo di relativa inefficienza rispetto ad altri sistemi. Dall’altro lato questi problemi potranno essere affrontati anche per tempo. AAVE non è un protocollo definitivo e chiuso, ma è in costante evoluzione.

CONCORRENZA: il mondo delle DeFi è tecnicamente agli albori e non è assolutamente pensabile che nessuno provi ad attaccare la posizione, per ora dominante, di AAVE all’interno del circuito. Se oggi AAVE può dominare essendo relativamente indisturbato, no crediamo che questo possa durare in eterno. Al crescere dell’interesse (e della remunerazione) per questo tipo di sistemi, un ecosistema vivace come quello delle criptovalute metterà in campo sicuramente altri progetti.

NO RISERVA DI VALORE: anche in questo caso siamo costretti a ricordare ai nostri lettori che non tutte le criptovalute sono utili per diversificare i propri investimento e per ottenere dei rendimenti anti-inflattivi. Bitcoin lo è, Ethereum forse, Litecoin quasi sicuramente. Ma per quanto riguarda gli utility token, almeno per ora il loro valore sarà direttamente correlato al loro utilizzo. Chi punta su AAVE oggi, punta sul futuro dell’intero protocollo.

Cosa pensa Criptovaluta.it di AAVE

AAVE è un progetto innovativo, che riesce ad integrarsi alla perfezione all’interno del complesso ecosistema della finanza decentralizzata, un sistema che aveva bisogno di un intermediario di prestiti automatico, sicuro e che possa fare da rappresentante della sicurezza dei nodi che richiedono liquidità.

L’impostazione della governance di questo progetto, totalmente orizzontale e basata sullo staking, si è inoltre dimostrata funzionale per l’evoluzione dello stesso, cosa che è testimoniata dall’arrivo della versione 2, molto più performante e utile.

Noi crediamo in AVEE – anche se non è atto di fede. Abbiamo analizzato per mesi questa criptovaluta, l’abbiamo utilizzata, ci abbiamo investito e ne abbiamo seguito le evoluzioni. Su tutti questi punti è stata in grado di soddisfarci appieno, così come è stata in grado – e qui parlano i numeri, di soddisfare un mercato vivace ma complesso come quello delle DeFi e dei nuovi servizi “bancari” automatici.

Siamo – se così si può dire – sponsor di AAVE e lo riteniamo essere uno dei progetti meglio riusciti, in un mondo delle DeFi che sta scardinando le certezze che in molti, soprattutto se legati al vecchio mondo della finanza, continuano ad avere. Continueremo a monitorare il progetto, aggiornando quando necessario questa guida, per tenerla sempre al passo delle ultime evoluzioni.

Considerazioni finali

Nonostante la giovanissima età, AAVE ha già conquistato una fetta considerevole di un mercato che ha contribuito essa stessa a creare. Non è un caso che oggi sia letteralmente sulla bocca di tutti e che sia utilizzatissima da molti progetti collaterali.

Tutto questo ha avuto una ripercussione enorme sul prezzo, oggi diverse volte superiore a quello di avvio del progetto – facendo la fortuna di chiunque si era mosso per tempo su questo specifico token. Token che – lo ripetiamo ancora una volta – lega le sue fortune a quelle del protocollo. L’uno non può esistere senza l’altro ed è per questo che il monitoraggio futuro di AAVE dovrà essere sia sul fronte commerciale che su quello tecnologico.

E non riteniamo neanche che sia troppo tardi per comprare AAVE. Siamo infatti davanti ad un progetto che ha ancora da dare tanto in termini di diffusione commerciale, di volumi e di utilizzo. Fattori che potrebbero portare il valore della criptovaluta ancora più in alto.

FAQ AAVE Coin: domande e risposte comuni

  1. Che cos'è AAVE?

    È un protocollo che permette il prestito di criptovalute, messe in pool dai fornitori di liquidità e assegnate, tramite algoritmo, a chi ne fa richiesta. Il sistema retribuisce i prestatori, verifica i debitori ed è in grado di funzionare autonomamente. AAVE è anche il nome del token utilizzato all'interno della piattaforma.

  2. Conviene investire in AAVE oggi?

    È il primo per liquidità spostata della sua nicchia, dove operano già altri progetti come Compound. Il progetto è molto solito e continua a crescere anche commercialmente, nonostante un settore DeFi che sta diventando molto affollato, in termini di nuovi progetti. Sì, secondo le previsioni oggi è conveniente investire in AAVE oggi.

  3. A cosa serve AAVE?

    Come protocollo serve a far incontrare domanda e offerta di prestiti nel mondo delle criptovalute. Come token serve per retribuire i partecipanti e per gestire la governance, ovvero lo sviluppo del protocollo stesso. Il protocollo è tra i più utilizzati all'interno del mondo delle criptovalute e della finanza decentralizzata.

  4. AAVE può avere un futuro?

    Assolutamente sì. Il progetto è tra i più prestanti del mercato e oggi offre già funzionalità molto avanzate. Offre già oltre 5 miliardi di dollari (in controvalore) in liquidità ed è centrale in moltissimi progetti DeFi. Ha grandi possibilità di sviluppo e, in termini di token, di crescita di valore.

  5. AAVE è rischioso come investimento?

    Per chi sta investendo tramite AAVE allo scopo di rivendere il token ad un prezzo più alto in futuro, sì, ci sono dei rischi importanti che andrebbero valutati. Tutti gli asset hanno dei rischi e le criptovalute sono ancora molto instabili, in termini di valore. Bisogna valutare attentamente il ruolo che AAVE può rivestire all'interno del proprio portafoglio.

  6. AAVE è sopravvalutato?

    A nostro avviso no. Perché il progetto ha una vera utilità e perché ha molto poco senso utilizzarlo come riserva di valore. Il prezzo di AAVE oggi sul mercato è legato alla sua utilità, che al crescere del mercato DeFi sarà sempre più rilevante.

  7. Quali sono i competitor di AAVE?

    Ci sono diversi fornitori di liquidità nel mercato delle criptovalute. Compound è forse il primo rivale, anche se AAVE, almeno al momento, gestisce patrimoni maggiori ed è più utilizzato anche in termini di volume di transazioni.