Home / Arbitraggio criptovalute: cos’è e come puoi farlo in automatico!

arbitraggio

Arbitraggio criptovalute: cos’è e come puoi farlo in automatico!

Se non sei vissuto fuori dal web negli ultimi anni, probabilmente ti sarai reso conto che il trading online è diventato una professione per tantissimi italiani, oltre che un passatempo per la maggior parte.

Il merito è naturalmente dell’ampia gamma di operatori professionali, seri e regolamentati, che oggi ti permette di poter avere accesso a migliaia di asset e strumenti di trading in modo semplice e sicuro.

Per quanto concerne il mondo delle criptovalute, per esempio, è sufficiente rammentare  la presenza dei migliori broker CFD come eToro (sito ufficiale), o dei migliori exchange come Coinbase (sito ufficiale), che hanno aperto le porte a investimenti “alternativi”, come quelli in valute digitali, in grado di arricchire di opportunità il trading di prodotti convenzionali come il Forex, gli indici azionari, le materie prime, e così via.

Trading in arbitraggio con le criptovalute: cos’è e come funziona

Ebbene, con l’evoluzione dei mercati criptovalutari, anche gli strumenti di trading associati alle valute digitali si sono fatti sempre più diversificati, tanto che oggi gli utenti possono investire in criptovalute mediante future, CFD, swap, margini, leverage, e così via, eseguendo operazioni in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. 

Oggi vogliamo però parlarti di un’idea piuttosto interessante, ovvero la possibilità di fare arbitraggio sulle criptovalute.

La natura globale degli asset criptovalutari e il numero di exchange che offrono servizi di trading in diverse aree geografiche permette infatti agli utenti di poter trarre profitto dalla differenza di prezzo tra queste piattaforme attraverso l’arbitraggio. Ovvero, comprare e vendere criptovalute su diverse piattaforme, sfruttando i differenziali di prezzo che esistono tra questi sistemi.

Tuttavia, sebbene l’arbitraggio criptovalutario sia in grado di presentare un’enorme opportunità di profitto, non è certo un compito facile! Non solo richiede ai trader di monitorare costantemente più exchange per effettuare operazioni ad alta frequenza, ma richiede anche una pazienza infinita, considerando che le “vere” opportunità di arbitraggio profittevole sono poche, poiché i margini di guadagno verrebbero nella maggiore delle ipotesi erosi  dalle commissioni e dagli spread.

La nostra prova con ArbiSmart

Per poter avvicinare gli investitori al mondo dell’arbitraggio con criptovalute sono sorte diverse piattaforme di investimento professionale.

Una di queste, probabilmente tra le più note e affermate, è ArbiSmart, una piattaforma di arbitraggio criptovalutario regolamentata nell’UE, e con una tecnologia in attesa di brevetto per poter automatizzare il processo di trading per i suoi utenti.

La piattaforma, con la sua interfaccia piuttosto semplice e un algoritmo di machine learning intelligente basato sull’IA, è una sorta di ibrido tra le soluzioni DeFi e quelle CeFi, rendendo così possibile il trading in arbitraggio con il minimo sforzo.

L’algoritmo della piattaforma, attraverso la sua connessione con 20 diversi exchange globali, vaglia in tempo reale i dati di trading e i book degli ordini per valutare gli spread ed eseguire volumi di trading che possa garantire profitti ai suoi utenti.

Tuttavia, a differenza del trading manuale, il sistema ArbiSmart lavora 24 ore su 24 per acquistare attività criptate al prezzo più basso disponibile e venderle per poter ottenere il massimo profitto possibile. Con un deposito iniziale minimo di 500 euro, chiunque, indipendentemente dal fatto che abbia o meno una precedente esperienza di trading, può dunque trarre vantaggio da ArbiSmart e generare un reddito passivo.

Ricordiamo che ArbiSmart opera in tutta l’UE dietro licenza estone (n. FVR000773) e che aderisce a tutti i requisiti KYC e AML, come prescritto dalle autorità di licenza per garantire la completa conformità.

ArbiSmart è una truffa o funziona?

ArbiSmart ha recentemente annunciato il suo piano di introdurre sul mercato un’applicazione mobile e un wallet speciale fruttifero per consentire agli utenti di accedere e monitorare i loro conti in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo, garantendo al contempo la sicurezza finanziaria.

Al fine di giungere a una risposta del nostro ultimo paragrafo, non possiamo che ricordare a tutti i nostri lettori che attualmente siamo ancora in fase di testing e, appena terminato, faremo una bella recensione per poter raccontare a tutti la verità sul funzionamento di questo operatore.

Per il momento non possiamo che sospendere il giudizio, anche se la presenza di informazioni chiare e trasparenti sotto il profilo legale dovrebbe permettere ad ArbiSmart di promuoversi in maniera piuttosto seria e affidabile. Resta da capire se i rendimenti ottenibili possano realmente essere così ampi come quelli promessi (fino al 45%!).

Infine, invitiamo i nostri lettori a non confondere a ArbiSmart con ArbiStar, altro progetto di arbitraggio critpovalutario, di una società spagnola, la cui reputazione non sembra essere piuttosto positiva…

Ricordiamo dunque che, per il momento, le migliori soluzioni per poter investire in criptovalute sono sempre quelle di utilizzare broker seri e regolamentati come eToro, di cui qui abbiamo parlato in una recente completa, o attraverso degli exchange qualificati come Coinbase, di cui qui puoi trovare la nostra recensione esclusiva aggiornata.

Buon trading!

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *