Home / Opera Browser: presto integrazione anche con TRON e la sua blockchain

Opera Browser: presto integrazione anche con TRON e la sua blockchain

Opera sta lavorando all’implementazione di TRON all’interno del cryptowallet interno al suo browser internet.

La notizia è stata diffusa mercoledì scorso, attraverso una nota sul sito aziendale – che offre nuovi spunti anche per il futuro da parte dell’azienda che ha in portafoglio uno dei più popolari browser indipendenti.

L’integrazione di Tron all’interno della piattaforma permetterà a tutti gli utenti di utilizzare non solo la criptovalute in quesitone, ma anche di utilizzare le app decentralizzate all’interno del browser, senza che sia necessario l’utilizzo di estensioni prodotte da terze parti o di applicazioni aggiuntive.

Secondo quanto riportato da Opera, ci sarebbero al momento oltre 400 dapps che girano sulla blockchain di Tron.

In aggiunta Opera ha confermato la volontà di integrare ulteriori blockchain durante il prossimo anno, che andranno ad aggiungersi ad Ethereum e a tutti gli altri token basati su standard ERC-20, attivi già da dicembre per chi utilizza il browser nella versione Android e da un mese per chi invece utilizza Linux, Max o Windows.

Per chi invece utilizza iOS (e quindi iPhone e iPad) ci sarà ancora da aspettare qualche mese, dato che il cryptowallet integrato in Opera è ancora in fase di beta testing.

La partnership con Safello

All’inizio dell’anno Opera h cominciato ad offrire ai suoi utenti la possibilità di acquistare ETH direttamente attraverso il browser, grazie ad una partnership con Safello, exchange europeo che permetterebbe di acquistare non solo ETH, ma anche Bitcoin.

Staremo a vedere se per il futuro gli utenti di Opera potranno accedere ai market anche di altri tipi di exchange direttamente dal browser.

Quello che possiamo dire per adesso è che Opera è di gran lunga la società di software di largo consumo più attenta al mondo delle criptovalute e della blockchain.

Chi vuole testare le possibilità offerte già adesso per ETH può scaricare il browser in versione stabile. Chi invece vorrà testarne le capacità con la blockchain TRON, dovrà ancora aspettare qualche mese.

Info su Luigi Pesci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *