Home / Ethereum: ancora nel box di congestione | $ETH deve rompere i 1380$

ETH

Ethereum: ancora nel box di congestione | $ETH deve rompere i 1380$

Il prezzo di Ethereum (ETH) segna 1290$ e sulla base degli ultimi sette giorni, in base al sito coin market cap, risulta la criptovaluta, che sta performando meglio tra le prime 10, pur avendo il segno negativo davanti, facendo -2,84%. Resta il fatto, che però da inizio anno sta perdendo il 65% mentre il Bitcoin fa solo -59%.

Fotografia di Ethereum dai massimi ad oggi

Osservando Ethereum sul seguente grafico weekly, possiamo vedere gli elementi principali che l’hanno caratterizzato dai massimi toccati a 4839$ a Novembre’21, fino ad oggi. Sull’evidenza del trend discendente non c’è nulla da dire, solo che ETH è entrato in baer market di lungo sotto i 2700$. Inoltre con le due diagonal nere, è evidenziata una bella simmetria di movimento che è stata fatta. Oggi è esaurita e tecnicamente non ci serve, ma in verità è molto importante, perché ci dice che Ethereum segue questo tipo di frattale.

Ethereum
Ethereum (ETH) – Weekly

Primo elemento per indicare un’inversione di trend

Sono evidenziati, con le frecce arancioni, una serie di massimi decrescenti, che stanno accompagnando il trend discendente. Uno dei fondamentali dell’analisi tecnica, per l’inversione di un trend, è proprio il break con chiusure sopra al primo massimo discendente, che in questo caso passa a 1790$. Un dato positivo, è da individuare dal fatto che Ethereum non ha più fatto minimi decrescenti, che usualmente accompagnano i trend discendenti.

Lo scorso Giugno ha toccato un minimo a 831$, per poi mettere a segno un rimbalzo del 96% fino ai massimi di Agosto a 2030$. Quello che risalta in questi due mesi successivi, ed è evidenziato, nell’ultima parte del grafico, è il box range in cui il prezzo di Ethereum si è fermato.

Ancora all’interno del box di congestione

Tagliando il tempo e scendendo sul grafico daily, possiamo scendere nel dettaglio dell’andamento di questi ultimi mesi. Qui è evidenziata chiaramente, l’area di congestione che delimita il prezzo di ETH, in un range da massimi a minimi del 10%. Nella parte alta abbiamo la resistenza a 1370$, mentre nella parte bassa è delimitato con il livello supportivo a 1240$, che possiamo vedere corrispondere ad una trend statica che parte da Giugno’22. In questi ultimi, circa 40 giorni, non ha mai avuto una chiusura giornaliera superiore al 6% ne tanto meno inferiore.

Ethereum
Ethereum (ETH) – daily 21-10-’22

Questo box l’avevamo già trattato, anche nel nostro ultimo articolo del 8 Ottobre, Analisi prezzo Ethereum | ETH dve rompere il box di congestione. Sostanzialmente, la situazione dopo 13 giorni non è cambiata di molto. Di rilevante, abbiamo avuto il 13 Ottobre, lo spike ribassista, sul rilascio dei dati sull’inflazione americana. Lo spike ha rotto la base del box, ed è andando a fare un minimo a 1190$ ma venendo riassorbito rapidamente. In questo minimo Ethereum, però si è fermato in una terra di nessuno, senza andare a toccare altri livelli supportivi e non dando così opportunità di ingresso. Inoltre è evidenziato un canale ribassista che sta accompagnando questi ultimi movimenti di breve, dove abbiamo sia i massimi decrescenti, sia in minimi decrescenti.

Livelli di resistenza di Ethereum

Da questa situazione grafica, per ripartire Ethereum deve prioritariamente andare a rompere la resistenza della parte alta del box a 1370/380$. Solo successivamente, si potrà ragionare sul primo obiettivo superiore a 1490$. Quest’ultimo livello è dato dal 50% di Fibonacci del vettore discendete che sta comandando sul breve e parte da 1790$ fino ai minimi recenti a 1190$.

Info su Alessandro Lavarello

Profesional Trader, Analista tecnico, Socio SIAT, ha operato presso le sale trading di Twice Sim e poi IWBank.

Iscriviti alla newsletter

One comment

  1. Buongiorno a tutto il gruppo. Buongiorno Alessandro, ci sono troppe variabili che entrano in campo in questo scenario di crisi epocale che stiamo vivendo e prevederne l’andamento non è facile neanche per i più grandi gestori e i più grandi investitori. Il mercato delle criptovalute è comunque un mercato e i rialzi più eclatanti della storia sono sempre stati costruiti durante i mercati ribassisti quindi è un regola che vale sia per i titoli che per le cripto l’unica incognita è il tempo di recupero e stando all’ultimo sentiment negativo parrebbe essere molto lungo. Qualcuno ha tirato in ballo i retail che hanno investito a 60.000 ma hanno fatto anche di peggio perchè hanno capitalizzato le perdite e purtroppo saranno gli stessi che rientreranno nel mercato di nuovo ai massimi anche se mi auguro di sbagliarmi. Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *