Home / Scandalo FTX: soldi dei clienti per aiutare Alameda! | Analisi

FTX RUBA

Scandalo FTX: soldi dei clienti per aiutare Alameda! | Analisi

Cominciano ad emergere particolari sulle cause che hanno portato FTX e Alameda Reserach, la sua divisione per il trading e gli investimenti, a liquefarsi nel giro di 24 ore. Secondo quanto è stato riportato da Reuters infatti, parte dei fondi degli utenti che in questo momento non possono essere recuperati, sarebbero stati dirottati da FTX proprio nel tentativo di salvare Alameda.

Tutto questo mentre nel mondo cripto impazzava l’effetto contagio innescato da Terra Luna e che è finito per far saltare per aria, grazie al proverbiale gioco di leve e specchi, anche il secondo exchange al mondo per importanza e volumi.

Una questione dalla quale esce sicuramente rafforzata, tra le altre cose, la posizione di tutti gli intermediari che offrono invece solide garanzie per i depositi dei propri utenti. Come ad esempio Krakenvai qui per aprire un conto gratuito e tutti quegli intermediari che stanno compiendo passi in tal senso.

Kraken ha aperto la strada alla Proof of Reserves che a breve coinvolgerà anche altri intermediari del settore. Per un miglioramento delle policy generale per tutto il settore delle cripto e degli intermediari, quantomeno tra quelli più in vista. Ma la storia che dobbiamo raccontare adesso è sicuramente un’altra.

FTX avrebbe utilizzato fondi degli utenti per coprire ammanchi di Alameda

Arrivano i primi particolari sull’orrenda debacle di FTX. E come in molti sospettavano la gestione dei fondi dei clienti è stata quantomeno allegra. Secondo quanto riportato dall’importante agenzia di stampa Reuters, i problemi sarebbero esplosi oggi, ma a fronte di situazioni molto preoccupanti che si erano già innescate tempo fa, in concomitanza con i primi interventi di SBF, CEO del gruppo, per salvare altri gruppi in dissesto.

Primi dettagli cripto FTX crash
Arrivano i primi dettagli

Gruppi in dissesto nei quali talvolta Alameda, che è la società di trading sempre collegata a SBF, aveva delle partecipazioni importanti. Dissesti che, riporta sempre Reuters, sarebbero stati la causa della spirale che poi ha portato SBF al fallimento, trascinando con lui il suo exchange, che pur qualcuno sta però cercando di salvare.

Durante maggio e giugno scorsi, Alameda Research ha avuto perdite importanti, secondo tre persone che avevano familiarità con la situazione. Tra questi un accordo di prestito da 500 milioni con il crypto lender in default Voyager Digital, hanno aggiunto due persone. Voyager ha attivato le procedure di protezione durante il fallimento per i suoi asset lo scorso settembre. Reuters non è in grado di stabilire la quantità delle perdite.

Aggiungendo poi che:

Nel tentativo di aiutare Alameda, che aveva almeno 15 miliardi in asset, Bankman-Fried ha trasferito almeno 4 miliardi di dollari di fondi di FTX, con controparte in asset come $FTT e azioni del gruppo Robinhood, hanno affermato queste persone. Alameda ha dichiarato una partecipazione del 7,6% in Robinhood a maggio. Una parte di quei fondi FTX erano depositi dei clienti, due delle persone hanno aggiunto. Reuters non è riuscita a stabilire il valore di questa porzione.

In parole povere le attività spericolate di Alameda avrebbero richiesto l’intervento di SBF con fondi di proprietà di FTX, parte dei quali erano in realtà depositi dei clienti sulla piattaforma.

Diversi particolari non tornano

La storia è lungi dal chiudersi questi dettagli. Gli ammanchi che SBF avrebbe comunicato all’exchange OKX degli ammanchi per 7 miliardi in totale, somma decisamente superiore rispetto ai 4 miliardi che avrebbe trasferito a Alameda.

Con ogni probabilità ci sono altri dettagli sulla vicenda che verranno fuori nei prossimi giorni e che aiuteranno tutti ad avere un quadro più preciso del percorso che ha portato SBF da essere il genio della finanza che avrebbe potuto comprare Goldman Sachs ad un pariah ormai scacciato da tutti. E con miliardi da coprire. Ci riuscirà con l’aiuto di Justin Sun?.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

8 commenti

  1. Posso fare l’antipatico? Ma sì al massimo Luigi mi banna!
    Alla luce di quanto è successo in questo 2022 e alla faccia di chi dice che btc va messo da parte a favore di criptovalute stramanipolate da megamigliardari e magari anche pagati per supportare solana, ftt e compagnia bella, gli direi mavaffanculo va!
    Non ci sono altre cripto oltre bitcoin, bitcoin non ha alle spalle nessuno, nessuna società, nessun amministratore delegato, nessun organigramma aziendale, niente di niente.
    Lo compri, lo metti su un bel wallet e nessuno te lo tocca.
    Sarà solo un’altra vittoria per bitcoin, une delle tante prove che deve superare per ascendere nell’olimpo come Ercole.
    Mi volete far credere che alcuni soggetti che hanno strapubblicizzato solana fino all’altro ieri non era conoscenza di ste porcate?
    Allora cambia mestiere amico…………..che schifo ragazzi……

    • Ciao Giorgio, per bannare io devo leggere cose ben peggiori 🙂

      • Ma si dai, ma nella prossima sua live mi viene voglia di chattargliene quattro, lui di sicuro mi banna………meno male che non ho preso quella merda di coin….in fondo se il nonno non si è mai espresso in merito è perché non ne vale nemmeno la pena🙂………di una cosa son contento però, lo so che sono assillante e pedante e rompi coglioni anche su certe cose, ma vedrai che alla fine egld, dal signorotto tanto sputtanata alla fine gli fa il dito medio…….vedrai e non ne ho in cassa….in realtà per fortuna mi sono liberato di quelle 4 coin che avevo in tempo e che ftx ce l’ho ma con zero sul conto perché lo usavo solo per giocare a fare il traider………

        • Prego Giorgio, non c’è di che.
          il tempo è gentiluomo, e se mi è permesso questa volta ci ha messo meno di quanto ci mette di solito.

          Purtroppo so che nessuno avrà imparato la vera lezione, che non è “buuu FTX cattivo Alameda cattivi TerraLuna cattivi buuuu” ma è “non credete a rendimenti del 30% e soprattutto non date i vostri soldi a token centralizzati di merda perchè così facendo li state regalando a grandi gruppi e prima o poi la pagherete sulla vostra pelle”…
          quindi mi raccomando, da domani tutti a comprare BNB e soprattutto a lasciare le vostre crypto sul loro exchange, perchè CZ è il buono del mondo crypto e di lui sì che c’è da fidarsi 🙂

          ammazza se sto diventando massimalista… a mia discolpa sono più massimalista di eth che di btc, va

          • Ciao Jacopo, si si hai sempre visto giusto sull’argomento nulla da dire.
            Però senza offesa, di solito non ascolto nessuno, se mi metto in testa qualcosa me ne possono dire di ogni ma io vado per la mia strada, quindi se non ho mai preso solana è perché davvero non me la sono mai sentita, c’era una forza sconosciuta che mi impediva di prenderla.
            Ricordo che un po di tempo fa ho scambiato un paio di battute con Luigi sull’argomento, qui su criptovaluta.it, dove mi facevo psicanalizzare da lui sul fatto di non riuscire a conprarla…..ma proprio nada ragazzi, mi dicevo, boh la vogliono tutti, è strapubblicizzata e tutto quello che vuoi, ma al pensiero di comprarla mi veniva una brutta sensazione allo stomaco…..nulla non la prendo.
            Poi va beh gli sviluppatori in questo caso o lo sviluppatore del progetto non c’entrano nulla, però rimane il fatto che è super pompata per nulla.

  2. Buongiorno a tutto il gruppo. Non ho nulla a che fare con FTX ma da questo exchange non me lo sarei mai aspettato. In un precedente commento affermavo che sicuramente nasceranno nuove truffe ma FTX ha proprio fatto male a tutto il comparto.. Ha ragione Giorgio, Bitcoin sopra di tutti ma attenzione anche ad Ethereum che secondo me è ancora molto sottovalutato. Ora attendiamo chi sarà il prossimo a fallire e sono sicuro che saranno in pochi a rimanere sul mercato. Buona giornata.

  3. FTX e’ sempre stato quanto di meno trasparente possa esserci, a cominciare dal curriculum dei suoi fondatori.

  4. Gli investitori avranno i loro soldi sulla piattaforma di FTX?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *