Home / Ripple: perderà la causa con SEC | Esperti e Bitcoin maxi sono SICURI!

RIPPLE CAUSA SEC

Ripple: perderà la causa con SEC | Esperti e Bitcoin maxi sono SICURI!

Tempi duri per Ripple, almeno se dovessimo prendere per buone le opinioni, alcune informate altre meno, che circolano ai piani alti del mondo Bitcoin e cripto. Ad intervenire durante l’ultima giornata sono stati infatti Michael Saylor, Preston J. Byrne e anche Gene Hoffman. Opinioni da tre angoli diversi che però sembrano concordare sul risultato della causa contro SEC.

Tutti e tre infatti credono che SEC vincerà la causa e che dunque riuscirà a far ritenere $XRP una security, e dunque un titolo finanziario, a livello legale. Cosa che avrebbe delle implicazioni importanti, almeno negli USA, per la criptovaluta in questione. Una posizione decisamente complessa e articolata, che mentre ci avviciniamo alla fine della causa sarà comunque il caso di analizzare.

Chi vuole prendere posizione su $XRP, tanto al rialzo quanto al ribasso, può farlo con Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con strumenti anche SHORT e capitale di prova infinito – intermediario che ci permette di investire su 476 cripto sia long che short.

Sempre tramite Capital.com abbiamo a disposizione strumenti avanzati come MetaTrader 4 e TradingView, due delle migliori piattaforme tecniche a livello mondiale per i pro del trading. E possiamo anche appoggiarci all’intelligenza artificiale che offre il top in termini di analisi con il WebTrader. Con 20€ di investimenti in cripto possiamo passare al conto reale.

Tutti contro Ripple: “Perderà la causa contro SEC”

Se dovessimo considerare quanto sta avvenendo nell’alto della cripto-sfera, almeno per quanto riguarda le opinioni legali e non, non sembra siano molte le possibilità di vittoria per Ripple nella causa che la vede contrapposta a SEC, l’authority di vigilanza sui mercati USA. A parlare sono, in ordine sparso, Michael Saylor, noto massimalista Bitcoin e due personaggi che invece arrivano dal mondo legal. Vediamole insieme.

Ripple è un titolo finanziario non registrato come la criptovaluta nativa di Ethereum, Ether $ETH, in quanto poche persone controllano entrambi questi asset digitali.

Questa l’opinione di Michael Saylor, non esattamente una novità, da parte di un personaggio che ritiene che tutto al di fuori di Bitcoin sia titolo finanziario. Ha infatti poi rincarato la dose così:

Non sono uno di quelli di Ripple, ma se entrambe sono securities, perché attaccano Ripple e non Ethereum?

  • Le altre due (e forse più rilevanti) opinioni

Ci sono state poi due altre opinioni che riteniamo molto rilevanti per avviare una proficua discussione su quelli che saranno i prossimi mesi di Ripple. Il primo è di Preston J. Byrne ed è stato pubblicato su Coindesk.

Se Ripple perderà, ed è quello che mi aspetto accada prima o poi, la sua sconfitta sarà altamente simbolica. […] SEC afferma che tra il 2013 e il 2020 RIpple ha raccolto 1,3 miliardi dalla vendita di $XRP, che rappresenterebbe un contratto di investimento. […] Il consigliere della compagnia Stuart Alderoty […] afferm ache, tra le altre cose, non può essere un contratto di investimento perché non c’è un contratto tra Ripple e chi acquista XRP, e che i token erano stati venduti per essere consumati. Riguardando le precedenti cause legali, è chiaro invece quali siano stati gli argomenti di maggior successo nelle corti federali. Per il caso KIK il giudice Alvin Hellerstein ha scritto che “la forma non deve essere tenuta in considerazione rispetto alla sostanza e l’enfasi deve essere sulla realtà economica. Allo stesso modo nel caso Telegram, il giudice Kevin Castel ha indicato che “Il Congresso ha inteso l’applicazione delle leggi sui titoli finanziari riguardo le realtà economiche dietro una transazione, e non sul nome che vi viene apposto.

Opinioni anche queste molto forti e che poggiano sui casi precedenti di Kik e Telegram per l’emissione di token in passato, opinioni che si basano su giudizi che sono ormai parte della storia del mondo cripto.

FUD RIPPLE
FUD? Oppure opinioni ponderate?

A questa opinione se ne aggiunge un’altra. A darcela è Gene Hoffman, che è COO da Chia Network, anch’esso convinto del fatto che Ripple perderà la sua battaglia legale contro SEC.

L’unico possibile risultato è che un giudice federale decida che la vendita di XRP da parte di Ripple abbia reso XRP una security.

Non parliamo soltanto del COO di Chia, ma anche di una persona che ha decenni di esperienza nel relazionarsi a SEC, e che ha indicato come una Section 5 non sia stata praticamente mai persa da SEC. Staremo a vedere: FUD oppure cambio di programma, mentre la narrativa principale indicava una posizione molto forte di Ripple?

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti
Notificami
guest

4 Commenti
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Filippo
Filippo
1 mese fa

… cioè fino a ieri leggevi articoli su articoli dove la SEC non aveva speranze contro Ripple…anzi la difesa aveva praticamente ribaltato la situazione… adesso olè… non ha speranze perderà al 100% Ripple…è un mondo davvero fantastico quello delle criptovalute….

Alessandro
Alessandro
1 mese fa
Reply to  Filippo

In effetti concordo con te, sembrava che la causa fosse già finita a favore di ripple, ricordo numerosi articoli anche su criptovaluta.it di questo tipo e adesso? È tutto cambiato dall’oggi al domani??

Luigi Pesci
Admin
Luigi Pesci
1 mese fa
Reply to  Alessandro

L ‘italiano è proprio una lingua bellissima, quando la si conosce…

Niz
Niz
1 mese fa

Ripple stravincerà questa causa, è chiaro che bitcoin vada contro ripple