Home / Fed taglia i tassi, quali saranno gli impatti sul prezzo Bitcoin?

federal-reserve

Fed taglia i tassi, quali saranno gli impatti sul prezzo Bitcoin?

La Federal Reserve ha tagliato i tassi ma… il prezzo di Bitcoin non sembra aver reagito, contrariamente a quanto qualcuno nella community di eToro (clicca qui per accedervi gratis). Dunque, che cosa è bene attendersi ora, sulla base di quanto avvenuto a margine del meeting FOMC?

Taglio dei tassi Fed: un vantaggio per Bitcoin

Nella giornata di ieri Jerome Powell, presidente della Federal Reserve, ha rivelato che il comitato di politica monetaria (FOMC), l’organo responsabile della modifica del tasso di interesse, ha abbassato il suo tasso di riferimento dei fed funds dello 0,25% (25 punti base), in un intervallo tra l’1,5% e l’1,75%. Si tratta del terzo taglio dei tassi della Federal Reserve quest’anno e… dovrebbe essere l’ultimo, considerato che il mercato non sta certamente scontando un nuovo taglio dei tassi a fine anno.

Sebbene ci si aspettava un simile atteggiamento del FOMC, si ritiene che il calo dei tassi d’interesse, che equivale a iniezioni di liquidità nei mercati finanziari, vada a vantaggio del Bitcoin, che è in gran parte un asset a rischio, come il mercato azionario. Bitcoin sta diventando sempre più un asset in grado di catturare la liquidità in arrivo sul mercato, oltre che essere utilizzato come strumento di hedging. Ma perché?

È abbastanza intuibile, almeno in linea teorica. I tagli dei tassi di interesse sono di fatto uno svilimento per il dollaro statunitense e, dunque, asset come l’oro e il Bitcoin dovrebbero beneficiarne nel lungo termine.

Previsioni Bitcoin e tassi Fed

E per il futuro? Sebbene gli Stati Uniti siano ancora lontani dall’avere tassi di interesse negativi, alcuni ritengono che sia solo una questione di tempo prima che questa tendenza macroeconomica colpisca anche i confini americani. A sostenerlo è peraltro una voce autorevole come Alan Greenspan, ex presidente della Federal Reserve, che ha dichiarato che non ci vorrà molto tempo prima che il tasso di interesse dei fed funds negli Stati Uniti finisca in territorio negativo per la prima volta in assoluto. Greenspan ha dunque ammesso che una simile condizione sarà solo una questione di tempo.

A quel punto, Bitcoin potrebbe approfittarne in maniera ancora più considerevole, ottenendo una spinta rialzista – a parità di altre condizioni.

Non ci resta che aspettare le evoluzioni della politica monetaria statunitense per comprendere se sarà realmente così. Intanto, se ti va, ti ricordiamo che puoi parlare di questo e di tanti altri temi nella social community di eToro, aprendo qui un conto gratis con questo broker, e approdando subito nella sezione delle discussioni con gli altri trader che, come te, sono alla ricerca delle migliori occasioni di mercato criptovalutario.

Ti rammentiamo altresì che l’accesso al social trading e al copy trading può essere effettuato anche mediante l’apertura di un conto demo (qui), senza che pertanto ti sia richiesto alcun versamento!

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *