Home / News / HODL Bitcoin, cos’è e perché forse i prezzi di BTC stanno per crescere
hodl

HODL Bitcoin, cos’è e perché forse i prezzi di BTC stanno per crescere

Se frequenti da diverso tempo il mondo delle criptovalute, e magari frequenti la community di social trading di eToro (qui sul sito ufficiale) ti sarai probabilmente reso conto che il termine Bitcoin è spesso associato a HODL. Ma che cosa significa? E perché potrebbe essere presto sinonimo di una forte crescita dei prezzi della criptovaluta?

HODL o Hold?

Non sfugge il fatto che HODL, in riferimento a Bitcoin, ricordi da vicino il termine Hold, “tenere”, “conservare”. E non è un caso che si riferisca all’atteggiamento di moltissimi investitori di criptovalute, che credono che il prezzo di BTC si apprezzerà con il tempo, principalmente a causa della sua adozione sempre più diffusa, e del piano di “disinflazione” del bene, creato da “dimezzamenti” delle ricompense (il noto halving, di cui parleremo tra qualche giorno), ogni circa quattro anni.

Ebbene, anche se alcuni ritengono che HODL si presti esclusivamente per essere un meme, o magari per una bella stampa in alcune t-shirt e altri gadget (come quelli che puoi vedere qui), in realtà i dati di analisi mostrano che gli investitori stanno prendendo a cuore la strategia HODL, che è può effettivamente spingere al rialzo i prezzi all’orizzonte.

bitcoin

Gli HODLER, una platea in crescita

Quanto sopra significa che, in fondo, sono sempre di più gli investitori che stanno abbandonando una strategia di day traing su Bitcoin, preferendo quella più estesa del Buy and Hold, preparandosi principalmente all’halving di giugno, quando la remunerazione dei miner della criptovaluta subirà un altro dimezzamento.

Tant’è che, secondo una recente analisi condotta dalla società Glassnode, la tendenza degli HODLER starebbe preparando Bitcoin a un nuovo incremento delle quotazioni, rendendo il mercato protagonista di una fase di riaccumulo. Insomma, i tori non solo non avrebbero mollato la presa, ma sarebbero pronti a sferrare il loro attacco e spingere in forte aumento i valori di BTC.

7 Bitcoin su 10 non si muovono da più di 6 mesi

Tale valutazione va letta in sinergia con l’interessante dossier elaborato dall’Altana Digital Currency Fund, secondo cui quasi il 70% dei 18,12 milioni di BTC in circolazione non si muove da almeno 6 mesi.

Il fatto che una somma così grande di Bitcoin sia “dormiente” implica che possa presto esserci un forte cambiamento dell’ecosistema criptovalutario.

Cosa significa tutto questo per i prezzi Bitcoin?

Naturalmente, tutte le riflessioni che sopra abbiamo compiuto ci devono condurre a un’unica valutazione che finale: cosa significa tutto questo per le previsioni dei prezzi di Bitcoin? E, in particolare, che cosa avverrà ai prezzi di Bitcoin in attesa dell’halving di maggio o giugno 2020?

Ebbene, stando a quanto emerge dalle analisi da cui sopra abbiamo preso spunto, significa che BTC è sul punto di avviare una bella corsa al rialzo.

Ma allora dobbiamo subito aprire un conto su eToro (qui sul sito ufficiale) e puntare long?

Forse è troppo presto per dirlo ma, tecnicamente, l’halving non avrà certamente effetti di deprezzamento sulla criptovaluta. Anzi, è lecito immaginare che la dimezzatura delle ricompense per i miner possa avere un grande impatto sull’economia della domanda e dell’offerta del mercato di BTC, che alla fine dovrebbe portare a prezzi più alti, contro una diminuzione della “nuova” moneta.

bitcoin

Peraltro, risulta essere di particolare interesse leggere le dichiarazioni di Alistair Milne, che ha osservato che dopo l’entrata in vigore dell’halving 2020, il 50% di tutti i Bitcoin appena estratti sarà assorbito dagli acquisti dei clienti di due società: Grayscale, attraverso il suo Bitcoin Trust e Square, attraverso il servizio di acquisto di BTC.

Se quanto sopra dovrebbe effettivamente manifestarsi, ciò significherebbe ampliare le valutazioni di cui sopra, e pensare a un aumento corposo dei prezzi a causa di una domanda in incremento (o mal che vada, stagnante) contro una diminuzione dell’offerta in entrata.

Se pertanto vuoi approfittare di queste valutazioni, perché ritieni che effettivamente il prezzo di BTC sia destinato a salire, non devi far altro che:

Buon trading!

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *