Home / Previsioni Bitcoin, ecco cosa ne pensa chi ha predetto il crollo del 2018

bitcoin

Previsioni Bitcoin, ecco cosa ne pensa chi ha predetto il crollo del 2018

Previsioni Bitcoin. All’inizio del 2018, buona parte degli analisti riteneva che Bitcoin sarebbe presto esploso, sospinto dal boom di fine 2017, quando il prezzo di BTC è aumentato di migliaia di punti percentuali.

Tuttavia, tale previsione non si è avverata. Bitcoin ha invece cominciato a perdere rapidamente quota nei mesi successivi al gennaio 2018, e gli analisti hanno cominciato a preoccuparsi, domandandosi se effettivamente il progetto criptovalutario di Bitcoin fosse sostenibile o meno. Intorno ad aprile, è diventato chiaro che il mercato della criptovaluta fosse entrato in uno stato ribassista.

Rimaneva però una domanda su tutte: fino a che punto si sarebbe ridotto il patrimonio digitale delle criptovalute? E, soprattutto, conviene entrare long o short nei prossimi giorni, su Bitcoin, con una piattaforma al top come quella di eToro (sito ufficiale)?

SmartContracter ci aveva visto giusto

Naturalmente, tutti i trader hanno formulato le proprie speculazioni. Alcuni hanno posto come target price i 1.000 dollari, altri gli 8.000 dollari.

Un trader criptovalutario noto su Twitter come SmartContracter aveva tuttavia scritto nel giugno 2018 che il minimo sarebbe  stato toccato intorno a 3.200 dollari, con un margine di tollerabilità di 200 dollari.

Ebbene, nel dicembre dello stesso anno, SmartContracter dimostrò che aveva ragione, con il Bitcoin che era riuscito a scendere a quel livello per poi rimbalzare, in una mossa che alla fine riportò la criptovaluta ad un mercato puramente bullish.

E ora?

Cosa ne pensa l’analista

SmartContracter è oggi tornato pubblicando un proprio “pronostico” via Twitter, sul futuro di Bitcoin.

In un tweet pubblicato venerdì, il trader di Bitcoin ha dato un’occhiata al suo punto di vista macro per la principale valuta digitale e, successivamente, ha osservato che la criptovaluta sta attualmente formando un movimento di rialzo a cinque “onde” dai 6.000 dollari, rompendo la tendenza al ribasso.  Dunque, considerando che il rally partito dai minimi del 2018 a 3.150 dollari è stato altresì caratterizzato dallo stesso movimento, è lecito pensare a un 2020 rialzista per Bitcoin.

L’analisi tecnica compiuta sulle onde di Elliot suggerisce in particolar modo che Bitcoin potrebbe dirigersi con grande probabilità verso la rottura della resistenza a 14.000 dollari, con un incremento del 48% rispetto agli attuali prezzi. E che potrebbe farlo, peraltro, entro la metà del 2020, probabilmente intorno o subito dopo l’halving previsto a maggio 2020.

Chi vuole dunque seguire le intuizioni dell’analista non deve far altro che:

  • aprire qui gratis un conto di trading con eToro (sito ufficiale);
  • effettuare un primo versamento gratuito su questa piattaforma di trading usando il proprio strumento di pagamento preferito;
  • accedere alla sezione Mercati, selezionare Bitcoin e aprire una posizione long indicando capitale da investire, limiti nella gestione del rischio (stop loss e take profit) e potenziale leva finanziaria.

Una volta confermata la transazione il broker aprirà in tempo reale la posizione!

Se poi vuoi saperne di più, ti ricordiamo che qui trovi la nostra recensione completa su eToro.

Buona lettura, e buon trading!

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *