Home / Ripple in fase ribassista, potrebbe calare a 0,20 dollari

xrp

Ripple in fase ribassista, potrebbe calare a 0,20 dollari

Ripple non è riuscita a rimanere al di sopra del livello di supporto posto a 0,2200 dollari e ha dunque perso ulteriore terreno nei confronti della valuta verde. Attualmente il prezzo di XRP sta mostrando nuovi segnali ribassisti e, dunque, non è escluso che possa continuare a scendere verso 0,2000 dollari.

Cerchiamo dunque di comprendere se sia o meno possibile che Ripple estenda le perdite oltre all’attuale livello, e come fare trading su Ripple nel modo più consapevole!

Prima di far ciò, permettici brevemente di ricordarti che puoi trovare tanti altri spunti operativi sulla nostra pagina Facebook, dove avrai anche la possibilità di condividere le tue opinioni con il nostro staff e la nostra community.

Ti consigliamo anche di aprire subito un conto di trading gratis su un broker online regolamentato e affidabile, al fine di poter mettere in pratica i nostri spunti su un conto demo: ti permetterà di fare trading in completa sicurezza, senza rischi di perdite finanziarie.

Sul nostro sito abbiamo parlato più volte di quali siano i migliori broker a tua disposizione e, oggi, vogliamo richiamare brevemente l’attenzione su IQ Option (sito ufficiale), uno dei broker al top per chi vuole fare trading online partendo da piccoli capitali.

IQ Option ti consente infatti di fare trading a partire da soli 10 euro di deposito iniziale!

Prezzo Ripple, segnali ribassisti oggi

Dopo un aumento costante, Ripple ha faticato nel tentativo di continuare a superare i livelli di 0,2260 e 0,2280 dollari di resistenza. XRP ha formato un massimo sul breve termine vicino al livello di 0,2269 dollari e da qui ha poi iniziato un forte calo.

C’è stata una rottura al di sotto del supporto chiave di 0,2200 dollari e della media mobile semplice a 100 ore e, cosa ancora più importante, ha rotto il livello di supporto vicino a 0,2185 dollari sul grafico orario.

Ora, la coppia è scambiata in prossimità di 0,2100 dollari e, se i tori non riusciranno a riprendere forza, è possibile che vi siano ulteriori perdite al di sotto di 0.2080 dollari. Il successivo supporto è vicino al livello di 0.2040 dollari e, quindi, quello chiave è posizionato a 0.2000 dollari. Qualsiasi ulteriore perdita potrebbe aprire le porte ad un maggiore declino verso i livelli di supporto di 0.1920 e 0.1900 dollari.

Di contro, se improvvisamente lo scenario dovesse mutare, riteniamo utile mettere a fuoco la resistenza principale, posta vicina al livello di 0,2200 e alla media mobile semplice a 100 ore, al di sopra della quale il prezzo è probabile che possa puntare a 0,2265 dollari.

CLICCA QUI PER APRIRE UN CONTO DI TRADING GRATIS CON IQ OPTION (SITO UFFICIALE!)

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *