Home / Previsioni Ethereum 2020, tendenze rialziste per i prossimi mesi

Previsioni Ethereum 2020, tendenze rialziste per i prossimi mesi

Il Bitcoin potrà anche essere a un valore pari a circa la metà rispetto ai suoi massimi storici, ma una cosa è certa: Ethereum ha fatto peggio e, dai massimi del 2018, giunti al picco dell’euforia criptovalutaria, ETH ha perso oltre 85%, scambiando intorno ai 215 dollari, dopo aver raggiunto i 1.430 dollari al suo apice.

Anche se l’attenzione degli investitori e degli analisti criptovalutari sembra essere incentrata soprattutto su Bitcoin, in realtà sono molti gli opinionisti che guardano a Ethereum in maniera altrettanto interessata, rilevando che è il suo andamento ad essere una spia più attendibile dell’evoluzione del mercato della criptovaluta. E che, per intenderci, il suo affievolimento dal 2018 ad oggi sia stato una sorta di colpo mortale per le valute digitali e per le loro ambizioni di rivoluzionare il mercato finanziario e degli smart contract nel brevissimo termine.

Eppure, noi continuiamo a ritenere che nei prossimi mesi Ethereum sarà interessato da buon prospettive rialziste, magari da cogliere aprendo un conto di trading presso uno dei migliori broker CFD in circolazione:

MIGLIORI PIATTAFORME TRADING CRIPTOVALUTE
Spreads: Bassi
Licenza: CySEC/ASIC/FCA
Commissioni: zero

Conto Demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione eToro
PROVA GRATIS ETORO Visita il sito ufficiale Il tuo capitale è a rischio.
Spreads: Minimi
Licenza: CySEC/FCA
Commissioni: zero

Conto Demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione Capital.com
Spreads: Onesti
Licenza: CySEC
Commissioni: zero

Conto Demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione IQ Option
SCOPRI TUTTE LE PIATTAFORME
Spreads: Stretti
Licenza: CySEC
Commissioni: zero

Conto Demo: SI
Apri demo gratis
Please wait...
Recensione Plus500

Ma per quale motivo?

Ethereum, valori triplicati nei prossimi mesi

Si è occupato di ciò, negli scorsi giorni, un approfondimento condotto da NewsBTC, che ha citato le osservazioni dell’analista di Brave New Coin, Josh Olsewicz, secondo cui diversi aspetti tecnici suggerirebbero che Ethereum sta mostrando crescenti segni di rafforzamento, che potrebbero evolveersi positivamente nei prossimi mesi.

Nelle sue elaborazioni, addirittura, Olsewicz sostiene che sia probabile un passaggio a 750 dollari, ovvero circa il 250% in più rispetto all’attuale prezzo di mercato. Il trader ha osservato che questo movimento soddisferebbe la “teoria di Dow”, e segnerà anche un ritracciamento di circa il 50% ai massimi del 2018.

Anche l’analisi fondamentale aiuta Ethereum

Non è solo la prospettiva tecnica di Ethereum ad essere piuttosto solida, quanto anche i dati fondamentali.

Il 13 maggio, ad esempio, il noto exchange Coinbase (sito ufficiale) ha condiviso i dati raccolti tra i suoi utenti rilevando che Bitcoin è di gran lunga la valuta digitale più popolare sulla piattaforma, anche in virtù del fatto che agisce come uno strumento “di passaggio” verso gli altcoin.

Coinbase ha in particolar modo osservato che di tutti i conti registrati nel 2019 e nel 2020, “con almeno 5 acquisti su Coinbase.com”, solo il 24% sono “puristi” Bitcoin, mentre il 76% degli investitori acquista altcoin.

Secondo Ryan Watkins di Messari, “Bitcoin è di gran lunga il principale asset criptovalutario e, forse il più importante. Tuttavia, i dati dei clienti di Coinbase mostrano che i nuovi utenti generalmente iniziano a cercare asset alternativi”.

Insomma, Ethereum ha tutte le carte in regola per potersi sviluppare con particolare dinamismo nei prossimi mesi. Intanto, mentre scriviamo, ETH è in lieve crescita rispetto a ieri, mettendo nuovamente nel mirino i 215 dollari, oramai a portata di mano.

Confermiamo dunque le impressioni di un trend rialzista, come ieri e negli scorsi giorni abbiamo più volte sottolineato!

CLICCA PER QUI COMPRARE ETHEREUM CON ETORO (SUL SITO UFFICIALE)!

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *