Home / Ripple, segnali ribassisti: è giunto il momento di vendere?

Ripple, segnali ribassisti: è giunto il momento di vendere?

Ripple sta continuando a mostrare segnali ribassisti al di sotto di 0,2050 dollari. Si tratta di uno scenario comunque ancora in evoluzione, fermo restando che se davvero il prezzo di XRP riuscisse a rompere il supporto chiave di 0,2000 dollari, allora potrebbe mettere molta pressione in chiave discendente sul breve termine.

In questo nostro odierno approfondimento cercheremo di capire in che modo investire su Ripple, come farlo nelle prossime ore e quali livelli di supporto o resistenza dovresti prendere in esame.

Nel frattempo, non possiamo non ricordarti che uno dei migliori modi per poter fare trading su Ripple sia certamente quello di investire con un broker online di primario riferimento globale come eToro (sito ufficiale), che ti consentirà di poter entrare nel mercato criptovalutario con una gamma di servizi dedicati molto professionali, utili per poter applicare la tua strategia di trading con facilità e affidabilità.

Se poi ritieni di non avere sufficienti conoscenze per poter fare trading di criptovalute, ma vuoi comunque cercare il guadagno in questo settore, nessuna paura: eToro è infatti il leader globale del copytrading, una innovativa modalità di investimento che ti permetterà di copiare quello che fanno i più noti trader della sua community!

Se vuoi saperne di più, ti ricordiamo che qui trovi la nostra recensione completa a eToro!

Prezzo Ripple in calo, è giusto vendere?

Negli ultimi tre giorni, il prezzo di Ripple ha cercato di porre in essere molti tentativi di eliminare i livelli di resistenza di 0,2040 e 0,2050 dollari. Tuttavia, XRP non è riuscito a continuare a salire oltre tali soglie, e di recente ha iniziato un nuovo calo al di sotto di 0,2030 dollari.

L’ultimo massimo recente si è formato vicino a 0,2046 dollari, prima che il prezzo iniziasse a scendere. Il prezzo ha quindi rotto il livello di supporto di 0,2020 dollari e la media mobile semplice a 100 ore.

Anche se Ripple sta cercando di riprendere quota, riteniamo che l’ostacolo principale alle proprie velleità di ripresa sia ancora vicino ai livelli di resistenza di 0.2040 e 0.2050 dollari, e che una chiusura di successo al di sopra della resistenza di 0.2050 possa attenuare l’attuale pressione ribassista e possa permettere di invertire lo scenario centrale in chiave rialzista.

Tuttavia, se il prezzo di Ripple non riuscisse a recuperare al di sopra del livello di resistenza di 0,2050 dollari, allora potrebbe continuare a scendere almeno verso il primo supporto principale di 0.2000 e 0.1985 dollari. Una rottura ribassista con chiusura al di sotto del supporto di 0,2000 dollari potrebbe poi innescare un forte calo a breve termine, con il prezzo che potrebbe scendere verso il livello di 0,1900 dollari o 0,1880 dollari.

Clicca qui per aprire gratis un conto eToro e fare trading con Ripple! (sito ufficiale)

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *