Home / Bitcoin in correzione: -8% e panic selling! Cosa fare ora sul mercato?

Bitcoin in correzione: -8% e panic selling! Cosa fare ora sul mercato?

Bitcoin ritraccia in modo violento e si trova adesso poco sopra quota 55.000$, che rappresenta il secondo dei supporti indicati quando si trovava su quote superiori ai 60.000$. Una volatilità che era fortemente attesa, dopo che nel weekend BTC (insieme alle altre criptovalute migliori del settore), aveva guadagnato percentuali molto importanti. Settimana su settimana BTC rimane in positivo, anche se questa nuova battuta d’arresto potrebbe indicare anche ulteriori correzioni.

Bitcoin retrace 8%
Una correzione attesa, ma molto violenta

Muoversi in un mercato di questo tipo richiede il massimo degli strumenti che oggi abbiamo a disposizione. Con eToro (qui per testare i suoi strumenti gratuitamente) possiamo intervenire sia al rialzo sia al ribasso con vendita allo scoperto, oppure affidandoci alle mosse degli altri trader grazie al CopyTrading. E per chi volesse rimanere aggiornato anche sul sentiment di mercato di questa criptovaluta, è disponibile anche gratuitamente il social trading.

Tutto nella norma: le dinamiche di mercato di Bitcoin e delle criptovalute

Non c’è soltanto Bitcoin a soffrire oggi. Tutto il comparto perde parte dei guadagni accumulati nelle ultime 2 giornate e torna su posizioni comunque positive settimana su settimana, ma meno entusiasmanti. Criptovaluta.it ha seguito per voi il mercato lungo tutto il fine settimana aveva già avvisato di possibili correzioni, che sono oggi all’ordine del giorno dopo che i mercati delle cripto guadagnano così tanto e in così poco tempo.

Da un lato infatti abbiamo chi, ragionevolmente, vuole monetizzare i grandi guadagni di breve e di brevissimo periodo, dall’altro chi spaventato da una piccola correzione fa panic selling, alimentando il trend ribassista. Sono dinamiche che dovrebbero essere note (o diventarlo) per chi fa trading in Bitcoin, operazione sempre ad alto rischio, fortemente speculativa e che deve tenere conto dell’enorme volatilità della criptovaluta regina del mercato.

E questa forte volatilità continuerà anche per le prossime ore – non è detto se al rialzo o al ribasso – con il consiglio giusto da seguire che è quello di organizzarsi e di tenere conto delle forti oscillazioni che il mercato, soprattutto all’apertura delle piazze americane, subirà.

Sul medio e lungo periodo rimane tutto in ordine per Bitcoin

Nonostante ora compariranno decine se non centinaia di articoli sulle testate nazionali generaliste, per l’ennesimo funerale a Bitcoin, non ci dovrebbe essere molto di cui temere per chi guarda al medio, lungo e lunghissimo periodo su questa specifica criptovaluta. Siamo infatti davanti a previsioni, almeno su un orizzonte più lungo di quello di poche ore, ancora piuttosto solide. Le nostre prospettive sul prezzo di Bitcoin confermano un target possibile di medio periodo intorno ai 100.000$, cosa che è confermata anche dagli altri migliori analisti di mercato.

Ma non sarà per cuori deboli: Bitcoin continuerà a muoversi in modo non lineare, spesso distruggendo parte dei guadagni e del valore incamerati poco prima, come qualunque asset finanziario ad alta volatilità e ad alto rischio. Un mercato per pochi? Assolutamente no. Ma bisogna avvicinarsi con lo spirito giusto e possibilmente guardando ad investimenti su Bitcoin di lungo e lunghissimo periodo. Proprio come stanno facendo fondi, aziende quotate e investitori istituzionali.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

2 commenti

  1. Era assolutamente prevedibile. Sono d’accordo, nel medio e lungo periodo rimane comunque stabile alle previsioni passate

    • Gianluca Grossi

      Sono dinamiche di mercato ormai note e che non dovrebbero preoccupare chi investe sul medio e lungo periodo. Come ripetiamo da tempo su Criptovaluta.it, BTC riuscirà a dare il meglio proprio a chi non guarda ossessivamente i movimenti di breve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *