Home / Miami sposa Ethereum: i servizi della città presto su blockchain

Miami sposa Ethereum: i servizi della città presto su blockchain

Per Ethereum arriva la collaborazione con la città di Miami, che già diverse volte si era contraddistinta come amministrazione pubblica particolarmente attenta al mondo delle criptovalute e alle possibilità che possono essere offerte dalla tecnologia blockchain.

Al via la collaborazione tra Miami ed Ethereum

Anche se, come vedremo in questo approfondimento, i dettagli della possibile collaborazione sono ancora piuttosto fumosi, siamo davanti ad un importante passo avanti per l’adozione – anche nel cosiddetto mondo reale – delle tecnologie basate su Ethereum.

Adozione che può avere sul medio e lungo periodo ripercussioni importanti sui prezzi. Ethereum è disponibile come asset da investimento presso eToro (qui per un conto demo gratuito) – che propone un listino delle 18 migliori criptovalute, con piattaforma di web trading immediata da utilizzare e adatta anche ai principianti.

Ethereum è anche disponibile su Capital.com (qui per ottenere un conto di prova gratis), che ha da poco introdotto MetaTrader 4, per chi ha bisogno di piattaforme maggiormente professionali per i propri investimenti in criptovaluta.

Francis Suarez: sindaco di Miami e entusiasta delle criptovalute

Al centro di questa nuova evoluzione per la città di Miami c’è il suo – per molti eccentrico – sindaco. Un mayor, per dirla all’americana, che già qualche tempo fa aveva affermato di voler detenere Bitcoin nel bilancio della città. Questo impegno che Suarez starebbe prendendo con Ethereum non sarebbe la prima escursione per la città nel territorio delle criptovalute.

Il tutto all’interno di un maxi progetto, anche se ancora da confermare, che potrebbe consentire anche il pagamento delle tasse locali utilizzando le criptovalute, con i cryptotoken che potrebbero essere utilizzati anche per il pagamento dei dipendenti pubblici, almeno relativamente a quelli impiegati nella città.

Stiamo cercando di mettere a punto un progetto direttamente con Ethereum. Vogliamo la città direttamente coinvolta in processi che dimostrino l’applicabilità di queste soluzioni, così da poter offrire servizi sempre migliori alla cittadinanza.

Non è ancora chiaro – è bene sottolinearlo – quali saranno nello specifico i servizi che verranno trasferiti su blockchain e non potremo che seguire molto da vicino la vicenda per aggiornare i nostri lettori sulle future evoluzioni della collaborazione.

Miami già nella storia di Ethereum

È il caso di ricordare ai nostri lettori che Miami è già una parte importante della storia di Ethereum. Fu proprio qui, durante la Bitcoin Miami Conference, che Buterin (il leader del progetto) presentò Ethereum, nel lontano 2014.

Un legame che ora potrebbe uscire ulteriormente rinforzato da questa nuova collaborazione, che dovrebbe riguardare anche sistemi informativi decentralizzati, secondo il sindaco Suarez necessari anche per fronteggiare tifoni e altri problemi naturali che colpiscono periodicamente la città.

Tra le altre cose discusse ci sarebbe anche la possibilità di digitalizzare il catasto della città e trasferirlo proprio su blockchain Ethereum, per permettere un trasferimento delle proprietà più sicuro e più economico.

Il tutto mentre, per stessa ammissione dei soggetti coinvolti, la scalabilità di Ethereum rimane uno dei problemi principali, che potrà essere risolto soltanto con il passaggio alla prossima versione del protocollo, basata su PoS e non più su PoW.

C’è molto che bolle in pentola per la seconda blockchain al mondo per valore, con le previsioni su Ethereum che si confermano rialziste, soprattutto sul medio e lungo periodo. Mentre nel frattempo la Florida lancia la sfida al Wyoming, che ad oggi è lo Stato degli USA con la legislazione più favorevole per tutto il comparto delle criptovalute.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *