Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 ore

Home / Anche l’Eros si affida ai NFT!

Anche l’Eros si affida ai NFT!

Si parla sempre più di frequente di Nft, (non fungibile token) per il mondo dell’arte e dell’ intrattenimento, dopo che un opera digitale un Nft appunto dell’artista Beeple è stata venduta, qualche settimana fa, dalla famosa casa d’aste Christie’s per 69 milioni di dollari.

Ma prima di questa clamorosa vendita, un articolo del New York Times proprio sugli Nft era stata venduto per 250.000 dollari, mentre i diritti sul primo tweet di Jack Dorsey è stato ceduto per ben 2,5 milioni di dollari.

NFT Art: un trend in continua ascesa…

Pittori, disegnatori, musicisti, cantanti (Morgan ha recentemente inciso il suoi ultimo brano mettendolo in vendita presso una casa d’aste di Nft – ma stesso scenario che ha visto protagonista negli ultimi giorni anche Eminem e Snoop Dogg) scrittori, stanno perciò guardando con sempre maggiore interesse a questa nuova opportunità per esprimere e valorizzare la propria arte. 

Anche Porn Visory debutta in NFT (Non Fungible Token)… ed il tormentone dell’eros è appena iniziato…

Lo strumento dei Non-Fungible Token (NFT), infatti,  rappresenta un nuovo potente mezzo a disposizione degli artisti, sia dal lato creativo grazie alle possibilità tecnologiche che permette di realizzare, sia dal lato economico per la creazione di nuovi paradigmi di vendita e diffusione. Gli NFT (non fungibile token) sono beni digitali protetti dall’unicità e dall’immutabilità, inseriti nel meccanismo della blockchain. Questi beni digitali – in questo caso parliamo di opere d’arte – vengono venduti e acquistati in criptovaluta all’interno di piattaforme digitali, o dalle case d’asta.

Cosa deve fare l’acquirente del file NFT eros?

Ciò che rimane all’acquirente non è nient’altro che un file digitale scaricabile, ma soprattutto la consapevolezza di essere proprietario unico della vera opera d’arte, certificata dall’artista. Ed ora anche il mondo dell’eros  sembra rivolgersi a questo nuovo strumento.

La startup Porn Visory, infatti,  ha creato un nuovo progetto denominato Pron Visory Art, con il quale darà spazio ad artisti di qualsiasi forma espressiva (pittura, disegno, fotografia) che potranno pubblicare le loro opere a contenuto erotico. Per lanciare la nuova iniziativa, PornVisory ART ha ottenuto i diritti di alcuni attori nel mondo dell’adult entertainment, la cui immagine sarà utilizzata in una serie di NFT il cui primo drop è previsto entro la fine di aprile.

I primi due personaggi saranno Martina Smeraldi e Max Felicitas, che compariranno in una serie di 6 disegni realizzati con stili diversi e pubblicati con diversi gradi di rarità. Inoltre, è prevista la possibilità di ottenere un cash-back in PVY, il token alla base dell’ecosistema PornVisory, e una sorpresa “reale” ottenibile con l’ultimo drop di ciascun attore. La società è nata nella seconda metà del 2020, con un progetto editoriale attualmente in fase di espansione e con una forte presenza in blockchain attraverso una Decentralized Flexible Organization. L’azienda ha annunciato inoltre di voler espandersi nel mondo NFT attraverso un gioco di carte collezionabili, la cui uscita è prevista nell’ultimo trimestre 2021.

Info su Vincenzo Caccioppoli

Nato a Genova e laureato in Scienze Politiche, indirizzo economico internazionale esperto in marketing digitale, dal 2017 si interessa al mondo blockchain e Crypto collaborando con diverse società del settore. Giornalista pubblicista dal 1999 scrive per diversi giornali di economia politica e blockchain

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *