Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / +RECORD+ ShibaSwap: 1,5 miliardi già bloccati nell’AMM!

+RECORD+ ShibaSwap: 1,5 miliardi già bloccati nell’AMM!

Nonostante i tantissimi detrattori, quello di ShibaSwap è già un enorme successo. Il TVL – ovvero il total value locked all’interno della piattaforma ha superato già quota 1,5 miliardi di dollari, somma molto alta e che conferma l’enorme attenzione per il progetto.

Un progetto che, almeno secondo gli avversari storici di SHIB, avrebbe dovuto risolversi con un buco nell’acqua, e che invece entra a pieno diritto nel mondo degli AMM con il più alto valore bloccato all’interno della propria piattaforma.

Record ShibaSwap - a cura di Criptovaluta.it
È record per ShibaSwap – 1,5 miliardi in sole 48 ore

Un’ottima notizia, che tuttavia non è stata ancora riflessa dal valore di mercato di $SHIB, che continua ad avere difficoltà a causa di una flessione che oggi ha colpito tutto il comparto.

Potrebbe essere, anche alla luce di questa notizia, un buon momento per esporsi su Capital.com (qui per ottenere un conto dimostrativo illimitato, gratuito e con piene funzionalità), intermediario che è stato il primo ad inserire SHIB a listino e che offre l’esclusiva intelligenza artificiale, accompagnata da piattaforme di primissima fascia come MetaTrader 4TradingView e anche Trading Central per i segnali. E possiamo avere accesso al conto reale con soli 20 euro di investimento.

ShibaSwap: record di TVL nelle prime 48 ore

Nessun progetto di AMM, neanche i più blasonati Uniswap e PancakeSwap erano partiti con un botto di queste proporzioni. Nonostante le critiche che sono piovute dai soliti detrattori di Shiba Token, ShibaSwap ha raccolto adesioni in termini di valore reale superiori a 1,5 miliardi di dollari.

Per avere un minimo contezza del valore assoluto di questo impegno, possiamo dire che per Sushiswap siamo a poco più di 2,7 miliardi di dollari, per PancakeSwap a circa 7,5 miliardi e per Uniswap a 54 miliardi di dollari. Certo, la somma che ha già accumulato ShibaSwap è ancora molto ridotta rispetto ai principali progetti, ma ricordiamo che è stata raggiunta in meno di 48 ore dalla presentazione della piattaforma.

Un risultato che dovrebbe far ben sperare per il futuro del progetto, che al netto di qualche angolo tecnico da limare, si sta confermando come uno dei più solidi e sicuramente come il migliore all’interno del mondo dei meme token.

Come aggiungersi a questo movimento?

Semplice, basterà visitare il sito ufficiale di ShibaSwap e depositare liquidità, collegando il proprio wallet. In genere si utilizza MetaMask (siamo pur sempre in ambiente ERC 20) e bloccare liquidità secondo le proprie necessità. Questo permetterà anche di ricevere delle ricompense interessanti e per il momento competitive anche con il resto del mercato che offre liquidity pool e staking.

Gas Fee di Ethereum in salita a causa di ShibaSwap

La quantità di trasferimenti avvenuti verso la piattaforma si è riflesso anche sulle fee di Ethereum, ovvero su quanto siamo costretti a pagare per iscrivere una transazione sulla blockchain.

Cosa che è stata spiegata con dovizia di particolari da Joe McCann tramite il suo account twitter:

Vi state chiedendo cosa ha fatto ripartire la stagione Defi? Non guardate oltre, è stato il vostro dog coin preferito: $SHIB. Shiba Inu Coin è alla posizione 1, 3 e 4 per consumi sulla rete Ethereum.

Qualcosa che con ogni probabilità tornerà alla normalità tra qualche giorno, quando la ShibaSwap Mania sarà almeno parzialmente rientrata. Segno però, anche questo, che il progetto è vivo, vivace e vegeto.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

3 commenti

  1. Ottimo veramente, secondo voi il prezzo quando ne risentirà positivamente? attendiamo Certik oppure?

    Grazie

    • Gianluca Grossi

      Buongiorno Marco, per quanto riguarda il prezzo – il mercato in senso più ampio per ora domina e non è stato un bel momento nelle ultime ore. Staremo a vedere.

      Continua a seguirci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *