Home / News / Previsioni Bitcoin, ecco chi punta a 100.000 dollari
Previsioni bitcoin
Nuove stime positive sull'evoluzione dei bitcoin nei prossimi mesi.

Previsioni Bitcoin, ecco chi punta a 100.000 dollari

Il prezzo del Bitcoin? Potrebbe raggiungere valori fino a 100.000 dollari, dichiara Ryan Derks, del fondo Hodl, che ha recentemente condiviso le proprie impressioni con Express.co.uk, affermando che Bitcoin potrebbe raggiungere un valore straordinario se la popolazione mondiale inizierà a “ribellarsi” alla valuta tradizionale.

Derks ha spiegato

Credo che meno del cinque per cento della popolazione mondiale possegga una qualsiasi criptovaluta. E che se le tendenze in atto in Venezuela e in altri Paesi continueranno, il numero crescerà senza alcun rallentamento, spingendo i prezzi al rialzo, considerato che vi è un’offerta limitata. Quindi, se la gente continuerà a perdere la fiducia nella valuta tradizionale (come ad esempio il dollaro negli USA), inizierà a investire in misura più ampia sulle criptovalute.

Previsioni bitcoin
Nuove stime positive sull’evoluzione dei bitcoin nei prossimi mesi.

L’esperto investitore ha poi continuato aggiungendo di preferire “avere i miei soldi in una valuta che so che non può essere manipolata e falsificata”. E che, alla luce di tutto ciò, i prezzi dei bitcoin continueranno a crescere, tanto che 100.000 dollari per un Bitcoin non è un valore inverosimile.

Quando ciò accadrà non lo posso dire, ma se solo il 10% della popolazione mondiale, o il 15%, deciderà di abbandonare parzialmente la valuta tradizionale, e usare la criptovaluta, un simile obiettivo non sarà per niente lontano.

Ancora, l’esperto ha poi precisato che se il tasso di adozione delle criptovalute nei Paesi del terzo mondo continuerà a crescere, queste zone potrebbero giocare una parte incredibilmente influente nello sviluppo del comparto.

Ricordiamo che le quotazioni dei bitcoin sono saliti lo scorso anno così tanto da toccare il massimo storico di 19,535,70 dollari il 17 dicembre 2017. Tuttavia, da questo momento la criptovaluta non è più riuscita a mantenere la sua traiettoria positiva. Interrogato sui suoi prezzi altalenanti, Derks ha spiegato che Bitcoin funziona esattamente con le stesse regole di domanda e di offerta dell’economia base. Di conseguenza, meno denaro sarà disponibile e più persone lo richiederanno, e maggiore sarà l’incremento dei prezzi.

L’investitore ha inoltre sottolineato come Bitcoin è programmato per emettere un massimo di 21 milioni di monete, e che di quelle già emesse un 25% è andato smarrito, principalmente perché all’inizio della loro avventura le persone non avevano preso con troppa serietà questo asset.

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *