Home / Ubisoft: collaborazione con Hedera Hashgraph | Progetto play to earn?

Hedera Hashgraph

Ubisoft: collaborazione con Hedera Hashgraph | Progetto play to earn?

Collaborazione incredibile tra Ubisoft, tra le più importanti case di produzioni di videogiochi al mondo – e Hedera Hashgraph, con il token di questo protocollo che in giornata guadagna circa il 5% sulle 24 ore.

Una notizia bomba, che si aggiunge alla narrativa, già particolarmente infuocata, del gaming su blockchain e dell’introduzione anche dei NFT. Notizia comunque fortemente bullish per Hedera, che si conferma come uno dei protocolli più interessanti per il mondo delle grandi corporation.

Ubisoft Hedera - analisi del momento dopo l'accordo
Cosa bolle nella pentola di Ubisoft?

Hedera si può trovare anche sulla piattaforma cripto sicura Capital.comvai qui per ottenere un conto di prova gratis con CAPITALE VIRTUALE ILLIMITATO – intermediario ideale sia per chi sta muovendo i primi passi, sia per chi cerca invece una sponda solida di tipo professionale.

Abbiamo all’interno un WebTrader di grande qualità, che ci propone gli strumenti di analisi tecnica e anche intelligenza artificiale per l’analisi del portafoglio. I più professionali possono appoggiarsi anche a MetaTrader 4 e TradingView, comunque disponibili per operare con questo intermediario. Con 20€ possiamo passare ad un conto reale.

Ubisoft dentro Hedera: i termini della collaborazione

Ubisoft ha deciso di attivare, in quanto council member di Hedera Hashgraph, all’interno del suo laboratorio dedicato all’innovazione, un canale dedicato proprio a questo ecosistema. Il punto sarebbe quello di esplorare il mondo dei giochi su chain e quindi un passo avanti rispetto al suo precedente impegno sugli NFT, che non ha sortito gli effetti sperati.

Tutto questo da parte di un produttore che ha provato ad affermarsi come pioniere di questo spazio, all’interno però di un esperimento che non si può ritenere come riuscito. Abbiamo assistito infatti ad un movimento di protesta piuttosto compatto da parte dei videogiocatori.

Quanto però dovrebbe venire fuori dalla collaborazione con Hedera potrebbe avere dei canoni diversi. Si parla infatti di play to earn e di giochi e progetti che dovrebbero nascere direttamente on chain, permettendo al gruppo di esplorare binari decisamente diversi rispetto a quelli che aveva a disposizione fino ad oggi.

Questo sarà vero però se e soltanto se Ubisoft riuscirà a cambiare paradigma, ovvero a diminuire il livello di controllo anche sul market dei NFT e degli oggetti e item di gioco, cercando così di riconquistarsi una fiducia che i videogiocatori sembrano aver perso, almeno verso quelle case che hanno puntato sui nuovi sistemi allo scopo di migliorare la monetizzabilità dei propri utenti.

Continueremo a vederne delle belle all’incrocio tra gaming e blockchain

L’accordo tra Ubisoft ed Hedera è soltanto l’ultimo in ordine cronologico. Un accordo però che vede nomi coinvolti così importanti da far pensare che altri produttori proveranno ad indirizzarsi verso il gaming on chain anche a stretto giro di posta.

Sarà qualcosa di benefico per un settore che, in indipendenza, non può essere ancora paragonato per qualità del prodotto a quello dei giochi fuori dalla chain. Sempre nella speranza che le case di produzione si facciano effettivamente portatrici di un nuovo modo di organizzarsi intorno alla blockchain. Senza sfruttare l’hype di mercato per ottenere ancora più denaro dai videogiocatori, che per il momento continuano ad essere giustamente risentiti verso il settore.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *