Home / Looney Tunes in NFT | Warner Bros punta dritto sulle crypto!

NFT Warner

Looney Tunes in NFT | Warner Bros punta dritto sulle crypto!

I Looney Tunes diventeranno Non Fungible Token da collezionare e con cui anche giocare. Warner Bros ha stretto una partnership con la piattaforma Nifty per la realizzazione di collezionabili digitali (con annessa modalità Play-to-earn) che metterà d’accordo tanto i nativi digitali quanto i vecchi estimatori dei popolari personaggi animati di WB.

Una partnership che vede al centro uno dei più importanti marketplace del settore NFT, cosa che conferma l’interesse del gruppo, che tra le altre cose ha anche fatto recentemente il suo esordio nel comparto dei metaverse, anche se con divisioni diverse della sua azienda.

Un buon segno per il mondo NFT, i cui migliori network sono presenti su eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il TOP degli strumenti di trading – intermediario che ha a listino 76+ cripto scelte anche tra quelle più rappresentative del mondo che offre infrastruttura ai NFT.

Abbiamo inoltre strumenti puramente finanziari come il CopyTrader, che permette di investire nella copia dei migliori trader. O come ancora gli Smart Portfolios, che invece sono panieri in stile ETF con più progetti al loro interno. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale per il trading.

Looney Tunes finalmente in NFT

Il mondo si divide in due: chi è cresciuto con i Looney Tunes, e chi non se lo ricorda. Nel secondo caso, vale la giustificazione dell’età. La popolarissima serie di cartoni animati firmata da Warner Bros compie quest’anno 80 anni, ed è proprio in occasione di questa ricorrenza speciale che Warner Bros ha pensato di emettere questa speciale serie di token non fungibili.

Non sarà l’ultima volta per Titti sul mercato NFT

Se ai più attempati qualche scivolone mnemonico è concesso, i nativi digitali non hanno giustificazioni: non possono non conoscere Titti e Gatto Silvestro, che sono i protagonisti di questa iniziativa. I NFT saranno lanciati sulla piattaforma Nifty, con la partnership firmata tra le due aziende che sarà per spot e andrà a terminare alla fine del mese.

La serie si chiama Looney Tunes: What’s Up Block? e offrirà ai fan la possibilità di giocare e guadagnare ricompense sia digitali sia fisiche, come una serie di sconti nel merchandising ufficiale Looney Tunes. Il primo personaggio a essere coniato sarà proprio Tweety, il famoso canarino giallo che al pari degli altri famosi personaggi potrà essere personalizzato con item digitali a scelta del giocatore.

Looney Tunes è un vero fenomento della cultura pop, che rappresenta l’età dell’oro dell’animazione con oltre 80 anni di storie e risate. Oggi, l’evoluzione dell’intrattenimento digitale e della tecnologia amplia ulteriormente il reach dei Looney Tunes, associando fan da tutto il mondo e offrendo esperienze uniche in termini di comunità, storie e anche un modo completamente nuovo per coinvolgerli. E quale modo migliore far partire l’iniziativa con Titti mentre sono in corso i festeggiamenti per il suo ottantesimo compleanno?

Così ha commentato un entusiasta Josh Hackbarth, responsabile dello sviluppo commerciale di NFT per Warner Bros. Entusiasmo a cui non facciamo fatica a credere, dato che il giallo pennuto sarà distribuito in circa 10.000 copie dal costo di 80 dollari l’una. Pensando a quanti personaggi ha in casa Warner Bros, c’è più di un buon motivo per sorridere, in particolare se l’iniziativa dovesse poi dare luogo a ripetizioni anche in futuro.

Il gigante di cartoon inoltre non è nuovo a remunerative incursioni nel mondo del metaverso e dei Non Fungible Token. Il progetto NFT di Space Jam: A New Legacy, lanciato lo scorso anno sempre su Nifty ha riscosso com’era prevedibile un discreto successo.

Le aziende dell’intrattenimento sfruttano il mondo cripto

Non è la prima volta che Warner si avventura da queste parti, con delle sortite anche nel mondo del metaverse e dell’intrattenimento digitale su chain grazie ad un accordo con Splinterlands.

Per rimanere in tema anche DC ha lanciato diverse iniziative così come altri gruppi del settore dei fumetti. Il segnale è chiaro: il mondo dei NFT fa gola molto a chi detiene i diritti di franchise che hanno molto seguito – e continueranno a farlo nei prossimi mesi e anni. Con buona pace di chi considerava questo passaggio

Info su Paolo Sorgi

Appassionato di NFT, metaverse e cripto legate ai motori, Paolo segue per criptovaluta.it anche il settore del gaming e della musica legata alla blockchain.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *