Home / Il CEO di Binance spinge Elon Musk verso SpaceXCoin

elon musk criptovaluta space x

Il CEO di Binance spinge Elon Musk verso SpaceXCoin

In molti lo definiscono “il Mark Zuckerberg delle criptovalute”. Parliamo ancora una volta di Changpeng Zhao, amministratore delegato e co-fondatore di Binance. Dalla sua posizione di vertice nell’exchange più grande ed utilizzato al mondo, si trova spesso a parlare di criptovalute rivolgendosi ad altri grandi imprenditori della new economy; questa volta tocca ad Elon Musk, già tirato in causa dall’ironica elezione su Twitter del nuovo a.d. del progetto Dogecoin.

Secondo Changpeng Zhao, il noto imprenditore sudafricano dovrebbe pensare all’adozione di una criptovaluta per Space X che permetta ad ogni utente di finanziare i progetti di ricerca sullo spazio. In questo modo consentirebbe agli appassionati di vedere il loro nome scritto nella blockchain, così da lasciare un ricordo del loro contributo all’espansione degli orizzonti umani.

Tutti tentano Musk

Nel settore delle criptovalute, questa è solo una delle tante occasioni in cui il fondatore di Tesla e Space X è stato chiamato in causa. Con un patrimonio di circa 20 miliardi di dollari ed una nota passione per tutto ciò che riguarda la tecnologia, stiamo sicuramente parlando di un possibile candidato per l’utilizzo e l’investimento in criptovalute. Ovviamente, però, in molti casi si va oltre al semplice patromonio personale di Musk.

Dopo la scomparsa di Steve Jobs, Elon Musk è diventato con pochi dubbi il più influente imprenditore del mondo. La sua passione per le sfide e la sua ambizione nel voler creare qualcosa che possa cambiare il mondo lo ha portato ad avere milioni di seguaci in tutto il mondo. Una sua buona parola su una certa criptovaluta è in grado di influenzarne notevolmente il prezzo, come avvenuto qualche settimana fa per Dogecoin.

In molti casi Musk si è espresso con parole di apprezzamento per l’economia decentralizzata, ma sembra che lo faccia più per evitare di farsi nemici che per un suo reale interesse. Come riportato dalla CCN, infatti, il noto imprenditore non possiede al momento nessuna criptovaluta. Per la sua immagine è probabilmente comunque opportuno dimostrarsi aperto anche a questo tipo di innovazione, essendo un celebre tecnofilo.

In passato, sul suo profilo Twitter aveva pubblicato una singola parola: “Ethereum”. Pochi minuti dopo replicò con la sigla “jk” (just kidding, ovvero “sto solo scherzando”). Quei pochi minuti sono stati sufficienti per inondare il profilo di inviti ad acquistare Tezos, Bitcoin Cash, Litecoin ed ogni altra sorta di criptovaluta. Insomma, sembra proprio che il suo patrimonio e la sua popolarità stiano facendo gola ad un sacco di progetti.

L’idea di Zhao

Secondo Changpeng Zhao, tutta l’esplorazione spaziale dovrebbe essere finanziata esclusivamente con le criptovalute. Il CEO di Binance, infatti, vede in questo la possibilità di riunire l’intera umanità attorno ad una causa che effettivamente ci riguarda più come specie che come individui. Un modo per portare la questione in ogni casa, facendo in modo che dalle remote rampe di lancio dei razzi in Florida si possa passare ad un modello di partecipazione più diffuso.

L’idea non è del tutto sbagliata, anche se è evidente che Zhao stia in parte facendo i suoi interessi coinvolgendo il nome di Musk insieme al settore su cui la sua azienda ha costruito un intero modello di business. Al momento non è ancora arrivata una risposta della controparte, che potrebbe comunque approfittare di questo invito per raccogliere un po’di capitali in più con cui finanziare le ricerche di Space X.

Info su Alessandro Calvo

Web editor dall'età di 16, non manca occasione di cavalcare i trend dell'innovazione. Nella vita studia Economia e, privatamente, approfondisce i meccanismi blockchain in cui crede molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *