Home / La prima banca brasiliana apre alle cripto | Custodia, tokenizzazione e…

Rivoluzione brasile Unibanco

La prima banca brasiliana apre alle cripto | Custodia, tokenizzazione e…

Ancora novità che arrivano dal Brasile per il mondo cripto e Bitcoin. Il più grande gruppo bancario privato del paese ha infatti annunciato importanti novità per quanto riguarda il comparto in senso lato, con la possibilità che vengano attivati in futuro anche dei servizi di trading.

Le cose più interessanti presentate per ora riguardano il mondo bancario in senso stretto e, dato che i brasiliani retail possono fare trading già come preferiscono, avranno un impatto molto più importante per quanto riguarda l’adozione del mondo cripto ai cosiddetti piani alti della finanza.

Un’ottima notizia per quanto riguarda il mondo cripto in generale, sul quale possiamo investire con la piattaforma sicura Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con CAPITALE DI PROVA SENZA LIMITI – intermediario che ci permette di operare su 476+ criptovalute, tutte scelte tra le migliori del comparto sia in prospettiva attuale che futura.

Una selezione sulla quale potremo investire inoltre ricorrendo ad ottimi strumenti per l’analisi e per l’operatività. Abbiamo infatti MetaTrader 4 e anche TradingView, che possiamo integrare anche con il WebTrader che ci permette di investire da browser e con l’aiuto dell’intelligenza artificiale per l’analisi del portafoglio. Ci bastano solo 20€ per passare al conto reale di trading, un conto che ci permette di operare con tutti questi strumenti utilizzando il capitale che vogliamo investire.

Itaú Unibanco punta sul mondo cripto e sulla tokenizzazione

Svolta in Brasile, paese che è già tra quelli più all’avanguardia per il mondo cripto su scala mondiale e leader indiscusso in Sud America. Il più importante gruppo del paese, ovvero Itaú Unibanco ha infatti annunciato l’avvio di servizi di custodia per Bitcoin e per gli altri principali cripto-asset, insieme ad una piattaforma per la tokenizzazione di titoli finanziari e di altra utilità.

Una sorta di salto nel mondo della DeFi, da parte di un gruppo che ha da offrire il top del top in termini di penetrazione sul mercato, anche per i grandi player dell’economia brasiliana.

Un passo in

Una notizia che per chi non conosce l’andamento dell’economia che fa capo a Brasilia e Rio sembrerà di poco conto, ma che invece segna un enorme passo in avanti per tutto il comparto, anche a livello mondiale.

Si tratta di quell’adozione che in molti auspicano e che dovrà passare, volenti o nolenti, anche dal mondo delle grandi banche che inizieranno ad offrire questo tipo di servizi. Servizi che aumenteranno la finanziarizzazione del settore e, si spera, anche la sua stabilità in termini di prezzo.

Asset tokenizzati: possono essere il futuro?

Assolutamente sì, perché in realtà garantirebbe maggiore efficienza ai mercati finanziari e soprattutto maggiore trasparenza. Qualcosa di ancora più pressante e importante a causa dei fatti ai quali abbiamo assistito ad esempio riguardo il mercato del Nichel di Londra. Passaggi dovuti, con la speranza che avvengano in tempi brevi.

Continua a ritmi molto elevati la crescita del Brasile in questo spazio, dopo che solo pochi giorni va PicPay aveva annunciato la sua apertura al mondo cripto con apertura contestuale anche di un exchange. In pochi forse avremmo immaginato che a guidare la rivoluzione in questo senso sarebbe stato il Brasile, mentre l’Europa arranca, fatta qualche sporadica eccezione.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *