Home / Analisi Ethereum | Prezzi ancora orientati sotto i $ 900

Analisi Ethereum | Prezzi ancora orientati sotto i $ 900

Le quotazioni di Ethereum (ETH) sono impegnate in un moto di leggero arretramento che prosegue dall’11 novembre scorso. In queste ultime 8 giornate i prezzi si sono limitati infatti ad oscillare in un range del 10% circa, fra 1304 e 1171 nel cambio contro dollaro USA, intervallando ai ribassi frequenti reazioni. E’ stata tuttavia mantenuta una serie consecutiva di massimi e minimi decrescenti, che conferma la presenza di un trend ribassista ancora in vigore.

Il grafico a candele giornaliere evidenzia come l’ultima spinta rialzista convinta su questo mercato sia arrivata il 10 novembre, quando in una sola seduta ETH recuperò quasi il 25% dai minimi di quota 1079. Tale movimento, arrivato come reazione al crollo del 35% che era maturato dopo il 4 novembre, non è stato più seguito da altri nella stessa direzione. Il timore è che questo possa scoraggiare i rialzisti dal conservare ancora le loro posizioni, determinando un vuoto di liquidità che potrebbe tradursi presto in nuovi affondi.

ETH/USD, grafico a candele giornaliere. Prezzi fino al 18/11/22, ore 16.02, last 1210.47

Su grafico a barre da 30 minuti possiamo osservare come i prezzi si siano sostanzialmente stabilizzati, questa settimana, a cavallo della linea dei 1240 dollari, coincidente con la prima resistenza che era stata individuata con le recenti analisi. Sebbene sia mancata finora accelerazione al ribasso, l’impostazione è rimasta sostanzialmente intatta. Dobbiamo tuttavia effettuare alcune modifiche alla disposizione dei riferimenti tecnici, in particolare le resistenze e le proiezioni ribassiste.

La prima resistenza si è alzata portandosi a 1322/1334. Questo implica che ci potrebbero essere dei nuovi tentativi di recupero, in particolare durante questo fine settimana ed i primi giorni della settimana prossima. La resistenza principale si è invece abbassata a 1435/1450, segno che i ribassisti stanno acquisendo fiducia nella ripresa della debolezza, e stanno piazzando ordini di ingresso short progressivamente più bassi.

ETH/USD, grafico a barre da 30 minuti. Prezzi fino al 18/11/22, ore 16.00, last 1212.94

A quota 1125/1130 e quota 1075/1085 sono presenti due supporti intermedi, che rappresentano i maggiori ostacoli attualmente presenti sulla strada del ribasso. Da tali livelli potrebbero ancora scattare provvisorie reazioni in seno alla discesa che ci stiamo aspettando. Lo spazio fra resistenze e supporti intermedi è area di distribuzione, ossia passibile di ripetuti cambi di tendenza al suo interno, preparatori alla rottura dei supporti.

Le proiezioni fissano obiettivi aggiornati a 961 e 857/865. Il segnale tecnico è short su nuovi test delle resistenze, in ogni caso da rilevazioni non inferiori a 1225. Vogliamo evitare di intervenire al ribasso da prezzi troppo lontani delle resistenze, per non patire un rapporto teorico sfavorevole fra rischio/beneficio. Lo scenario descritto verrebbe annullato da una chiusura su grafico a 30 minuti superiore a 1450, oltre cui sarebbe necessaria una revisione di tutti i livelli e le proiezioni. Mentre sono le 16.28 CET di venerdì 18 novembre, ETH viene scambiato sui migliori exchanges mondiali a 1210 dollari, in rialzo dello 0.93% su base giornaliera.

Info su Federico Dalla Bona

Analista tecnico indipendente. Dal 2002 è autore di analisi per testate web, consulenti finanziari e traders privati. Opinionista TV su ClassCNBC, di formazione informatica, si occupa di personal tutoring e sviluppo di Trading Systems.

Iscriviti alla newsletter

One comment

  1. Ci sono vendite importanti e ingiustificate per un token così importante. Considero ancora il valore di ETH molto sottovalutato rispetto al suo potenziale futuro. Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *