Home / Cardano VS Ripple: la guerra continua | Hoskinson: “Attaccato brutalmente”

ADA CARDANO RIPPLE

Cardano VS Ripple: la guerra continua | Hoskinson: “Attaccato brutalmente”

Charles Hoskinson si è scottato, ma non sarebbe Charles Hoskinson se non finisse per dirlo in mondovisione, lamentandosene e cercando conforto nella numerosa community che segue i suoi video. Il motivo della lamentela è chiaro: tutti gli hanno rinfacciato di aver detto una panzana sul 15 dicembre.

Lui se l’è presa, dicendo che aveva soltanto risposto alla domanda di uno spettatore riguardo $ADA e il suo status di titolo finanziario o meno, aggiungendo poi un commento su Ripple. Sta di fatto che quando parla Hoskinson molte delle testate e dei siti internet che si occupano di criptovalute ne riprendono le parole, ed è forse un po’ troppo facile trincerarsi dietro il “avevo solo detto che…”. Il risultato? Non parlerà più di Ripple, non si è capito se sotto forma di ritorsione o come piacere all’altra community, quella che segue appunto $XRP.

Community che sta cercando anche sul mercato di fare muro contro le spinte ribassiste che si sono materializzate ancora una volta ieri. Possiamo trovare $XRP e $ADA sulla piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con tutti i migliori strumenti di trading – intermediario che offre nel complesso 78+ cripto asset e che ci permette di investire con i migliori strumenti di trading.

Sempre tramite eToro abbiamo a disposizione strumenti avanzati di trading come il CopyTrader, che permette di copiare tutti i più bravi e anche di spiare le loro mosse. Con 50$ possiamo passare al conto reale di trading, con denaro che avremo a disposizione poi per investire sia sulle cripto sia sugli altri asset offerti da questo intermediario.

Charles Hoskinson di Cardano: non parlerò più di Ripple

Ce ne faremo una ragione. E se ne farà una ragione anche il folto gruppo di persone che segue Ripple, un gruppo che ha vissuto una settimana da incubo proprio a causa delle parole, che scopriamo essere state dette in libertà, di Charles Hoskinson, leader di Cardano.

La storia, per chi se la fosse persa, è questa: in un suo video di qualche giorno fa, Hoskinson, all’interno di una risposta sicuramente più ampia, ebbe a dire che il 15 dicembre, secondo quanto aveva sentito in giro, sarebbe stato il giorno della fine del processo tra SEC e Ripple. Una data che, citiamo ancora le sue parole, avrebbe segnato il disastro per il mondo cripto.

Charles Hoskinson attaccato dagli appassionati Ripe
Il lamento di Charles

Non di certo un’opinione moderata, non di certo l’opinione di qualcuno che non ha frequentazioni ai piani alti, tanto del mondo cripto quanto di quello politico. E dunque un’opinione che – correttamente – molte persone hanno preso in considerazione. Opinione che hanno preso in considerazione per i propri investimenti, per la propria fiducia nel progetto di Ripple e per tante altre questioni.

E dato questo quadro, in molti da ieri (noi compresi su Criptovaluta.it) hanno iniziato a chiedere conto a Charles Hoskinson di quanto affermato. Cosa che pare lo abbia turbato al punto tale da portarlo ad una dichiarazione storica, leggendaria, che segnerà il mondo degli altcoin:

Mai nella mia carriera in questo spazio ho incontrato una community così decisa ad attaccare brutalmente una persona che, francamente, non li ha attaccati. Mi dispiace che si debba arrivare a questo punto, ma sono stanco.

Commentando la sua nuova auto-censura per tutti i temi che riguardano Ripple. Auto-censura che, se dovesse aiutare a evitare quanto accaduto riguardo il 15 dicembre, riteniamo non solo più che benvenuta, ma assolutamente ideale.

Grandi poteri, grandi responsabilità, etc. etc.

Avere seguito è una responsabilità. Avere seguito vuol dire pesare (per quanto sia difficile e pesante farlo) le parole. Avere seguito vuol dire rendersi conto del fatto che le proprie parole hanno maggiore eco.

E quindi sì, la continenza verbale, in particolare in un settore dove comunque si investono soldi, è più che benvenuta. Charles è un personaggio che si è guadagnato una grande popolarità meritatamente, che è a capo di un progetto che abbiamo spesso anche difeso dagli attacchi che in molti gli hanno riservato nel tempo. Ma Charles ha proprio per questo motivo una grande responsabilità. E dovrebbe anche conoscere la divisione in tribù – questa sì spesso squallida – del mondo crypto. Ma anche questo, per un esperto come Charles Hoskinson, non dovrebbe essere una novità.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti
Notificami
guest

1 Comment
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
jacopo
jacopo
1 mese fa

La sua chain ha ormai volumi da supermercato di paese, lui deve in qualche modo continuare a tenere viva l’attenzione. E allora fa sparate a destra e a manca. Ma può solo rallentare la caduta, non impedirla…