Home / News / Previsioni Bitcoin 2020: quota 20.000 dollari a portata di mano?
bitcoin

Previsioni Bitcoin 2020: quota 20.000 dollari a portata di mano?

Previsioni Bitcoin 2020. Piccola variazione di tema, oggi, per le nostre previsioni su Bitcoin. Non ci concentreremo, infatti, sulle previsioni di più breve termine, come solitamente abbiamo il piacere di fare per tutti i nostri lettori, trader speculativi su CFD Bitcoin, bensì sulle previsioni di medio termine, che faranno certamente più piacere a quegli investitori di ampio respiro, che magari preferiscono comprare Bitcoin ricorrendo a un exchange al top come Coinbase (qui il sito ufficiale).

Cosa succederà a Bitcoin nel 2020?

Bitcoin 20.000 dollari nel 2019: un obiettivo mancato

Per cercare di capirlo, ricordiamo innanzitutto come nel mese di giugno Bitcoin (BTC) si sia reso protagonista di uno spettacolare incremento, tanto che in poche settimane la criptovaluta è aumentata del 50%, alimentando una serie di previsioni che tale trend avrebbe permesso alla valuta di superare il suo massimo storico entro pochi mesi.

Tuttavia, fedelmente alla natura incerta e aleatoria del mercato delle criptovalute, questo non è successo. Dopo aver toccato i 14.000 dollari – un livello storico e tecnico piuttosto importante, BTC ha intrapreso una strada decrescente. In un giorno, l’asset è sceso di circa il 20%. E da allora è stata un’altalena con vista… decrescente.

Tuttavia, il massimo toccato a giugno potrebbe suggerire che un rialzo di lungo termine di Bitcoin è possibile. Perché?

Previsioni Bitcoin 2020, ecco perché siamo fiduciosi

Nel mese di giugno non solo Bitcoin ha toccato un picco storico, ma l’intero mercato della criptovaluta ha stabilito un nuovo record di volume. Anche se alcuni contestano questo fatto – i record di volume sono stati in gran parte fissati su borse ritenute poco affidabili da diversi analisti in termini di trasparenza – almeno il lato dei futures di Bitcoin (il CME e BitMEX) ha effettivamente visto giorni di trading particolarmente rilevanti, mentre Bitcoin si rendeva protagonista del suo più grande rally da oltre un anno a questa parte.

Quando Bitcoin è caduto dopo questo storico picco di volume, gli analisti hanno pensato che il destino di BTC fosse il peggiore. Tuttavia, alcuni esperti, come il digital asset manager Charles Edwards, sostiene invece che il consolidamento avvenuto dopo il record di volume sia in realtà un segnale positivo. Cerchiamo di capire il perché.

L’analista ha affermato che nelle precedenti fasi di mercato rialzista, i nuovi massimi nei volumi sono sempre stati seguiti dal consolidamento.

Ciò che è interessante notare è dunque ciò che è venuto dopo quelle fasi di consolidamento. No, nei casi segnalati da Edwards, Bitcoin non è precipitato come qualcuno pensava. Invece, si sono verificate delle grandi ripartenze, con la crescita dei volumi che ha portato a sviluppi esponenziali dei mercati criptovalutari nel lungo termine, trascinando Bitcoin ad ordini di grandezza superiori a quelli precedenti l’impennata.

È questo il caso di almeno tre scenari che Edwards è stato in grado di individuare. E, si augurano coloro che stanno assumendo posizioni long su Bitcoin, forse saràquesto il caso futuro.

Certo è che non bastano grandi volumi per allineare in chiave rialzista il mercato criptovalutario ma… almeno sul fronte delle valute digitali, è pur vero che generalmente i grandi volumi sono coincisi con altrettanto grandi spinte in aumento nelle quotazioni dei principali asset.

Se dunque ritieni che questo sia il destino di Bitcoin nel 2020, non ti rimane far altro che assumere delle posizioni rialzista. Ma come puoi fare?

Come essere rialzisti su Bitcoin nel 2020

Assumere una posizione rialzista su Bitcoin nel 2020 è molto semplice.

Puoi infatti aprire un conto di trading su un broker come eToro (qui) e aprire un CFD long (rialzista) su Bitcoin. In questo modo le evoluzioni dell’asset criptovalutario influenzeranno in modo diretto il prezzo del CFD nel tuo portafoglio, generando gli attesi guadagni nel caso di incremento dei valori di Bitcoin.

In alternativa, puoi aprire un conto su un exchange come Coinbase (qui) e comprare Bitcoin per conservarli sul tuo wallet fino a quando non raggiungeranno quotazioni sufficientemente soddisfacenti, che ti indurranno a rivendere l’asset.

Se poi non ti è ancora chiara la differenza tra il trading di CFD su Bitcoin e l’acquisto “diretto” di Bitcoin, ti consigliamo di dare uno sguardo alla nostra recensione di eToro e alla nostra recensione di Coinbase.

In questo modo potrai toccare con mano quali sono le differenze di approccio tra i due operatori e scegliere cosa sia meglio per te!

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *