Home / Criptovalute in calo, Bitcoin, Ethereum e Ripple cedono terreno: scenario ribassista oggi

crollo criptovalute

Criptovalute in calo, Bitcoin, Ethereum e Ripple cedono terreno: scenario ribassista oggi

Criptovalute in calo nella giornata di oggi, con Bitcoin, Ethereum e Ripple che perdono terreno. Lo scenario centrale è ribassista, ma attenzione ai test ai livelli di supporto.

Bitcoin prezzo, previsioni e valore

Il prezzo di Bitcoin è tornato in una zona ribassista sotto i 7.400 dollari dopo aver cercato il rimbalzo. Il supporto è quotato a 7.280 dollari, una soglia di particolare importanza per sostenere il suo rimbalzo più considerevole.

Nella giornata di ieri abbiamo visto il prezzo di BTC salire oltre la resistenza a 7.500 dollari e la media mobile semplice a 100 ore spingendosi poi verso un picco sopra il livello di 7.600 dollari. Tuttavia, il valore di Bitcoin non è riuscito a testare l’area di resistenza di 7.700 dollari, e il prezzo ha così iniziato a diminuire. Ha dunque scambiato al di sotto del livello di 7.500 dollari e della semplice media mobile a 100 ore, e poi c’è stata una rottura al di sotto dei livelli di supporto di 7.420 e 7.400 dollari.

Bitcoin in calo, scenario ribassista nel breve termine.

Abbiamo quindi visto il prezzo scendere sotto i 7.300 dollari e scambiare intorno a 7.250 dollari, per poi risalire. Attenzione però alle resistenze che incontrerà la strada di rimbalzo di BTC, con le prime degne di significatività a 7.400 e 7.420 dollari, i precedenti livelli di supporto. La successiva resistenza chiave è vicina al livello di 7.460 dollari e alla media semplice a 100 ore. Riteniamo però che solo il superamento di 7.500 dollari possa consentire una più concreta apertura posizione long, perché a quel punto il prezzo potrebbe puntare dritto verso i 7.700 dollari.

Ti ricordiamo che puoi acquistare Bitcoin sia utilizzando un exchange come Coinbase (qui leggi la nostra recensione esclusiva), che negoziando CFD su Bitcoin con un broker al top come eToro (qui la nostra recensione esclusiva).

Se sai già di cosa parliamo o vuoi comunque toccare con mano le loro qualità, segui i link sottostanti:

Ethereum prezzo, previsioni e valore

Il prezzo di Ethereum sta mostrando alcuni segni ribassisti contro il dollaro USA, e riteniamo che solamente se chiuderà la sessione sopra quota 144 dollari potrà cercare di aggredire l’area di resistenza più significativa a 152 dollari.

Ieri, infatti, Ethereum ha fatto un altro tentativo di superare l’area di resistenza di 152 dollari, ma ha fallito tale obiettivo, formando un massimo a 152 prima di calare. Il prezzo Ethereum è dunque sceso al di sotto dei livelli di 150 e 148 dollari, e poi ha infranto anche la media mobile semplice a 100 ore. Ora sembra inoltre essere in grado di testare un supporto chiave a 146 dollari: se il prezzo non dovesse rimanere al di sopra del supporto in questione, potrebbe diminuire ulteriormente verso l’area chiave di 144 dollari. Eventuali ulteriori perdite potrebbero portare Ethereum verso il livello di 142 dollari nel breve termine.

Anche Ethereum in debolezza, pronto a testare nuovi supporti.

Di contro, al rialzo è presente una prima soglia di resistenza a 148 dollari, ma quella più importante, che ti consigliamo di tenere a mente, è quella vicina al livello di 150 dollari, vicina alla media mobile semplice a 100 ore. Ancora più importante, il livello di 152 dollari sembra essere una forte barriera per chi vuole entrare long: insomma, prima di aprire una posizione rialzista consigliamo di aspettare la rottura della resistenza di 150 dollari, e verificare quale sarà lo slancio verso i 152 dollari.

Anche in questo caso, ti rammentiamo che se vuoi negoziare Bitcoin puoi appoggiarti sia agli exchange che ai migliori broker:

Ripple prezzo, previsioni e valore

Il prezzo di Ripple (XRP) è attualmente sotto pressione contro il dollaro USA, con un andamento che risulta essere piuttosto simile al Bitcoin. Il prezzo XRP rimane dunque esposto al rischio ribassista, soprattutto se non reggerà l’area di supporto di 0.2140 dollari nel breve termine.

Negli ultimi giorni, c’è stato un discreto aumento del prezzo del Ripple, al di sopra della resistenza di 0,2200 dollari, superando poi anche i livelli di 0.2250 e 0.2280 dollari. C’è poi stata una netta rottura sopra la resistenza di 0.2300 dollari e la media mobile semplice a 100 ore. Tuttavia, il prezzo ha poi trovato difficoltà nel superare la resistenza 0.2320 dollari. Un massimo si è formato in prossimità di quota 0.2324 dollari prima di iniziare una nuova diminuzione al di sotto di 0.2300 dollari.

Ripple prova il rimbalzo, ma lo scenario di brevissimo termine è calante.

Ora XRP viene scambiato sotto 0.2240 dollari: se il prezzo non dovesse riuscire a rimanere al di sopra del supporto di 0.2200 dollari, potrebbe continuare a scendere verso il livello di 0.2140 dollari, un supporto chiave da tenere a mente. Di contro, sul fronte rialzista, il precedente supporto vicino a 0.2240 dollari potrebbe agire come una resistenza, con la prima soglia chiave a 0.2260 dollari e media mobile semplice a 100 ore. Prima di entrare long consigliamo di vedere il prezzo oltre quota 0.2240 e 0.2260 dollari: solamente in questa occasione potrà testare, forse positivamente, l’area di resistenza chiave di 0.2320 dollari.

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *