Home / Previsioni Bitcoin, forse non possiamo fidarci del rimbalzo delle ultime ore!

bitcoin

Previsioni Bitcoin, forse non possiamo fidarci del rimbalzo delle ultime ore!

Previsioni Bitcoin. Nelle ultime ore Bitcoin ha cercato il rimbalzo delle proprie quotazioni ma… la strada da percorrere prima di convincerci che il trend rialzista sia già iniziato è abbastanza lunga, anche con il +10% recentemente maturato.

Insomma, il rimbalzo di Bitcoin delle ultime ore è concreto o siamo davanti a una “trappola per tori”? Conviene entrare long su Bitcoin usando i servizi di un broker come eToro (sito ufficiale) o acquistare Bitcoin con un exchange come Coinbase (sito ufficiale)? O è meglio temporeggiare?

Settimana difficile per BTC

La settimana è stata piuttosto difficile per Bitcoin, che ha perso terreno nei primi giorni. Tuttavia, proprio quando gli investitori si stavano preparando per ulteriori perdite, la principale criptovaluta si è resa protagonista di una forte impennata che ha permesso di guadagnare quasi il 15% del valore di capitalizzazione e entrare in area 7.450 dollari.

Quanto avvenuto nelle ultime ore è stato il più intenso movimento verso l’alto da quando la Cina ha influenzato il mercato con operazioni straordinarie, alla fine di ottobre. Il sentimento rialzista è dunque ritornato prepotentemente sui mercati, e gli analisti suggeriscono che quanto avvenuto recentemente potrebbe essere stato un minimo che reggerà a lungo. Ma è così?

Bitcoin si è reso protagonista di un buon rimbalzo, ma meglio attendere prima di entrare rialzisti sulla criptovaluta.

Meglio attendere prime di entrare long

In realtà, esistono alcuni segnali che dovrebbero consigliare maggiore prudenza a tutti gli investitori che in queste ore stanno pensando di entrare long su Bitcoin.

Sui grafici a lungo termine, ad esempio, l’indicatore RSI si trova ancora nella metà della scala dell’ipervenduto dopo un trend discendente di sei mesi. Anche il picco toccato qualche ora fa non è stato sufficiente a far tornare l’RSI giornaliero oltre quota 50.

Inoltre, osservando il grafico dell’intero 2018, e dunque estendendo il periodo di analisi tecnica, si può notare un buon supporto nella fascia media di 6.000 dollari, da cui BTC è appena rimbalzato.

Non è un caso che nell’anno scorso il prezzo più frequentemente scambiato per Bitcoin sia quello di 6.400 dollari, e che dunque questo range rappresenti un supporto del quale bisognerebbe tenere in considerazione per poter orientare i propri comportamenti di trading di medio raggio.

Detto ciò, lo scetticismo, ricordiamo, è ben presente sui mercati. L’economista Alex Krüger ha ad esempio compiuto un sondaggio sulla community criptovalutaria al fine di comprendere se Bitcoin avesse o meno toccato il fondo, e dei 3.000 intervistati, ben il 42% riteneva di non essere convinto che il minimo fosse stato toccato, indicando invece che il movimento rialzista potrebbe essere solo un ritracciamento di breve termine, prima di avviare un nuovo calo.

Insomma, meglio temporeggiare ancora prima di entrare con l’acquisto su Bitcoin.

Come si sono comportate le altre criptovalute

Come spesso succede, le altcoins hanno seguito l’andamento della principale criptovaluta, e hanno condotto la propria giornata con un segno positivo. Certo, i loro guadagni non sono stati così forti come quelli di BTC, ma è vero che maggior parte di loro hanno rimbalzato in maniera corposa dai minimi di più mesi di questa settimana.

Per esempio, Ethereum ha guadagnato il 5% per riportarsi a 130 dollari, sebbene anche qui siano evidenti i segnali di debolezza. XRP è ancora al di sotto di 0.20 dollari, ad un minimo da due anni a questa parte. Litecoin ha recuperato a 40 dollari, mentre EOS è tornata a 2,50 dollari.

Complessivamente, nonostante questo spunto la capitalizzazione totale di mercato è ancora ben al di sotto dei 200 miliardi di dollari e Bitcoin ha ancora molto lavoro da fare prima di convincerci pienamente che il trend rialzista è iniziato.

Se invece ritieni che sia giunto il momento per poter partecipare alla ripresa di Bitcoin, ti consigliamo di acquistare la criptovaluta avvalendoti di un servizio al top, per efficienza e convenienza, come Coinbase. Qui abbiamo scritto la nostra recensione esclusiva su questo operatore, mentre qui puoi dare uno sguardo al sito ufficiale e, se ti va, avviare il rapido iter di registrazione, al termine del quale potrai comprare le tue prime criptovalute!

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *