Home / Bitcoin a 6.000 dollari tra poco? C’è chi ci scommette sopra!

halving-bitcoin

Bitcoin a 6.000 dollari tra poco? C’è chi ci scommette sopra!

Dopo aver tentato di superare in spinta i 10.000 dollari per la seconda volta in una settimana, Bitcoin è tato respinto scendendo a 9.200 dollari  e ancora più giù, sotto i 9.000 dollari, per poi riprendere quota nelle ultime ore. Un’azione dei prezzi di BTC piuttosto incerta, tale da convincere alcuni investitori piuttosto noti che sia meglio assumere una posizione cauta. Ma è davvero così? C’è da temere un crollo dei valori di BTC?

In realtà, sebbene sia possibile che BTC possa sperimentare degli scivoloni nel breve termine, noi continuiamo a mantenere una visione rialzista della criptovaluta. Tuttavia, è anche bene evidenziare le opinioni  di chi la pensa diversamente, come facciamo in questo approfondimento.

Prima di procedere oltre, ti ricordiamo che il miglior modo per poter comprare Bitcoin (soprattutto se hai intenzione di utilizzare i tuoi BTC o vuoi assumere una posizione rialzista di lungo termine, non necessariamente speculativa) è certamente quello di procedere all’apertura di un conto presso uno dei migliori exchange al mondo, come Coinbase (qui sul sito ufficiale).

Si tratta di una scelta molto conveniente, come abbiamo ricordato in questa nostra recensione. Aprire un conto con Coinbase ti permetterà infatti di usufruire dei servizi professionali di un vero e proprio leader globale in questo settore!

Bitcoin, aumentano gli investitori ribassisti

Uno degli investitori che ha fatto questa previsione è il trader che su Twitter si fa chiamare “Dave the Wave”, ed è lo stesso che, a metà dell’anno scorso, ha previsto un ritracciamento a 6.400 dollari quando l’asset stava risalendo ben al di sopra dei 10.000 dollari. Una situazione che ricorda da vicino quanto  sta accadendo in questi giorni, e che potrebbe dunque replicarsi nelle prossime settimane, secondo il trader.

A supporto della sua previsione, il trader ha condiviso su Twitter alcuni grafici di analisi tecnica in cui, effettivamente, sembra che l’azione dei prezzi di Bitcoin nell’ultima settimana sia molto simile all’azione dei prezzi di febbraio.

L’Halving avrà comunque un effetto rialzista

Ad ogni modo, anche se nel brevissimo termine c’è il rischio concreto di un calo, l’halving recentemente avvenuto su BTC indica che nel medio termine le pressioni saranno certamente ribassiste e, dunque, ciò dovrebbe diminuire la possibilità che Bitcoin cali drasticamente di valore nei  mesi a venire.

Ricordiamo infatti come, dal punto di vista fondamentale, l’halving stia contribuendo a diminuire l’offerta di Bitcoin sul mercato. Supponendo una domanda costante, la diminuzione dell’offerta di un bene in un qualsiasi mercato dovrebbe aumentare il suo prezzo di equilibrio. Vedremo se, anche per Bitcoin, sarà così…

CLICCA QUI PER APRIRE GRATIS UN CONTO SU COINBASE (SITO UFFICIALE)!

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *