Home / Ethereum 2.0: cos’è, data di rilascio e previsioni sul prezzo di ETH

Ethereum 2.0: cos’è, data di rilascio e previsioni sul prezzo di ETH

Se ne parla da diverso tempo come della rivoluzione che potrebbe innovare Ethereum su un nuovo piano di maggiore efficienza e, dopo tanti rumor, finalmente possiamo dire una cosa: mancano realmente poche settimane al lancio di Ethereum 2.0, un processo che dovrebbe cambiare profondamente l’Ethereum che conosciamo, rendendolo più scalabile, più sicuro e più sostenibile.

Potevamo forse non dedicare una guida a Ethereum 2.0, spiegando nel dettaglio, e in modo semplice, che cos’è, quale sia la sua data di rilascio e quali potrebbero essere gli impatti sul prezzo di ETH?

Naturalmente, no! Prima, però, ti ricordiamo che se sei interessato a comprare Ethereum, il modo migliore per poterlo fare è quello di usare un exchange di qualità assoluta come Coinbase, di cui su questo sito puoi  trovare una recensione completa che ti spiegherà nel dettaglio come funziona e perché potrebbe fare al caso tuo: recensione Coinbase.

Cos’è Ethereum 2.0

Cominciamo dalle basi. Ethereum 2.0 (o ETH2) si riferisce a una serie di aggiornamenti interconnessi che renderanno l’Ethereum più scalabile, più sicuro e più sostenibile. Si tratta di aggiornamenti creati non in maniera “centrale”, bensì giunti da più team nella ricca e diversificata community di Ethereum, costantemente impegnata a rendere questo ecosistema sempre migliore.

Dalla definizione di cui sopra dovresti dunque esserti reso conto che sono tre i pilastrisu cui si poggia il nuovo paradigma: scalabilità, sicurezza e sostenibilità. Ma che significa, in pratica?

Cosa cambia con Ethereum 2.0

Già nel paper originario del lancio di Ethereum 2.0, i promotori di questo cambiamento sottolinearono come per poter far evolvere l’Ethereum nel mainstream e servire sempre meglio la community, sia necessario rendere l’Ethereum più scalabile, sicuro e sostenibile.

Più nel dettaglio, il concetto di scalabilità fa riferimento al fatto che Ethereum deve supportare 1.000 transazioni al secondo per rendere le applicazioni più veloci e meno costose da utilizzare. Quello della difficoltà di processare rapidamente un crescente numero di operazioni è un problema noto a tutte le blockchain, e Ethereum – in questo – non fa eccezione (per quanto sia già a un buon punto di efficienza se confrontata con altre concorrenti). Ethereum 2.0 dovrebbe rendere la rete più scalabile, permettendo di sostenere più operazioni, in più breve tempo.

Il secondo concetto è quello di sicurezza. Da più parti, e da diverso tempo, arrivava la richiesta di rendere Ethereum più sicuro. E con l’adozione di Ethereum 2.0, il protocollo diventerà più sicuro contro ogni forma di attacco, garantendo così a tutti gli investitori e agli utilizzatori una maggiore serenità nella fruizione dell’ecosistema.

Scopriamo insieme che cosa cambia con l’adozione di Ethereum 2.0

Infine, il terzo concetto è quello della sostenibilità. Ethereum 2.0 viene ritenuto notevolmente migliore per l’ambiente, nella consapevolezza che la tecnologia richiedesse troppa potenza di calcolo ed energia, e che dunque fosse necessario fare qualcosa per creare l’atteso cambiamento.

Cosa devi fare in vista di Ethereum 2.0?

Niente, in vista di Ethereum 2.0 non devi fare niente se  sei semplicemente un utente DAPP o se magari sei qualcuno che, per utilizzi personali di pagamento o per investimento, ha degli Ether nel proprio wallet.

Roadmap Ethereum 2.0

La roadmap di Ethereum 2.0 prevede tre step successivi:

  • 1 dicembre 2020, The Beacon Chain: è la prima aggiunta di ETH2 all’ecosistema. La Beacon Chain coordinerà il nuovo sistema, porterà lo staking su Ethereum e getterà le basi per futuri aggiornamenti;
  • 2021, The Shard Chains: le nuove Shard Chains amplieranno la capacità di Ethereum di elaborare le transazioni e di archiviare i dati. Questa tecnologia è studiata per poter acquisire più funzionalità nel tempo, con release in diverse fasi;
  • 2022, The Docking: è l’ultima parte del processo di sviluppo di Ethereum 2.0, che dovrebbe coincidere con la fine dell’attività di mining ad alta intensità energetica.

Lo stacking di Etherem 2.0

Se quanto sopra ti è sufficientemente chiaro, dovresti aver compreso che una delle immediate novità di Ethereum 2.0 consiste nello staking, ovvero nella possibilità di tenere dei fondi in un wallet per poter sostenere la sicurezza e le operazioni del network blockchain di Ethereum. In poche parole, facendo staking su Ethereum 2.0 terrai da parte, bloccate, le tue criptovalute Ether, ricevendo delle ricompense.

Ma come fare staking su Ethereum 2.0?

È (pare!) abbastanza semplice. La prima cosa che devi fare è collegarti al Launchpad di Ethereum (launchpad.ethereum.org) e configurare l’account. Non aver paura, non è niente di eccessivamente complicato e, in ogni caso, la piattaforma di lancio ti guiderà attraverso il processo.

Ethereum 2.0, mancano pochi giorni alla data di lancio

Quindi, prima di iniziare a fare staking su ETH, dovrai verificate di aver fornito l’indirizzo giusto del tuo wallet. Fatto ciò, sarai pronto per poter partecipare allo staking attraverso la Beacon Chain.

Data di rilascio Ethereum 2.0

Come abbiamo anticipato qualche riga fa, Ethereum 2.0 è oramai in rampa di lancio. Il 1 dicembre 2020 dovrebbe tenersi l’avvio di una fase decisiva nel roadmap della nuova tecnologia della blockchain. Il condizionale è però d’obbligo, visto e considerato (ne parleremo a breve in un contenuto apposito) che mancano ancora molti ETH depositati per poter favorire questa evoluzione.

Lancio Ethereum 2.0: cosa succede al prezzo di Ethereum? Previsioni

Non possiamo che concludere questa guida anticipando quali potrebbero essere le previsioni sul prezzo di Ethereum.

In linea di massima, il mercato sta attendendo di saperne di più sull’adozione in massa di ETH2 e sul successo delle primissime fasi della roadmap. C’è dunque un clima di attesa fervente, con Ethereum che almeno per il momento sembra essere in balìa dell’intero ecosistema criptovalutario.

È lecito immaginare che se la prima fase della roadmap dovesse essere un fallimento, con un numero di utenti che abbracciano la nuova piattaforma ben inferiore alle previsioni, non solo la stessa roadmap potrebbe subire un allungamento con avvio almeno al 2021, ma potrebbero essere poste molte perplessità sulla reale sostenibilità di questo progetto, e sulla sua efficacia, con ripercussioni negative sul prezzo di Ethereum. Di contro, se questa prima fase dovesse essere un successo, ne deriverebbero delle ripercussioni positive sul prezzo di ETH, che potrebbe subire pressioni al rialzo in grado di condurre il valore della criptovaluta su nuove soglie di apprezzabilità.

Non ci resta che attendere novità! >>> Clicca qui per aprire gratis un conto su Coinbase (sito ufficiale) e comprare Ethereum! <<<

Continueremo ad aggiornare questa guida con nuovi elementi non appena ne avremo disponibilità.

Info su Roberto Rossi

Giornalista pubblicista, specializzato in tematiche economiche e valutarie. Appassionato di fintech, è consulente degli investimenti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *