Home / Il capo di Bankitalia attacca Bitcoin e Ethereum: non sono moneta, utilizzati per riciclare denaro e non pagare tasse!

PANETTA CONTRO

Il capo di Bankitalia attacca Bitcoin e Ethereum: non sono moneta, utilizzati per riciclare denaro e non pagare tasse!

Fabio Panetta, capo di Bankitalia, attacca Bitcoin e crypto

Che Fabio Panetta, ora a capo di Bankitalia, non fosse un grande fan del mondo crypto non è esattamente un mistero. Ogniqualvolta ne ha avuto opportunità, ha contestato la loro stessa esistenza, nonché la buona fede di chi li usa.

In pochi però si sarebbero forse aspettati un attacco frontale di queste proporzioni, di questo linguaggio e – non ce ne voglia il caro Panetta – di questa ferocia. Il palcoscenico è quello – prestigioso – di ABI, l’Associazione Bancaria Italia e il tre volte caro Panetta ne ha davvero per tutti.

Non sono moneta, vengono utilizzate per riciclaggio e per eludere il fisco e… una dichiarazione che da far rabbrividire chi cerca di fare informazione sul settore e anche i tanti appassionati di crypto e Bitcoin che vivono in Italia. Vieni a discutere le dichiarazioni di Panetta sul nostro Canale Telegram: troverai ad aspettarti 27.000 dei nostri lettori e anche la nostra redazione.

Il capo di Bankitalia si scaglia contro Bitcoin e Ethereum

Come abbiamo già scritto in apertura, Fabio Panetta – un tempo in forza a BCE ora a capo di Banca d’Italia – non è mai stato morbido nei confronti del mondo crypto e Bitcoin. Anche conoscendo però le sue attitudini e la sua distanza siderale dal mondo che seguiamo su questo giornale ogni giorno, non ci saremo mai aspettati toni tanto feroci.

Non sono moneta, non hanno valore intrinseco (verrebbe da chiedersi quale sia il valore intrinseco dell’euro, ma non è questa la sede), sono utilizzate, Bitcoin e Ethereum, per eludere le norme anti-riciclaggio e le norme fiscali.

Il peggio del peggio, parafrasando quanto ha affermato Fabio Panetta, in campo di asset, dunque. Roba da delinquenti che non può essere moneta, in barba alle tante persone che invece utilizzano già questi circuiti e questi asset per pagare.

L’eterna lotta tra il bene e il male

Rimangono i toni da eterna lotta tra il bene e il male. Starà poi alla sensibilità del lettore decidere chi rappresenta l’uno e chi rappresenta l’altro.

L’attribuzione, almeno a parere di chi vi scrive, potrebbe essere diversa da quella fatta da Panetta, così come può essere diversa da quella fatta dai giornali mainstream, sempre più preoccupati di.. preoccupare che di informare.

E se è il ruolo dei delinquenti quello che ci tocca, cercheremo di esercitarlo, noi appassionati di Bitcoin, Ethereum e crypto, nel modo più onorevole possibile. Sperando che anche dall’altro lato della barricata accada lo stesso.

Iscriviti
Notificami
guest

8 Commenti
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Ettore
Ettore
6 giorni fa

Va ripagato della stessa “moneta”!!!!

Ad esempio boicottando i BTP, ed altri titoli di stato, soggetti ad inflazione (“tassazione” parecchio occulta per i non addetti ai lavori, che pure in questi titoli investono, abbagliati dalla propaganda mediatica sproporzionata, che, alla fine della fiera, fa risultare sempre in perdita questa tipologia d’investimento) in favore di acquisti di pacchetti di criptovalute che remunerano oltre il 15% di interesse composto con accredito giornaliero della quota di interesse (ad es.: AXS a 90 giorni su Binance attualmente riconosce il 15,90%..)

Cosí vediamo se questo soggetto la smette di calunniare strumenti, del tutto legittimi e legali, solo perché in concorrenza con quelli che propongono loro…

Banca d’Italia ha la pancia piena di BTP: il 24% del totale in circolo,secondo le ultime rilevazione, e non sa come, né a chi, sbolognarli, soprattutto in vista di nuove emissioni del periodo critico di settembre, che faranno svalutare parecchio questa quota… Fonte :
https://www.borse.it/articolo/ultime-notizie/debito-pubblico-in-aumento-rendimenti-btp-ancora-in-rialzo-lupdate-di-mazziero-research

Capisco, pertanto, il nervosismo del boss di BdI. Ma se la prendesse con chi ha fatto il debito non con chi ha messo a sicuro i propri risparmi! Ché fa solo peggio!

Giovanni
Giovanni
4 giorni fa
Reply to  Ettore

Più è alto l’interesse, più è alto il rischio. Per questo esiste bitcoin 😉

Coviddi
Coviddi
6 giorni fa

PANETTTAAAAA ho iniziato a grattarmi per l’orticaria alla E, arrivati alla A era già scaramanzia.
L’eterna lotta tra il bere e il mare, Gian.
Quella che puoi bere quanto vuoi ma il mare resta lì, uguale a Bitcoin con Panetta baubau.
Cry harder my little brick of bread 😂

Intanto se il Reich vende, meglio. Fuori i governi da Bitcoin. Portano volatilità.

E niente comunque, compro io e BTC scende. Tanto holdo. Però dite almeno un grazie dai. 😉

Klaus Marvin
Klaus Marvin
6 giorni fa

E’ entrato a far parte del sistema finanziario tramite gli ETF ed è un asset consolidato che può piacere o meno quindi niente di nuovo tutto procede come previsto.

ghibly79
ghibly79
6 giorni fa

Bitcoin E’ la garanzia. Non è “non garantita”.
Comunque direi che è inutile dare ulteriore visibilità a Panetta.

ghibly79
ghibly79
6 giorni fa

“Esse non hanno le tre caratteristiche per svolgere il ruolo di moneta: mezzo di pagamento, RISERVA DI VALORE, …….”
Quindi l’euro non è moneta. Bon, l’ha detto. Onesto almeno dai.

ghibly79
ghibly79
6 giorni fa

Discorso più serio sulla moneta, dato che se no poi si presta il fianco ad accuse di financial illiteracy: la moneta è un’invenzione umana (seppur inconscia) finalizzata a risolvere il problema della doppia corrispondenza di bisogni nelle transazioni, e quindi consentire una maggior specializzazione dei compiti, cosa che abilita più alti livelli di evoluzione tecnologica.
Senza moneta c’è il baratto e con il baratto uno deve saper fare un po’ tutto per essere certo di sopravvivere, perché non è detto che troverà chi gli fornisca quello di cui ha bisogno, quando ne ha bisogno, in cambio di qualcosa che i è in grado di fornire.
Grazie alla moneta, se uno vuole fare ad esempio il medico, può concentrarsi solo su quello e raggiungere un grado di abilità in quel campo molto maggiore che se dovesse fare un po’ di tutto.
Quindi la caratteristica PRINCIPALE di una moneta è proprio la riserva di valore: se non tiene bene il valore uno oltre fare il medico deve anche saper fare l’investitore come side business (o affidare i propri risparmi a terzi, con grandi trust assumptions).
Anche perché come mezzo di pagamento si può facilmente compensare con altro, come si fa proprio con Bitcoin, usato come collaterale per prendere in prestito valuta fiat con cui saldare quelle transazioni che necessitano di un valore stabile nel breve (almeno per ora).
Ma non puoi compensare l’essere una pessima riserva di valore: puoi solo semplicemente disfartene al più presto. E no, questo non “stimola l’economia” come propagandano i keynesiani, stimola lo spreco di risorse (quello vero, altro che il mining).

Diego Mealli
Diego Mealli
5 giorni fa

Sarà ma io mi sono sempre sentito derubate dalle banche che hanno potere assoluto non solo sul mondo finanziaro. E poi i paradisi fiscali con soldi veri come dice Panetta non sono mica dentro a “cose” che si chiamano BANCHE. Attenzione che un giorno scopriremo che le banche da tempo tramite altre forme sono già dentro alle cripto. Che ci sia da migliorare l’aspetto riciclaggio non lo discuto.