Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / +BREAKING+ BAFIN indaga sugli Stock Token di Binance

+BREAKING+ BAFIN indaga sugli Stock Token di Binance

BAFIN, l’authority omologa di Consob in Germania, ha appena pubblicato sul suo sito internet una nota nella quale indicherebbe presunte violazioni della legge tedesca sullo scambio di titoli finanziari da parte della sede locale di Binance, il popolare exchange che offre da qualche tempo anche la possibilità di investire in Stock Token.

Parliamo dei token che rappresentano azioni – che abbiamo già ampiamente analizzato sul nostro sito – e che al momento, tramite il popolarissimo DEX, permettono di investire, seppur indirettamente, sulle azioni di Coinbase, Tesla, Apple, Microsoft e dal 30 aprile anche sui titoli di MicroStrategy.

Stock TOken BAFIN Binance
Motivo del contendere gli Stock Token emessi da Binance sulle azioni USA

Dopo FCA nel Regno Unito, ci sarebbe dunque un’altra grande authority europea ad indagare sui prodotti recentemente inseriti a listino da Binance. Una notizia sicuramente non buona per l’exchange, che potrebbe trovarsi a fronteggiare una lunga battaglia legale per evitare multe salatissime.

Pene salatissime per Binance nel caso di colpevolezza

La violazione che viene ventilata da BAFIN avrebbe delle conseguenze importanti per il gigante delle criptovalute. Parliamo infatti di multe fino al 3% degli incassi dell’exchange, nonché la responsabilità economica di ogni eventuale perdita registrata dagli investitori.

Una multa che sicuramente non avrebbe la capacità di mettere nell’angolo Binance, ma che potrebbe limitare i suoi piani di espansione, soprattutto in Europa.

Una battaglia dove il settore si gioca molto

Potrebbe sembrare una questione di poco conto, ma in realtà quanto sta avvenendo sarebbe cruciale non solo per Binance, ma per il settore della finanza decentralizzata in generale.

Dimostreremo come possiamo rendere più democratico il trasferimento di valore, senza ostacoli.

Questo è quanto aveva affermato il CEO di Binance soltanto qualche giorno fa, salutando con entusiasmo un’iniziativa che ha già avuto un discreto successo tra gli investitori. Per ora, anche per chi si disinteressa delle sorti del popolare exchange, la situazione rimane però piuttosto grave. Perché una condanna da parte di BAFIN significherebbe una forte limitazione per tutte quelle blockchain che puntano alla tokenizzazione di asset finanziari.

Per ora Binance non commenta

Binance per il momento non ha rilasciato dichiarazioni. Ricordiamo ai nostri lettori che il gruppo opera per intermediazione di una società regolarmente registrata in Germania e che è dotata delle licenze necessarie all’emissione di titoli.

Gli Stock Token rappresentano un’azione fisicamente nelle disponibilità dell’intermediario e sono coperti in rapporto 1:1. Recentemente, come vi abbiamo riportato sulle nostre pagine, anche FCA, omologa di BAFIN nel Regno Unito, aveva cercato di contattare Binance al fine di verificare la natura dei suddetti token.

Per il momento i token sono ancora disponibili sulla piattaforma interna di trading di Binance, senza che ci siano rallentamenti, sospensioni delle contrattazioni o altre limitazioni a carico degli utenti.

Criptovaluta.it continuerà a seguire la vicenda, aggiornando i suoi lettori sulle future evoluzioni di questa ennesima battaglia tra il mondo della vecchia finanza e l’universo dei servizi in crypto e blockchain.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *