Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / N26 pronta ad integrare Bitcoin e criptovalute!

N26 pronta ad integrare Bitcoin e criptovalute!

Anche le banche fintech europee si danno da fare per entrare nel mondo di Bitcoin e delle criptovalute. Le notizie che arrivano dalla Germania sono di quelle positive per il mercato, con N26 che ha annunciato di voler introdurre funzionalità di trading crypto all’interno dei suoi conti.

Parliamo di un gruppo bancario completamente digitale, che non ha sportelli fisici e che opera anche in Italia, con oltre mezzo milione di clienti soltanto nel nostro Paese. Un gruppo dinamico, giovane, molto apprezzato dai propri clienti e che potrebbe essere il primo di un effetto a cascata che coinvolgerà anche altre banche simili.

Anche N26 pronta ad entrare nel mondo delle criptovalute
N26 pronta a fare il suo esordio con le criptovalute

Certo, ci sono già gruppi come Hype con funzionalità simili, ma con tutto il rispetto per quest’ultima sigla del mondo bancario, con N26 siamo davanti a 7.000.000 di clienti distribuiti nei principali paesi europei. Con un veicolo bancario che potrebbe fare decisamente di più per il mondo delle criptovalute.

Collaborazione con i principali exchange

Il gruppo tedesco delle carte conto ha annunciato l’attivazione di collaborazione con alcuni dei principali exchange di criptovalute sullo scenario mondiale, al fine di poter offrire questo tipo di servizio ai propri clienti. Ma non si tratterà soltanto della possibilità di acquistare e vendere criptovalute, come fanno già tante altre banche.

Abbiamo in programma di offrire funzionalità cripto in un ambiente simile ad un marketplace, integrando elementi degli exchange di criptovalute dentro le funzionalità di banking e di risparmio di N26.

Questo il commento diretto di N26 attraverso il proprio portavoce. Non è ovviamente ancora chiaro quali saranno nello specifico le funzionalità che verranno aggiunte a N26, ma tutto lascia pensare che sarà disponibile anche lo scambio rapido in stile DEX, e comunque con commissioni molti ridotte rispetto ad analoghi servizi para-bancari.

Ci sarà inoltre la possibilità di vedere molto di più di Bitcoin, che pure è la scelta ovvia per qualunque gruppo voglia avvicinarsi al mondo delle criptovalute come investimento. La collaborazione con diversi exchange aprirebbe alla possibilità di vedere anche criptovalute emergenti.

Il nostro obiettivo è quello di diventare l’App one stop per la gestione delle finanze personali. Vogliamo che i nostri clienti possano accedere a tutti i loro finanziari tramite una sola App, senza doversi autenticare in tanti posti diversi. Questo progetto riguarda i prodotti di risparmio, i prestiti, il trading, la fiscalità e anche le criptovalute.

N26 non sarà la prima, ma ha il potenziale per spostare, e di molto, il mercato

Siamo consci del fatto che in realtà ci sono già diversi gruppi che permettono di operare con le criptovalute – come il già citato Hype. Tuttavia il potenziale in termini di utenti, di capacità di gestione e di sviluppo e di popolarità offerto da N26 è un unicum, almeno sul territorio europeo.

Tutto questo da un paese, la Germania, che continua ad essere faro del mondo crypto in Europa. Da qualche giorno gli Spezialfonds possono detenere fino al 20% in criptovalute – con la borsa tedesca si sta preparando ad integrare, probabilmente, servizi avanzati basati su Bitcoin e gli altri coin di spessore. Qualcosa si muove, anche se in leggerissimo ritardo, anche in Europa. Con la Germania che ha assunto il ruolo di guida, rispetto ad altri paesi come l’Italia che ancora sonnecchiano.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *